BUON COMPLEANNO MIMI’: Intervista con Vanessa Grey

Speaker radiofonica su RTL 102,5, cantante, insegnante di musica, la spumeggiante Vanessa Grey ha condotto, insieme a Luisa Corna, l’ottava edizione dell’evento “Buon Compleanno Mimì”, spettacolo organizzato dall’Associazione Culturale Minuetto, Leda Bertè, Olivia Bertè e Manuela Savini Bertè, con la Direzione Artistica di Vincenzo Adriani, Giancarlo Del Duca e Lorenzo Nilo Moglioni, nato per celebrare l’indimenticabile Mia Martini, andato in scena sabato 24 settembre al Teatro Manzoni di Milano.

Qui la nostra video intervista con Vanessa Grey:

Vanessa, insieme a Luisa Corna, hai condotto “Buon Compleanno Mimì”…

“Sono felicissima di aver condotto insieme a Luisa questa importante iniziativa che celebra una grande artista come Mia Martini, in un teatro storico come il Manzoni di Milano”.

C’è una canzone in particolare del repertorio di Mimì a cui sei più legata?

“Ce ne sono tantissime, amo Lacrime di marzo, Notturno, Minuetto, La nevicata del ’56, non ne saprei scegliere soltanto una”.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

“Sto organizzando due concerti, uno dedicato ai giovani e uno agli imprenditori, lavoro ad un disco, poi sono a Performer Italian Cup su Rai 2 dove faccio parte della commissione tecnica, ho degli eventi da presentare e la radio, con la quale sono in onda ogni mattina”.

Cosa ti piace maggiormente del tuo lavoro di speaker?

“Sono innamorata della radio, quando ero più piccola i miei musicisti mi chiamavano radiolina, perchè mi piace parlare e stare con la gente, dalla quale ricevo un grande amore. Per me non è un lavoro ma una passione che rende tutto più semplice, anche alzarsi alle quattro e mezza di mattina per essere in diretta alle 6. Poi il rapporto con gli ascoltatori è davvero speciale”.

Da cantante, speaker e insegnante di canto come vedi l’attuale panorama musicale italiano?

“I giovani hanno tanto da dire, io insegno anche in un’Accademia e ho modo di incontrare tanti ragazzi. Hanno un linguaggio interiore interessante, bisognerebbe scoprirli ancora di più e dare loro più spazio, anche se devo dire che secondo me questo è un buon momento per le nuove generazioni, a livello musicale”.

di Francesca Monti

Rispondi