Triennale Milano Teatro: ‘La prima donna d’Italia’, dedicato a Cristina Trivulzio di Belgioioso, per sostenere Fondazione AIRC

Nell’ambito delle rievocazioni per il 150° di Cristina Trivulzio di Belgioioso, Fondazione Trivulzio e Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro portano in scena, per la prima volta, una pièce teatrale dedicata alla «principessa rivoluzionaria» che da Locate Triulzi seppe imporsi sulla scena europea come eroina del Risorgimento. Lo spettacolo fa parte del ricco programma di appuntamenti del Nastro Rosa AIRC, i biglietti sono già disponibili sul circuito TicketOne e presso la biglietteria del Teatro.

Martedì 11 ottobre alle ore 20.00 il sipario del Triennale Milano Teatro si alza per una prima assoluta dedicata a Cristina Trivulzio di Belgioioso, ‘la prima donna d’Italia’ come la definirono Giuseppe Garibaldi e Carlo Cattaneo. La pièce è tra gli appuntamenti più attesi del calendario di iniziative promosse dal Comitato Lombardia Fondazione AIRC in occasione della campagna Nastro Rosa che, per tutto il mese di ottobre, accende i riflettori sul tumore al seno sensibilizzando l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e della ricerca.

Lo spettacolo ‘La prima donna d’Italia’ è un’esclusiva voluta da Fondazione Trivulzio per celebrare Cristina Trivulzio di Belgioioso, donna liberale, colta, pragmatica, riformatrice, alla quale lo scorso anno è stata anche dedicata una statua a Milano in Piazzetta Belgioioso. Obiettivo della serata-evento è quello di raccogliere fondi per finanziare una Borsa di Studio sul tumore al seno destinata alla crescita e alla formazione di un giovane scienziato.

‘La prima donna d’Italia’, produzione Théâtre Francophone sans Frontières, è un’opera firmata dal regista e drammaturgo Omar Nedjari. Il ruolo della protagonista è affidato ad Aphrodite de Lorraine chiamata a dare voce e volto alla “principessa rivoluzionaria”, accanto a lei nei panni dell’amica e confidente Ernesta Legnani Bisi c’è Sandra Zoccolan. Un vero e proprio viaggio tra storia e memoria attraverso l’800 dove le vicende personali e pubbliche di Cristina si intrecciano con quelle della nascente Italia. Il racconto è accompagnato dalle note del pianoforte di Riccardo Munari.

I biglietti per assistere allo spettacolo e contribuire al sostegno di una Borsa di Studio sul tumore al seno per un giovane ricercatore AIRC sono disponibili su TicketOne: https://www.ticketone.it/artist/prima-donna-italia/ con un contributo di 70 euro. Per ulteriori informazioni scrivere a: com.lombardia@airc.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...