Al via Politicamente Scorretto 2022: programma completo della rassegna curata da Carlo Lucarelli 

Dal 15 al 20 novembre 2022 torna Politicamente Scorretto, la rassegna promossa dal Comune di Casalecchio di Reno e ideata dal servizio Casalecchio delle Culture in collaborazione con Carlo Lucarelli che dal 2005 lancia una sfida a tutta la cittadinanza: la cultura è l’unica arma degna di una società civile per affermare valori di giustizia, solidarietà e legalità. Giunto alla XVII edizione, Politicamente Scorretto è molto più che un festival, è l’evento che da anni riunisce intellettuali, giornalisti, scrittori, performer, artisti, attivisti, personaggi di rilievo nazionale, istituzioni e cittadini in un unico luogo per testimoniare un impegno concreto, e quotidiano, al contrasto delle mafie e dell’illegalità attraverso i diversi linguaggi della cultura.

Il filo conduttore di Politicamente Scorretto 2022 sarà “Verità, unica ragione di stato”. Un tema molto attuale che vuole ricollegarsi alle terribili stragi di stato come quella del 2 agosto 1980 alla Stazione di Bologna – il cui processo ai mandanti vede finalmente una prima sentenza – fino al mistero della morte di Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita, passando dal 30esimo anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio (23 maggio e 19 luglio 1992) che ricorre quest’anno, senza mai dimenticare il disastro aereo dell’Istituto Salvemini di Casalecchio. Tutti eventi che hanno segnato la storia del nostro Paese e che per anni sono stati, e in parte sono ancora, protagonisti di depistaggi, incompiute verità e silenzi di stato. Politicamente Scorretto 2022 vuole ricordare a tutti che non bisogna mai stancarsi di trovare la verità: un dovere e un impegno civile fondamentale che deve essere un faro per costruire un futuro migliore, giusto e solidale.

Simona Pinelli, Assessore Culture, Nuove Generazioni, Turismo e Marketing Territoriale del Comune di Casalecchio di Reno dichiara: “Il concetto della “Ragion di Stato” – ampiamente trattato da Niccolò Machiavelli già nel ‘500 – rappresenta l’insieme delle priorità attinenti a sopravvivenza e sicurezza dello Stato, che possono indurre il decisore politico a giustificare un’azione illecita sotto il profilo del diritto internazionale o del diritto interno. Spesso però una parte dello Stato può confliggere con un’altra: quando un aereo militare si schianta contro una scuola, chi è lo Stato? Chi è contro chi? Quando si affronta la trattativa Stato-Mafia, pagina oscura della nostra Repubblica, lo Stato da che parte sta, rispetto alla parte dove “dovrebbe” stare? Quando due magistrati vengono uccisi dalla mafia perché ci vuole così tanto tempo? Quando un poliziotto uccide un civile, un proprio cittadino, colui per il quale lo Stato stesso esiste, dove deve essere questa “ragione”? perché troppo spesso non è dalla parte dello stesso cittadino, che allo Stato si affida e nello Stato crede? Ecco il senso di questo titolo e di questa edizione che, come sempre, affronteremo con l’unica ma potentissima arma che abbiamo a disposizione: la cultura, il nostro mezzo di comunicazione, grazie a incontri, convegni, libri, teatro, cinema, fumetto, oltre alle sempre importanti iniziative rivolte alle scuole”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...