Video Intervista con Ciro Priello e Fabio Balsamo, conduttori di “Name That Tune – Indovina La Canzone”: “Ci saranno molte novità, a cominciare da due giochi inediti”

Tornano su TV8 le sfide a suon di note di Name That Tune – Indovina La Canzone, l’agguerrita gara musicale tra VIP prodotta da Banijay Italia, in prima visione assoluta, dal 25 gennaio, ogni mercoledì, alle ore 21.30.

Alla conduzione confermata la coppia composta da Ciro Priello e Fabio Balsamo del collettivo artistico e di videomaker The Jackal, garanzia di simpatia e comicità. In questa nuova edizione, che esalta ancora di più le loro caratteristiche, entrambi saranno protagonisti di uno dei giochi che compongono la gara.

Due nuovi giochi si aggiungono a quelli delle precedenti edizioni, animando la sfida tra uomini e donne. Due squadre composte da quattro VIP ciascuna, provenienti dal mondo della musica, dello spettacolo, dello sport e del cinema, si sfidano fino all’ultima nota a suon di canzoni e di musica.

Si parte alla grande già dalla prima puntata, con Irene Grandi, Asia Argento, Benedetta Parodi e Vladimir Luxuria che lanciano il guanto di sfida a Nicola Savino, Morgan, Fabio Caressa e Angelo Pisani. Ciascun team ha un caposquadra, che in caso di vittoria, torna la puntata successiva, rischierando la propria squadra.

I motori si scaldano con Playlist, cui partecipano entrambe le squadre per aggiudicarsi il primo jolly in palio. La band in studio esegue una canzone e il primo team che si prenota ha diritto di risposta. In caso di errore, il gioco passa alla squadra avversaria. Una delle playlist proposte è selezionata da Radio Deejay, media partner del programma.

Il secondo gioco, Cuffie, rivela invece l’intesa tra i componenti di ciascuna squadra: tre di loro devono infatti mimare il titolo della canzone, eseguita dalla band in studio, da far indovinare al compagno.

Nel Doppio mito, il secondo nuovo gioco di questa edizione, Ciro Priello imita la voce di un interprete famoso, cantando il brano di un altro cantante. La squadra che si prenota deve indovinare prima il nome di chi sta imitando Ciro e poi il titolo della canzone. Solo chi indovina la doppia combinazione ottiene il jolly.

Successivamente nel Lip Sync Duel, protagonista è un concorrente per squadra, che deve cantare in playback, imitando anche le movenze e la coreografia del videoclip dell’artista interpretato. A decretare il vincitore è l’insindacabile voto del pubblico.

Nel Cantante smemorato, un gioco tutto nuovo, tre artisti si alternano sul palco, cantando live una loro hit di successo. Durante la loro performance, però, sbagliano di proposito un verso. La musica si interrompe e le squadre sono chiamate a indovinare il testo corretto. Una volta svelato il verso, la canzone prosegue e il cantante termina la sua esibizione.

Nella Canzone recitata Fabio Balsamo, fingendosi un attore impegnato, recita il testo di una canzone nota. Le squadre devono capire di quale brano si tratta. Se la risposta è corretta la squadra vince un punto, altrimenti il gioco passa alla squadra avversaria.

Il crescendo della gara conduce all’Asta Musicale, cui partecipa tutta la squadra, per indovinare con poche note, o anche una sola, le otto canzoni che si celano dietro un indizio, spesso molto sibillino.

Infine, come da tradizione, arriva l’attesissimo Sette per Trenta, la sfida delle sfide. Trenta sono i secondi a disposizione di un concorrente per squadra per indovinare i sette brani proposti. Il concorrente prescelto decide le sorti della sfida, e può avvalersi dell’aiuto dei compagni, giocandosi i jolly guadagnati dalla squadra durante tutta la gara.

Qui la nostra video intervista con Fabio Balsamo e Ciro Priello:

Fabio e Ciro, questa è la vostra seconda edizione alla conduzione di “Name That Tune – Indovina la canzone”. Quali saranno le novità?

Ciro Priello: “Siamo felicissimi di poter condurre la nostra seconda edizione, la quarta in totale del programma. Ci saranno molte novità, a cominciare da due nuovi giochi e dalla sigla di apertura”.

Fabio Balsamo: “Sigla cantata e ballata da Ciro. Più si va avanti e più diamo vetrina a quest’uomo per alimentare il proprio ego (scherza). Quest’anno il nostro rapporto si consolida, trova delle sfumature più ricche. La prima edizione ci è servita per capire l’ambito e il programma, ora proveremo a portare la nostra identità, come Ciro e Fabio ma anche come The Jackal con il nostro modo di fare umorismo e comunicazione”.

Cosa potete anticiparci riguardo i due nuovi giochi, Doppio Mito e Cantante smemorato?

Fabio Balsamo: “Doppio mito è uno scherzo che ho fatto a Ciro sulla linea di questo protagonismo perchè essendo lui anche un imitatore gli farò imitare i cantanti italiani che interpretano però brani di altri artisti. Sarà una sorta di mash-up e lo presento io”.

Ciro Priello: “Cantante smemorato vede tre cantanti famosissimi italiani che a turno si esibiranno sul palco del programma e come presi da un’improvvisa amnesia dimenticheranno un verso della loro canzone o lo sostituiranno con un altro e i concorrenti dovranno indovinare le parole giuste”.

Fabio Balsamo: “Alcune sostituzioni funzionano pure meglio del testo originale. Dovremmo convincere i cantanti a incidere la nostra versione”.

Se foste dei concorrenti di “Name That Tune – Indovina la canzone” quale sarebbe il vostro gioco preferito? 

Ciro Priello: “Non perchè lo abbiamo pensato insieme e mi diverte molto e mi ha fatto perdere il sonno per parecchi mesi, ma sicuramente Doppio mito perchè avendo tante passioni tra cui la musica mi ha sempre divertito l’idea di creare un what if nel senso di come avrebbe concepito, cantato, riarrangiato ad esempio Giuliano Sangiorgi una canzone di Cristina D’Avena. E mi farebbe piacere partecipare a questo gioco”.

Fabio Balsamo: Io dico invece “Cuffie” perchè è un gioco che potrebbe essere riproposto nelle case. Cercare di mimare il titolo di una canzone, giocare spezzettando la parola, creare delle allegorie è divertente da fare con amici e famiglia”.

Ciro Priello: “Essendo Fabio un uomo di teatro è bravo a mimare le canzoni e me le fa capire sempre”.

Il primo gioco si chiama invece Playlist. Quali artisti ci sono nella vostra playlist?  

Ciro Priello: “Io sono legato ai cantanti pop a cavallo tra gli anni Ottanta, Novanta e inizio Duemila, in particolare a Michael Jackson venendo anche dal mondo della danza, avendo iniziato la mia carriera come ballerino. Il pop è un genere che mi ha sempre affascinato tanto perchè sono anche canzoni super ballabili”.

Fabio Balsamo: “Io vado a fasi, nei momenti di viaggio e creatività Giuliano Sangiorgi dei Negramaro è una grande fonte di ispirazione, ma ascolto anche la trap, in particolare Geolier”.

Cosa vi augurate per il 2023? 

Fabio Balsamo: “Innanzitutto di finire il 2023 (sorride). Mi auguro di prendere sempre più consapevolezza di me stesso, soprattutto nei limiti. Il dono più grande è fare pace con se stessi al di là dei percorsi nella vita, artistici e umani. E poi spero che il Napoli vinca lo scudetto”.

Ciro Priello: “Io mi auguro di continuare a sognare, ho la fortuna di fare il lavoro che sognavo da bambino e vorrei conservare sempre questo spirito fanciullesco perchè è quello che mi ha portato avanti nei percorsi lavorativi che ho attraversato”.

di Francesca Monti

Grazie ad Antonio Conte

Rispondi