Il blues in ricordo di Maurizio Bestetti: sabato 24 febbraio il concerto-tributo allo Spazio Teatro 89

Nell’ambito della rassegna Milano Blues 89 era previsto il ritorno nella “sua” Milano di Maurizio Bestetti con i Blues Power: purtroppo, a inizio gennaio, l’artista meneghino è prematuramente scomparso all’età di 66 anni. La sua musica, tuttavia, non se n’è andata con lui e, per ricordarlo, la rivista Il Blues, in collaborazione con Spazio Teatro 89, Blues Made In Italy e A-Z Blues, si è attivata per coinvolgere in una serata-tributo molti degli artisti che hanno avuto il piacere di suonare e conoscere “il Best”, con l’obiettivo di rendergli un doveroso omaggio. Così, sabato 24 febbraio (ore 21.30; ingresso 10-13 euro) l’auditorium polifunzionale di via Fratelli Zoia 89 ospiterà un concerto che, nelle intenzioni degli organizzatori, sarà l’occasione per dirgli addio gioiosamente, in quella Milano che lo stava aspettando e in cui non vedeva l’ora di suonare, la città che lo vide nascere musicalmente tanti anni fa con la Tre Castelli Blues Band, in seguito con i RockGoredo, poi con Cooper Terry e, infine, con i Blues Power. La musica, e il blues in particolare, sarà la colonna sonora ideale per l’ultimo saluto al “Best” che, nonostante il suo carattere schivo e “brontolone”, aveva una sensibilità particolare, condita sapientemente dall’irriverenza meneghina che lo ha sempre accompagnato.

Il concerto-omaggio è stato organizzato rispettando le volontà della moglie Raffaella Ferrari e l’intero incasso della serata sarà devoluto alla famiglia del “Best”. Molti artisti del panorama nazionale hanno già confermato la loro partecipazione: i fratelli Marco e Franco Limido, Gigi Cifarelli, Lillo Rogati, Michael Loesh, Enrico Tommasini, Carlo Fassini, Ubi Molinari e Dan Martinazzi, ma altri musicisti potrebbero aggiungersi nelle prossime ore.
Milanese di nascita, Maurizio Bestetti era entrato nel 1970 a far parte del leggendario gruppo di Cooper Terry (esperienza durata ben 5 anni), per passare poi ad una serie di esperimenti nei tre successivi anni di pausa dal blues, al quale tornò insieme a Gigi Cifarelli e Michele Bozza nel progetto Tre Castelli Blues Band, la celebre house band del Capolinea, noto tempio del jazz milanese. Nel frattempo Maurizio affiancò di nuovo l’amico Cooper Terry nella Blue Phantom Band e, successivamente, maturò diverse e sempre più stimolanti collaborazioni con artisti del calibro di Louisiana Red, Tony Scott, Louis Hayes e Aida Cooper. Nel 1994, grazie all’incontro con il bassista Gigi Bonomelli e con il percussionista Riccardo Orsi, Maurizio abbandonò ogni forma di rock blues e rhythm’n’blues per concentrarsi sul suono tradizionale del Downhome Blues con il trio semi-acustico Blues Power, con il quale fece un interessante excursus nella musica del Delta del Mississippi e del primo periodo del Chicago Blues, riportando in vita vere leggende come Blind Willie Johnson, Robert Johnson e Tampa Red, messi in ombra in quel periodo dal blues di matrice più rock. Con la Blues Power band Bestetti ha accompagnato artisti di fama internazionale, tra cui Carl Wyatt, Louisiana Red, Chicago Bob Nelson, Lincoln Beau Beauchamps, Blue Lou Marini, John Tropea, Rusty Nube, Eric Udel, Lee Winkelstein, Larry Farrell e Bob Margolin.
Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...