In radio e nei digital stores il singolo Mandalorian della band veneta Motivi per litigare.

Dall’11 novembre in radio e nei digital stores il singolo Mandalorian della band veneta Motivi per litigare.

Il brano, che arriva dopo Niente di speciale (uscito lo scorso novembre per La Stanza Nascosta Records), precede l’uscita- prevista per dicembre- dell’album Nuovi fossili, secondo lavoro in studio del gruppo dopo l’ep Motivi per litigare (Autoprodotto, 2018).

“Mandalorian- spiegano i Motivi per Litigare- vuole raccontare la cattiveria, la rabbia, la perpetua voglia di litigare della gente. Tutto ciò con la consapevolezza- e l’ammonimento nei confronti di tutti quelli che si comportano male con gli altri-che alla fine il karma non perdona nessuno. Questa è la via”.

Produzione creativa e processo tecnologico si incontrano in una particolare forma di video-art che ingloba e rilegge i codici del video tradizionale, contaminandoli con nuove pratiche legate all’intelligenza artificiale.

Il videoclip ufficiale di Mandalorian è infatti generato da un software di AI che analizza lo spettro della canzone, gli elementi armonici e percussivi e, scelto uno stile grafico, genera delle immagini uniche che successivamente vengono animate.

Il risultato è un video immersivo con una transizione infinita, nel quale la tecnologia si fa motore immaginifico.

A metà tra Caparezza, i Rage Against The Machine e i Beastie Boys, con un occhio strizzato ai

Casino Royale, i Motivi per litigare confezionano, con Mandalorian, un collage ficcante, nevrotico e multistilistico.

I Motivi per litigare, centauri della postmodernità, filtrano in una prospettiva inedita i fermenti più interessanti del rock, dell’hip-hop e del funk, convogliandoli in un’estetica onnivora e disallineata.

L’artwork del singolo è curato da Emma Michieletto.

Rispondi