“A Sua Immagine” dopo Santa Croce in Gerusalemme, prosegue il pellegrinaggio delle sette chiese

“A Sua Immagine” dopo Santa Croce in Gerusalemme, prosegue il pellegrinaggio romano, reso celebre da san Filippo Neri, che la devozione popolare ha ribattezzato come “il pellegrinaggio delle sette chiese”. Nella puntata in onda Sabato 3 marzo alle 15.55 su Rai1 si parla di questa tradizione devozionale importantissima per la città eterna, che si svolge anche durante la Settimana Santa, dal Giovedì al Sabato, uno dei motivi per cui il programma affronterà questo tema proprio in periodo di Quaresima.
Lorena Bianchetti con il professor Vittorio Maria de Bonis, esperto d’arte, faranno conoscere la via delle sette chiese. Padre Rocco Camillò, preposito della Congregazione dell’Oratorio San Filippo Neri di Roma, racconta di come il primo pellegrinaggio fu compiuto proprio nel 1551 da San Filippo Neri e da un gruppo di suoi seguaci. Di come nacque l’idea di questo percorso devozionale e come vennero scelte le sette Basiliche. Alle 16.15 appuntamento speciale per “Le ragioni della speranza”. In questa puntata don Marco Pozza prosegue il viaggio in Terra Santa insieme ai pellegrini della diocesi di Ozieri e a don Giovanni Biallo dell’Opera Romana Pellegrinaggi. Si partirà dal muro di Betlemme e, passando il checkpoint, si entrerà nella città Gerusalemme, con i suoi quartieri e i suoi colori. Dopo una breve sosta al Muro del Pianto, il commento al vangelo di questa domenica si chiuderà al Cenacolo. Questa puntata, prima e seconda parte, andrà in replica su Rai1, la domenica dalle 6 alle 6.30. www.asuaimmagine.rai.it –asuaimmagine@rai.it.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...