Lo show “Rewind” al cinema Anteo di Milano il 1° dicembre

Dopo il successo delle tre edizioni a teatro, REWIND lo spettacolo di ITALY BARES arriva al cinema, a Milano, con una tappa speciale il 1° dicembre, per World AIDS Day.
Due spettacoli a ingresso gratuito per emozionare, informare, coinvolgere, combattere lo stigma, essere responsabili e fare ciò che possiamo, dalla parte del benessere di tutti e a favore di Anlaids Lombardia ETS, l’associazione che da oltre 30 anni si impegna contro HIV, infezioni sessualmente trasmissibili e nuove infezioni emergenti.
Ideato e diretto da Giorgio Camandona, ITALY BARES nel 2022 è arrivato alla sua terza edizione con REWIND, lo spettacolo reso possibile grazie a un team straordinario impegnato a titolo gratuito: oltre 90 persone in scena, 7 coreografi e più di 200 tra organizzatori e operatori coinvolti, raggiungendo più di 1.700 persone in platea. In questo straordinario percorso a favore di Anlaids Lombardia ETS, ITALY BARES ha visto la regia di Mauro Simone, la collaborazione della Compagnia Della Rancia, il sostegno di Stage Entertainment e la partecipazione straordinaria e generosa di Malika Ayane, Filippo Timi, Gaudiano, Guglielmo Scilla.
Ora vuole continuare. Per questo, il prossimo appuntamento è per il 1° dicembre, World AIDS Day.
Dal teatro, al cinema: il 1° dicembre un montaggio particolarmente accattivante dello spettacolo, realizzato dal team di video maker Lo Spazio, verrà proiettato a Milano, grazie alla collaborazione con DNC Entertainment Factory e Cinema Anteo, alle 19.30 e alle 21.00. L’ingresso è gratuito, con registrazione obbligatoria tramite il sito di Anlaids Lombardia ETS www.anlaidslombardia.it/rewind/ sempre dal sito sarà anche possibile partecipare alla raccolta fondi, a favore dei progetti dell’associazione che da anni combatte HIV, infezioni sessualmente trasmissibili e nuove emergenze infettive.

“Con ITALY BARES vogliamo contagiare più persone possibili in una campagna di sensibilizzazione e di erosione dello stigma attorno all’HIV, all’AIDS. Tutto questo attraverso l’arte, la musica, la danza, il teatro, il musical. L’idea è stata quella di portare un messaggio, attraverso l’arte performativa, agli occhi e alle orecchie di più persone possibili. Attraverso l’arte si può abbattere quello che è il male più grande: il pregiudizio”, afferma Giorgio Camandona, ideatore e direttore artistico di Italy Bares.

“La scienza ha bisogno di tante persone che si impegnano, non solo a livello clinico e a favore della ricerca, ma perché temi che interessano tutti siano davvero di tutti. La storia dell’HIV così come la storia recente della pandemia lo dimostrano in modo inequivocabile. ITALY BARES è parte di questa responsabilità, esserci è un modo concreto e bellissimo di parlare e coinvolgere tante persone. Anlaids Lombardia è forte di tutte queste parti: dai medici agli operatori sanitari così come dagli artisti, ai tecnici, alla società civile. Una grande squadra che si impegna perché il benessere sia un comune, perché la salute sia globale”, dichiara Andrea Gori, presidente Anlaids Lombardia ETS.

Rispondi