Musica: addio a Gino Santercole

Si è spento la notte scorsa a 77 anni il cantautore e attore Gino Santercole, nipote e cognato di Adriano Celentano. Nato nel 1940, ha esordito come cantante solista nel 1964 con “Attaccata al soffitto/Se vorrai”. Dopo aver fatto parte della band I Ribelli,  prosegue la sua carriera solista con due grandi successi: “Stella d’argento” e “Questo vecchio pazzo mondo”, cover di ‘Eve of Destruction’ di Barry McGuire con cui Santercole partecipa al Cantagiro 1967. Nel 1966 prende parte al Festival di Sanremo, presentando con Celentano ‘Il ragazzo della via Gluck’, insieme a Ico Cerutti e Pilade, con la denominazione Trio del Clan. L’anno successivo partecipa al Festival di Zurigo con ‘La lotta dell’amore’. Da compositore Santercole ha scritto alcune tra le più celebri canzoni della musica italiana come “Una carezza in un pugno” o “Svalutation”, e ha contribuito alla realizzazione delle colonne sonore di film come “Yuppi du” o “Segni particolari: bellissimo”. Da attore è stato diretto da registi prestigiosi come Pietro Germi, Dino Risi, Mario Monicelli, Giuliano Montaldo, Luigi Comencini e Luciano Salce.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...