TEATRO MANZONI: Al via la decima edizione di Personaggi e Protagonisti: Incontri con la Storia® – Colpevole o Innocente? ideato e curato da Elisa Greco

Dopo il successo delle precedenti edizioni, riparte la nuova stagione del format Personaggi e Protagonisti: Incontri con la Storia® – Colpevole o Innocente? ideato e curato da Elisa Greco in scena al Teatro Manzoni di Milano a partire da lunedì 29 ottobre con lo spettacolo Marco Pannella Colpevole o Innocente?

La stagione de La Storia a processo proseguirà lunedì 26 novembre – in concomitanza con la Giornata internazionale della violenza sulle donne – con l’iconica protagonista della serie Millennium Lisabeth Salander, mentre il 21gennaio sarà la volta di Elisabetta I° d’ Inghilterra per poi concludere il ciclo con il Caso Charlie Hebdo lunedì 4 marzo.

Il Processo a teatro
Il format pone al centro della scena un protagonista che ha segnato le pagine della nostra storia, ne racconta la vita pubblica e privata, focalizzando l’attenzione sulle poliedriche sfaccettature che ogni personaggio, ogni protagonista porta con sé. “Il format, giunto alla decima edizione – commenta l’autrice e curatrice Elisa Greco – pone al centro della scena la Storia e la Politica scandagliando, tra l’ironico e il divertente, il serio e l’approfondimento, l’arguto e il leggero che non diviene mai banale, l’animo, la vita, le azioni pubbliche di un Protagonista che ne è stato l’espressione”.
A confrontarsi sul palcoscenico del Teatro Manzoni, in una scenografia evocativa di un’aula giudiziaria, saranno magistrati, avvocati, giornalisti, personalità della cultura e della società civile che interpreteranno “a braccio” i ruoli di Presidente della Corte, Pubblico Ministero, Avvocato Difensore, Imputato e Testimoni, esponendo le loro tesi contrapposte secondo l’articolazione del dibattimento processuale.
Il Presidente della Corte sarà sempre interpretato da una figura rappresentativa del modo del diritto o della cultura che, illustrando in apertura i capi di imputazione con riferimento ad articoli precisi del codice penale, regola il contraddittorio consentendo alle parti di esporre le proprie considerazioni.
I singoli interventi, pur nel loro essere “a braccio”, si rivelano frutto di una precedente approfondita documentazione da parte degli interpreti che danno poi vita ad un dibattimento unico e irripetibile al termine del quale è il Presidente della Corte, raccolte le argomentazioni contrapposte, indìce la votazione del pubblico che, nel ruolo di Giuria Popolare, esprimerà il verdetto votando per la colpevolezza o l’innocenza dell’imputato. Il processo si conclude poi con la proclamazione del verdetto finale, accompagnato da una valutazione di carattere giuridico.

Elisa Greco – ideatrice e curatrice del format
“Anche per questa stagione della Storia a Processo potremmo assistere a verdetti che possono sorprendere perché i temi che sottendono ai diversi Processi si aprono al confronto e alla dialettica. Non darei nessun verdetto per scontato cosi come sarà interessante cogliere la risposta e il sentimento del pubblico sui vari capi di imputazione”.

Mauro Gallina – Presidente ANM di Milano
“Confermo la convinta adesione dell’ANM di Milano all’ormai classico appuntamento rappresentato dall’iniziativa di e a cura di Elisa Greco “La Storia a Processo” che, se da un lato costituisce un prezioso strumento per avvicinare giovani e non alle tematiche del diritto e della responsabilità personale e sociale, dall’altro rappresenta per chi veste la toga una piacevole occasione per alzare un po’ la testa dallo studio delle carte e lasciarsi contaminare da scenari di più ampio respiro, attirare da dimensioni più profonde della realtà. Un’occasione da non perdere”.

Remo Danovi – Presidente Ordine degli Avvocati di Milano
“Processare la storia contribuisce alla formazione della coscienza critica dei giovani e dovrebbe tenere viva la memoria degli adulti. Oggi in troppi tendono a dimenticare le lezioni della storia: basti pensare, proprio in questi giorni, al centenario della conclusione (in quel caso vittoriosa per l’Italia, ma sempre tragica per i popoli europei) della Prima guerra mondiale e a cosa oggi rappresenti l’Europa, al di là dei suoi limiti, per la pace nel mondo. Processiamo pure la storia, dunque, per evitare che sia la Storia a processare noi”.

Fabio Roia – Presidente di Sezione Penale del Tribunale di Milano
“Attraverso i Processi alla Storia si affrontano anche tematiche di grande attualità sociale come l’uso del web, la Violenza contro le donne, l’attuazione di nuovi diritti”

Le edizioni milanesi del format Personaggi e Protagonisti: incontri con la Storia® Colpevole o Innocente? sono state patrocinate dall’Associazione Nazionale Magistrati di Milano e dall’Ordine degli Avvocati di Milano, in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

Si ringrazia per l’affettuoso sostegno nel corso delle varie edizioni DATASTAMPA, per il supporto sulla difesa del diritto d’autore Studio legale Minalegal Mina – Lanfranconi& Associati, per la comunicazione e media relation The Hive Project.

GLI IMPUTATI INIZIANO AD AFFILARE LE ARMI…

Pier Luigi Vercesi alias MARCO PANNELLA
“Sono felice di interpretare il ruolo di Marco Pannella perché è l’uomo politico del dopoguerra italiano che ha visto più lontano degli altri. Si è fatto carico di centinaia di polemiche e di accuse mentre portava avanti le sue idee, difficili da accettare al momento. Ora, se ci guardiamo indietro, quasi tutte le sue battaglie hanno contribuito a modernizzare l’Italia. Di quanti altri uomini si può dire lo stesso?”

Barbara Stefanelli alias LISBETH SALADER
“La compagna di Stieg Larsson rivelò una volta, in un’intervista al Guardian, quale fosse l’origine del personaggio di Lisbeth Salander. Da teenager lo scrittore svedese, da poco costretto a lasciare i boschi dove viveva con i nonni per raggiungere la vita cittadina con i genitori, fu spettatore di uno stupro di gruppo su una compagna. Nuovo della classe, intimorito dal branco, non fece nulla per opporsi. La memoria di quella vergogna e la rabbia per essere stato “dalla parte sbagliata” lo portarono a elaborare nel tempo la figura di questa ragazza che combatte i maschi sbagliati, quelli violenti, minacciosi, prevaricatori. E lo fa senza autocompiacimento, senza rimorsi, senza un’ombra di senso di colpa. Con la forza dell’intelligenza e dei muscoli. Consapevole di sé, non chiede protezione, ma riconoscimento e rispetto. Mi è sempre sembrata una giovane donna segno dei e speranza di tempi ancora difficili che, come ogni anno – il 25 novembre – torniamo a verificare scorrendo i numeri, le storie, le facce delle donne di ogni età abbattute dai femminicidi”.

Chiara Boni alias ELISABETTA I°

“Elisabetta è una donna che mi ha sempre affascinato perché ha esercitato a lungo il potere in un periodo in cui le donne erano relegate in casa o all’ombra degli uomini Ha governato l’Inghilterra difendendola dagli attacchi religiosi, mercantili e politici e riuscendo anche a seguire una sua idea di pace. Ed è riuscita a farlo addirittura senza stringere le alleanze per via matrimoniale come andava di moda all’epoca. Una donna indipendente che ha difeso l’autonomia del suo Paese. Senza però isolarlo come sta avvenendo ora con la Brexit”.

Il caso CHARLIE HEBDO

Per la prima volta l’accento si sposta da un personaggio ad un “caso” che in varie occasioni ha scosso le nostre coscienze: allora ci domanderemo insieme se la Satira può essere considerata Colpevole o Innocente? Ugualmente ci chiederemo quali sono le sensibilità, quali gli interlocutori a cui rivolgersi e qual è quel filo sottilissimo su cui procedere senza cadere. Esiste una linea da non oltrepassare ma soprattutto chi definirebbe tale linea? Come sempre al pubblico spetterà l’ultima parola

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...