ROMULUS II: La guerra per Roma al centro dei nuovi episodi della serie Sky Original di Matteo Rovere

La guerra mossa da Tito Tazio a Roma è ormai giunta al suo apice. Il re dei Sabini è arrivato alle porte della città al fianco dei re Latini, suoi nuovi alleati: lo scontro si preannuncia decisivo, nonché fra i più cruenti e spettacolari che la TV italiana ricordi. Torna con quinto e sesto episodio ROMULUS II – LA GUERRA PER ROMA, la serie prodotta da Sky Studios, Cattleya e Groenlandia, da domani venerdì 4 novembre su Sky Atlantic e in streaming su NOW (gli episodi saranno ovviamente disponibili anche on demand).

In otto episodi girati come i precedenti interamente in protolatino, Romulus II arriverà al cuore del mito fondativo di Roma, con i protagonisti della prima stagione, Andrea Arcangeli (Yemos), Marianna Fontana (Ilia) e Francesco Di Napoli (Wiros), cui nei nuovi episodi si aggiungono Valentina Bellè (Volevo fare la rockstar, L’uomo del labirinto, Catch-22) nei panni di Ersilia, a capo delle sacerdotesse Sabine; Emanuele Maria Di Stefano (La scuola cattolica, Siccità) che interpreta il re dei Sabini Tito Tazio, figlio del Dio Sancos, il più potente nemico di Roma; Max Malatesta (Favolacce, Il primo Re) è Sabos, consigliere e braccio destro del re dei Sabini; Ludovica Nasti (L’amica geniale) veste i panni di Vibia, la più giovane fra le sacerdotesse Sabine; mentre Giancarlo Commare (Skam Italia, Maschile singolare, La Belva) è Atys, il giovane re di Satricum. Tornano anche Vanessa Scalera (Silvia), Sergio Romano (Amulius) e Demetra Avincola (Deftri).

Nel quinto e sesto episodio di Romulus II, Yemos e Wiros, tornati a Roma, devono affrontare la mancanza di cibo nel villaggio. Wiros ordina di prendere il sale nascosto nel recinto dedicato alla dea Rumia, ma non tutti sono d’accordo con lui. Le tensioni sfociano in uno scontro terribile. Intanto ad Alba i re Latini dichiarano fedeltà a Tito che li ripaga in modo inaspettato. Mentre i Sabini marciano verso la città nemica, Roma si prepara alla battaglia con l’intero esercito schierato alle porte. Comincia un duro combattimento. Proprio sul campo, Yemos vede apparire la Lupa e decide di seguirne il consiglio. Questa scelta cambierà il rapporto tra i due fratelli e spingerà Yemos a compiere un’azione drastica. Intanto le sacerdotesse scappano, eccetto Ersilia.

Alla sceneggiatura tornano Filippo Gravino e Guido Iuculano, raggiunti nella writers’ room da Flaminia Gressi e Federico Gnesini.

photo credits Paolo Ciriello

Rispondi