Intervista con Giovanni D’Angella, in scena il 15 ottobre al Teatro Manzoni di Milano con “Essere o Benessere”: “Non basta la predisposizione o il talento, far ridere la gente è un lavoro serio”

Dopo i successi televisivi di Colorado su Italia 1 ed Eccezionale Veramente su La7, dove ha interpretato il celebre personaggio del Pigro, e le precedenti esperienze a Zelig Off, Zelig Circus, Tu Si Que Vales, Metropolis e il Comedy Tour su SKY, Giovanni D’Angella approda su uno dei palchi piu’ prestigiosi di Milano, quello del Teatro Manzoni, lunedì 15 ottobre alle ore 20,45, con “Essere o Benessere”, uno spettacolo comico con l’energia di un concerto rock grazie alla musica live de I Fatti Così (Gianluca Turconi, Marcello Calcagnile e Fazio Armellini), incentrato sull’eterna lotta tra il bene ed il benessere, in cui ogni spettatore ritroverà completamente se stesso e la propria quotidianità.

Abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con il simpaticissimo Giovanni D’Angella, ecco cosa ci ha raccontato.

Buongiorno Giovanni, il 15 ottobre sarai in scena nella splendida cornice del Teatro Manzoni di Milano con lo spettacolo “Essere o Benessere”…

“E’ un onore recitare in un teatro così prestigioso e longevo, e spero che dopo questo importante appuntamento “Essere o benessere” possa girare per tutta l’Italia perchè merita di essere visto”.

Ci racconti di cosa parla lo spettacolo?

“Parla della lotta tra il bene e il benessere perché mi sono accorto, lavorando con i miei autori, che ciò che ci piace e ci dà piacere non fa rima con benessere. E quindi c’è questo grosso conflitto che si evince in tantissimi aspetti della nostra vita: ad esempio quando ci sediamo a tavola a mangiare quello che ci fa bene sono i broccoli ma a me piace il gelato, oppure mi piace stare sdraiato sul divano però ci fa bene andare a correre. Insomma il benessere è faticoso, e allora da questa riflessione semplice ma con dei punti di vista molto originali è nato uno spettacolo che parla della vita di tutti”.

giovanni d'angella essere o benessere low 2

Un motivo per andare a vedere “Essere o benessere” a teatro…

“Perché si ride tantissimo, è uno spettacolo geniale nella sua semplicità e perché ho  voglia di avere di fronte tante persone che apprezzano il tempo che gli altri dedicano loro. Per questo metterò tutta la mia energia e la mia empatia per far stare bene, visto che si parla di benessere, per 90 minuti gli amici del pubblico”.

Sarai poi in scena con tua moglie Penelope Landini nello spettacolo “Un sacco di risate”…

“Come nel Landella Live io e Penelope vestiamo i panni di presentatori e siamo anche i direttori artistici di questi format perché oltre a condurli li realizziamo, io li scrivo sempre con gli stessi autori di Essere o Benessere che sono Riccardo Piferi e Giuseppe Della Misericordia. Nei varietà io e Penelope ospitiamo dei comici provenienti da Zelig e Colorado, infatti questo format prevede oltre alla comicità anche la musica dal vivo, le parodie, gli sketch musicali. E’ uno spettacolo a tutto tondo, un varietà comico”.

Penny-Giovanni_170628_228

Questa estate insieme a tua moglie Penelope hai creato la docu-fiction “Landella Wedding” sul canale Youtube, che ha riscosso un grande successo… 

“Abbiamo documentato tutte le fasi di preparazione del nostro vero matrimonio, perché il 22 settembre 2018 io e Penelope ci siamo sposati e in sedici video abbiamo ripercorso la realizzazione della festa. La docu-fiction ha avuto un buon successo calcolando che il canale e la pagina sono nate per questa occasione, non eravamo su Youtube o sui social con Casa Landella, quindi ci ha fatto piacere a livello professionale e umano vedere che tante persone ci hanno seguito e accompagnato in un giorno così importante e irripetibile purtroppo”.

Quando hai scoperto la tua predisposizione per la comicità?

“Ai tempi della scuola elementare mi accorgevo che avevo un senso dell’umorismo sviluppato e mi divertiva vedere gli altri ridere, apprezzavo la comicità e già da piccolissimo consumavo i film di Totò e di Stanlio e Ollio. Da lì mi sono appassionato al teatro comico, a quello napoletano di Troisi fino a quello nazionale, con attori come Benigni, e ho capito che mi sarebbe piaciuto fare quel lavoro. Poi ho dovuto studiare perché non basta la predisposizione o il talento, andare a far ridere la gente è un lavoro serio”.

Far ridere la gente è l’impresa piu’ difficile. Qual è il segreto?

“Intanto parlare di argomenti che siano condivisibili. A volte ciò che ci fa soffrire è il terreno ideale per sviluppare l’ilarità, la battuta e quindi il sorriso. Poi osservare molto quello che ci circonda e trovare il modo per entrare in empatia e sdrammatizzarlo perché le cose che maggiormente creano spunti per la mia comicità sono i conflitti, le difficoltà e le problematiche che mi trovo ad affrontare ogni giorno”.

0_6l7ujwle

Anche il Pigro, uno dei tuoi personaggi piu’ famosi, è nato dal tuo sguardo sulla quotidianità?

“Il Pigro nasce dalla sofferenza di dover fare delle cose, di dover far fatica. L’esasperazione di questo tratto è comune a tutti ma molto marcato negli adolescenti e io mi ricordo quanta indolenza avevo da adolescente. Mi sono accorto che la tecnologia negli anni ha ingigantito questa voglia di non fare, così mi sono documentato ed è nato un personaggio secondo me straordinario, perché quello che fa tanto ridere al di là dell’interpretazione molto caricata e caratterizzata, è che ognuna delle persone che ho incontrato mi dice “mi ricordi mio figlio, mio marito”. La verità che emerge è potente. Se uno riconosce qualcosa che ha attinenza con la propria vita diventa il primo elemento perché nasca un sorriso”.

Prossimamente ti rivedremo anche in tv?

“Questo non è un periodo felice per la televisione e per i programmi comici, ma a breve ripartirà Zelig Time che dovrebbe andare in onda sul Canale 8, quindi torniamo sulle reti Mediaset da fine ottobre e io sarò uno dei monologhisti, mi vedrete sia nei panni del Pigro sia in quelli di Giovanni D’Angella”.

Giovanni D’Angella sarà a teatro con la moglie Penelope Landini nelle seguenti date:

18 ottobre – Teatro Giuditta Pasta (Saronno) con UN SACCO DI RISATE

20 Ottobre – Auditorium Locate Triulzi (Milano) con UN SACCO DI RISATE

9 Novembre – Teatro del Meloncello (Bologna) con LANDELLA LIVE

23 novembre – Auditorium di Rho (Milano) con UN SACCO DI RISATE

10 novembre e 31 dicembre – Teatro De Sica Peschiera Borromeo (Milano) LANDELLA LIVE

di Francesca Monti

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...