BUON FERRAGOSTO, TRA TRADIZIONI E DIVERTIMENTO

Il 15 agosto si celebra Ferragosto, la giornata più calda dell’estate, in cui al mare, in montagna o in città gli ingredienti sono festa, musica, divertimento, grigliate, gavettoni e cocomero.

E’ una festa che ha origini antichissime. In prossimità del 15 di agosto infatti Sirio, la stella del mattino, comincia ad essere visibile all’alba e segna l’inizio del riposo delle piante e la fine del raccolto. Il nome “Ferragosto” deriva dall’imperatore Ottaviano e più precisamente da feriae Augusti, il riposo di Augusto, in cui si celebrava la fine dei lavori agricoli. Nel 18 a.C., l’imperatore romano Ottaviano, proclamato dal Senato romano “augusto”, ossia “venerabile e sacro”, dichiarò che tutto il mese di agosto sarebbe stato festivo e dedicato alle Feriae Augusti, una serie di celebrazioni solenni, la più importante delle quali cadeva il 13 ed era dedicata a Diana, patrona del legno, delle fasi lunari e della maternità.

La festa si celebrava nel tempio dedicato alla dea sull’Aventino ed era una delle poche occasioni in cui i Romani di ogni classe, padroni e schiavi, si mescolavano liberamente. Il cristianesimo ha ripreso e rielaborato i significati di queste antiche feste con la celebrazione dell’Assunzione in Paradiso della Vergine Maria, che simboleggia la morte e la rinascita. Molte delle tradizioni derivano proprio da questi antichi significati, come l’accensione di un falò, che simboleggia la luce, o i giochi d’acqua, che rappresentano la purificazione; acqua, fuoco e antichi riti sono alla base di tutte le feste popolari che si svolgono in Italia.

Vengono celebrate in tante città grandi processioni in onore dell’Assunzione di Maria in cielo. Tra le più famose ricordiamo quella di Palermo dove la statua è portata dai ragazzi e quella di Sassari dove i candelieri fanno il giro della città. Anche a Genova la processione di Ferragosto è molto sentita, così come a Milano, in Abruzzo e in Puglia, dove il Ferragosto viene festeggiato con spettacolari fuochi artificiali.

A Torino, nella vecchia capitale d’Italia, le celebrazioni per l’Assunzione della Vergine si svolgevano alla Chiesa della Madonna del Pilone, vicino al fiume Po. I Torinesi per l’occasione consumavano quello che oggi chiameremmo un picnic al Parco del Valentino o fuori casa e finivano la giornata con un bagno al fiume. La festa prendeva perciò il nome di Festa dle pignate a la Madona dél Pilòn (Festa delle pentole alla Madonna del Pilone).

In Toscana sono due gli eventi che richiamano molti turisti: il più famoso è il Palio di Siena, che si corre ogni anno il 16 agosto ma in origine dedicato alla Madonna Assunta e corso a Ferragosto e il Palio dell’Argentario, un’antica regata remiera con 4 battelli che rappresentano i rioni cittadini di Porto Santo Stefano, da cui parte la gara.

A Roma e nel centro Italia sono diffusissimi i giochi con l’acqua, come l’albero della cuccagna in spiaggia. Fino a due secoli fa, inoltre, nella capitale si inondava Piazza Navona, che diventava una sorta di campo di battaglia acquatico.

Ad Avellino vi sono numerose celebrazioni che iniziano a fine luglio e terminano il 15 agosto con la processione del simulacro della Vergine e bellissimi fuochi d’artificio. Dai primi del mese fino a metà agosto si festeggia anche in provincia di Caltanissetta, a San Cataldo, dove l’ultimo giorno si celebra con ventuno colpi di cannone. A Maiori, si celebra la festa di Santa Maria a Mare, uno degli appellativi con cui la Chiesa cattolica venera la madre di Gesù. Il nome deriva da una leggenda che narra che nell’Ottocento alcuni pescatori trovarono nelle acque di Castellabate una statua raffigurante Maria e il Bambino Gesù. Lo stesso culto di Santa Maria a Mare è diffuso anche a Santa Maria di Castellabate. Infine, il 15 agosto si celebra anche la festa patronale di Ercolano.

A Messina invece il 15 agosto due enormi statue di cartapesta, chiamate il gigante Grifone e la gigantessa Mata, attraversano la città: leggenda vuole che il saraceno Grifone si fosse innamorato di una bella messinese, Marta, da cui Mata, che accettò di sposarlo solo dopo la sua conversione al cristianesimo; secondo altre interpretazioni le due statue simboleggiano invece un rito più antico e sono la personificazione di Saturno, divinità romana dell’agricoltura e dei cicli della natura, e Cibele, antichissima divinità adorata come Grande Madre. Sempre a Messina la sera di Ferragosto ha luogo anche la processione della Vara, una grande macchina di forma piramidale che simboleggia l’ascensione della Vergine dalla sua tomba, nella parte bassa, alla figura di Cristo in cima.

A Sarteano, il 15 agosto si tiene la celebre Giostra del Saraceno dove cavalieri appartenenti alle contrade si misurano in giochi di abilità la cui storia affonda nei secoli. La più celebre delle “giostre”, quella di Arezzo, si svolge qualche giorno prima, il 7 agosto. A Fermo, fin dal 1182 si tiene la Cavalcata dell’Assunta, considerato il più antico fra i Palii d’Italia, mentre a Pozzuoli l’Assunta è celebrata con una sentita processione che attraversa le vie del centro storico durante la mattina: dopo pranzo, invece, al Molo Caligoliano, i giovani della città si sfidano nel salire su “O Pennone“, un palo cosparso di sapone. A Montereale, piccolo e storico borgo in provincia di L’Aquila, la gara fra i diversi concorrenti assume la curiosissima ed originale forma di una sfida poetica a colpi di rime rigorosamente a braccio che si tiene di fronte all’Abbazia della Madonna in Pantanis.

Oltre alla grandezza dei festeggiamenti religiosi, ci sono anche quelli pagani con tante feste e fiere, con concerti in cui i più famosi e prestigiosi cantanti animano la serata o con le tradizionali gite fuori porta con parenti e amici. Tradizione è fare gli Auguri nella giornata di Ferragosto perché nell’antica Roma i lavoratori che li porgevano ai propri padroni, ricevevano delle ricompense come ad esempio una sostanziosa mancia.

Passiamo ai piatti tipici del 15 agosto. Oltre a grigliate e cocomero, i piatti della tradizione di Ferragosto sono il piccione arrosto, una consuetudine importata dalla Francia ai tempi di Carlo Magno ed ancora diffusa in diverse zone dell’Italia, il Gelo di Melone (gelu du muluna) o anche di anguria, un tipico dolce al cucchiaio che si prepara in Sicilia, mentre a Roma il ricco pranzo tradizionale ferragostano vede come protagonisti le fettuccine con i fegatini, il pollo in umido con peperoni e l’immancabile cocomero. In diverse regioni del centro è poi diffusa la consuetudine di sfornare in occasione dell’Assunta dolci e ciambelle all’anice: è il caso per esempio dello Zuccherino montanaro di Grizzana, in provincia di Bologna, o del Biscotto di mezzagosto di Pitigliano, nei pressi di Grosseto.

Molti fatti storici importanti sono accaduti proprio nel giorno di Ferragosto: nel 1483, a Roma, papa Sisto IV consacrò la Cappella Sistina, dedicandola all’Assunta; nel 1620 la Mayflower, la nave con a bordo i Padri Pellegrini diretti in America del Nord, salpò dal porto di Plymouth; nel 1915 il Giappone inviò un ultimatum alla Germania (Prima Guerra Mondiale); nel 1961, durante la Guerra Fredda, l’esercito della Repubblica democratica tedesca iniziò a costruire il muro di Berlino.
Il Ferragosto è presente anche in molti film italiani, tra cui “Il Sorpasso” di Dino Risi del 1962 e “Il pranzo di Ferragosto” di Gianni Di Gregori del 2008.

Cosa accade a Ferragosto in altri Paesi del mondo?
In Canada il 15 agosto si celebra l’Acadian Day, festa dedicata all’Acadia, la prima colonia francese dell’America settentrionale. Gli abitanti di quest’area decisero di prevedere una festa nazionale in onore di Maria, la quale è simboleggiata anche dalla stella d’oro posta sulla bandiera della regione, adottata ufficialmente il 15 agosto 1884.

In Irlanda, in lingua gaelica, l’Assunzione viene detta “Féile Mhuire ‘sa bhFomhar” ed è una festività che ha da sempre una particolare importanza. Un’antica leggenda vuole che il bagno in mare il giorno di Ferragosto abbia un effetto benefico per la salute; in passato, impiegati e servi nelle contee di Limerick e Kerry includevano negli accordi con i padroni la previsione della festività dell’Assunzione in modo da poter prendere parte al rituale.

Lontano da ricorrenze religiose, il 15 di agosto in India si celebra il Giorno dell’Indipendenza dalla Gran Bretagna, conquistata nel 1947. Tale ricorrenza ha ottenuto una risonanza mondiale soprattutto grazie all’impegno di Mahatma Gandhi, che tra gli anni ’20 e ’30 guidò milioni di persone in una campagna di disobbedienza civile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...