Intervista con il cantautore genovese Libero, che ci presenta il nuovo singolo “Cabaret”

di Francesca Monti

Si intitola “Cabaret” il nuovo brano dell’artista ‘urban pop’ Libero, secondo singolo dopo “Love Me Do”. La canzone è una riflessione sulla musica “di plastica” italiana, priva di contenuto ed è accompagnata da un video con la regia di Andrea Larosa e Beppe Platania per Lucerna Films, girato a Genova.

“Cabaret” rappresenta un nuovo step per il talentuoso cantautore genovese, che è recentemente entrato nel roster MUSICAST e ha firmato un contratto discografico con Believe, azienda leader nella distribuzione e nel marketing internazionale, con sede a Parigi, che annovera, tra gli altri, Ghali, Brunori SAS, Shady, Jesto e Sud Sound System.

Abbiamo incontrato Libero a Milano e abbiamo parlato con lui del brano “Cabaret” e dei suoi prossimi progetti.

Libero_Cabaret.jpg

Libero, è uscito il tuo nuovo singolo “Cabaret”, una riflessione sulla musica “di plastica”, che suona sempre uguale. Com’è nato questo brano? 

“Ho sempre visto la musica in un certo modo come espressione di un’esperienza propria ,quindi trovo innaturale il fatto che un interprte non sia anche autore di quello che fa. Lo trovo snaturato dal concetto della canzone stessa. Cabaret è nata mentre guardavo la TV pensando che in questo momento c’è molta più forma che sostanza, soprattutto nella musica pop. Volevo capire fino a che punto arrivasse l’importanza del contenuto. Oltre al discorso della musica di plastica è anche una riflessione sull’emulare all’infinito una cosa che si vede che funziona. E’ fastidioso il fatto che se in Italia si nomina il pop tanti dicano che è sempre uguale, questo è dovuto non al genere ma alla qualità della canzone, se tu non scrivi, ci sono cento artisti e quattro autori che scrivono per loro e due produttori, è ovvio che i brani suonino uguali”.

Cosa rappresenta per te la musica?

“La musica nasce da un’esigenza, la musica non sfama le persone, non è indispensabile per vivere. Non è obbligatorio cantare perché se non si ha niente da raccontare diventa come giocare al Superenalotto, canti per provare ad arricchirti oppure per soddisfare il narcisismo. Io invece canto perchè sento l’esigenza di esprimermi. Quello che mi interessa è portare qualcosa di vero, fare da qui in poi quello che mi piace fare. Non avrò mai il rimorso di dire ho sbagliato perchè se senti l’esigenza di fare una cosa non potrai sbagliare. Poi può piacere la mia musica o non piacere, ma sarà tutta farina del mio sacco e soprattutto avrà un carattere diverso, si distinguerà”.

Cosa ne pensi dei talent? 

“Mi hanno proposto di partecipare a un talent anni fa ma non ho accettato, non per pregiudizio, ma perchè lì dentro mi vedo perdente, non intendono la musica come la intendo io, poi non penso di avere la faccia e il contenuto che cercano, ne uscirei schiacciato”.

LIBERO_foto di Andrea Larosa 5 B

credit foto Andrea Larosa

Sanremo invece è tra i tuoi obiettivi? 

“Sanremo è una vetrina tra le più importanti d’Italia, bisogna avere la canzone giusta, forte, come Vecchioni con “Chiamami ancora amore”, lui ha detto “il mio dovere è far arrivare la mia musica a più gente possibile non importa come”. Io sono d’accordo con lui. Prima però ci vuole una stabilità artistica e un’identità forte, che non ho ancora”.

Quali sono i tuoi artisti di riferimento? 

“Ascolto tantissima musica, il mio artista preferito è Bruce Springsteen per la verità che traspare dalle sue canzoni e per l’emotività che trasmette quando è sul palco. In Italia oltre ai grandi cantautori del passato mi piacciono Dargen D’Amico, Marracash, Tiziano Ferro, Zibba”.

Stai lavorando all’allestimento dei live?

“Stiamo imbastendo il lavoro, partendo dalle canzoni, per organizzare poi i live nel 2018. Ci sarà qualche appuntamento anche prima della fine del 2017, farò sicuramente dei concerti alla Salumeria della Musica”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...