Varese, alla scoperta dei fossili restaurati: tre incontri per un viaggio lungo 240 milioni di anni

Tre incontri per conoscere i tre fossili appena restaurati. Il Museo dei Fossili di Besano (VA) e Archeologistics, impresa sociale varesina impegnata nella valorizzazione culturale, propongono tre occasioni per un viaggio all’indietro nel tempo di 240 milioni di anni: un’occasione unica per scoprire i reperti paleontologici che, grazie al sostegno di Fondazione Comunitaria del Varesotto e Comune di Besano, sono stati recentemente puliti e restaurati. Si tratta di fossili di due ittiosauri (della specie Mixosaurus cornalianus) e di un pesce (della specie Colobodus bassani) databili al periodo del Triassico Medio che sono testimonianze particolarmente importanti del sito fossilifero del Monte San Giorgio, area occupata tra 247 e 237 milioni di anni fa dal mare e oggi inserita tra i beni UNESCO patrimonio dell’umanità.

Sabato 21 gennaio, alle 10.30, l’appuntamento è al Castello di Masnago (Varese): con la guida d’eccezione Fabio Bona, curatore del Museo dei Fossoli di Besano, si andrà alla scoperta dei tre fossili restaurati che sono esposti all’interno della mostra “Tesori nascosti”. La visita è gratuita.

Sempre sabato 21 gennaio, ma alle 14.30, ci si sposta a Besano. Sarà ancora Fabio Bona a guidare la visita al Museo dei Fossili per andare alla scoperta dei reperti provenienti dal Monte San Giorgio che sono custoditi nel museo. Per partecipare è richiesto il biglietto di ingresso al Museo (3 euro).

Lunedì 23 gennaio, alle 10, l’appuntamento è per le scuole superiori, in particolare licei e istituti turistici. Viene proposto un incontro particolare con il restauratore Gianpaolo Di Silvestro per conoscere la professione del restauratore proprio attraverso il caso studio dei fossili del Monte San Giorgio. L’incontro è online e gratuito previa iscrizione da parte delle scuole.

Per info e prenotazioni:

museo@comune.besano.va.it – 328.8377206

Rispondi