Greenpeace Italia e Noemi insieme in un video contro la deforestazione causata dalla produzione indiscriminata di olio di palma

Greenpeace Italia ha pubblicato il video di Greenpeace International contro la produzione indiscriminata di olio di palma, censurato dalle tv della Gran Bretagna perché considerato troppo politico, dopo che la catena dei supermercati Iceland lo aveva scelto per il suo spot natalizio.

Il cartoon originale ha la voce dell’attrice Emma Thompson mentre in quella italiana è doppiato dalla cantante Noemi (con la direzione del doppiaggio affidata a Myriam Catania), che ha prestato la sua voce alla Campagna di Greenpeace volta a raccontare il dramma della deforestazione causata dalla produzione intensiva di olio di palma.

L’emozionante video racconta la storia di una bambina e di un piccolo orango minacciato dall’espansione indiscriminata delle piantagioni di palma da olio: quelle che ogni giorno causano la distruzione di ettari di foresta pluviale e mettono gli oranghi in pericolo. Ma è anche la storia di un’amicizia e di una soluzione possibile.

“Le grandi multinazionali del cibo vogliono continuare a produrre e vendere sempre più olio di palma. Ma la foresta non è un discount: per piantare palma da olio ogni giorno vengono distrutti ettari di foreste e animali unici come gli oranghi rischiano l’estinzione.
La produzione industriale di olio di palma distrugge il Pianeta: le aziende devono assumersi le loro responsabilità”, spiega Greenpeace Italia. “L’olio di palma è presente in gran parte dei prodotti che acquistiamo. È una materia prima a basso prezzo per le multinazionali che lo commerciano, ma il suo prezzo reale è molto più alto: per poter espandere in maniera indiscriminata le piantagioni di palma da olio (dal cui frutto si ricava l’olio di palma), le torbiere vengono drenate, le foreste vengono bruciate e gli animali perdono il loro habitat naturale. Inoltre queste piantagioni sorgono su terreni che le multinazionali sottraggono -a volte anche con violenza- alle popolazioni locali. Chi lavora queste terre è vittima di sfruttamento ed esposto a pericolosi pesticidi”.

Per firmare la petizione e chiedere alle multinazionali di non acquistare più olio di palma prodotto a discapito delle foreste e dei diritti umani https://goo.gl/vUbXtf

Qui il video:

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...