Intervista con Nick The Nightfly: “Il nuovo disco Be YourSelf è un viaggio in musica tra gli stili che mi hanno influenzato negli ultimi anni”

“Be YourSelf” è il nuovo album di inediti del disc jockey e musicista britannico, nonché storica voce di Radio Monte Carlo, Nick The Nightfly (Incipit Records / Egea Music / Edel Italy), anticipato in radio dell’omonimo singolo.

“Be YourSelf” contiene 12 brani più due bonus tracks, tutti scritti e prodotti dallo stesso artista, in cui figurano importanti collaborazioni con gli Incognito, Fabrizio Bosso, Paula Morelenbaum e tantissimi altri nomi che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale. Un’ora di intense “good vibrations” che raccontano la storia artistica e personale di questo versatile musicista attraverso tanti stili diversi, frutto delle influenze di luoghi bellissimi, dal Brasile a Parigi, da New York all’Italia, artisti e soprattutto sonorità che accompagnano la storica voce di Radio Monte Carlo sin dagli inizi del programma “Monte Carlo Nights” nel 1989.

Questa la tracklist di “Be YourSelf”: “Paris (Nicola Conte Rework)”, “Oh Lord”, “Winds Of Change (Feat. Incognito)”, “Be YourSelf”, “This Is The Life”, “Brazil”, “Old Friends”, “Riding On A Train”, “New York”,  “Shine A Light”, “Chicago”, “Tonight”.  Bonus tracks: “The Shadow Of Your Smile”, “Winds Of Change (Incognito-River Thames Soul remix)”.

Dopo i due live al Blue Note di Milano il disco sarà presentato dal vivo il 15 dicembre a Palermo (Teatro Santa Cecilia) e dal 28 dicembre al 1 Gennaio 2019 ad Orvieto (Umbria Jazz Winter).

BE YOURSELF - COVER LOW (1)

Ciao Nick, è uscito il tuo nuovo disco “Be YourSelf”. Cosa ci racconti a riguardo?

“Come musicista ho sempre tanti progetti in testa, ho sempre voglia di fare dischi, e in questo momento sto già pensando ad altre cose. Avevo messo insieme delle canzoni che mi piacevano e sono andato in studio con il mio quintetto di musicisti. Così è nato “Be Yourself””.

Un disco che potremmo definire un viaggio musicale tra le sonorità del mondo…

“Sì, è un viaggio negli stili che mi hanno influenzato molto negli ultimi anni. La musica brasiliana ad esempio mi piace tantissimo, ho incontrato tanti artisti brasiliani e Brazil è un mio omaggio  a questo Paese e a Rio de Janeiro ma anche ad alcuni grandi cantanti come Jobim, Chico Buarque. In Brazil c’è la collaborazione con la cantante brasiliana Paula Morelenbaum che ha lavorato per dieci anni con Jobim, perciò è stata una grande emozione averla nel mio disco. Ci sono poi un singolo dedicato a Tony Bennett, New York, che è la casa della musica jazz, un pezzo swing dedicato a Chicago, un brano che si chiama Paris, dedicato a una città romantica come Parigi e una canzone scritta pensando al mio primo gruppo ai tempi della suola che si chiama Old Friends. Questo album è un viaggio che attraversa tanti Paesi fino ad arrivare alla Scozia, la mia terra d’origine e alla mia amata Italia”.

Cosa ci racconti invece delle collaborazioni con gli incognito e con Fabrizio Bosso?

“Gli Incognito sono un gruppo che ho fatto conoscere in Italia a partire dagli anni Novanta nel mio programma su Radio Monte Carlo, siamo diventati amici in questi anni e ci siamo detti che volevamo fare qualcosa insieme e finalmente è arrivato il momento. Abbiamo cantato insieme in Winds of Change e il risultato è stato bellissimo. Fabrizio è un artista che stimo da tanti anni, aveva suonato anche nel mio disco precedente e mi piace molto la sua sensibilità artistica, è un grande jazzista ma è capace di leggere i vari stili musicali con un’empatia straordinaria”.

C’è una traccia del disco a cui sei piu’ legato?

“Ce ne sono tante ma il brano che dà il titolo al disco, Be YourSelf, è il mio preferito perchè è un inno alla felicità, è una pillola contro le giornate grigie e buie, quando canto questo pezzo dal vivo vedo la gente sorridere e cominciare a ballare, ha un mood spensierato e anch’io quando sono un po’ giu’ cantandolo mi sento meglio. La vita di ognuno di noi oggi è difficile, è piena di complicazioni perciò ogni tanto è bello prendersi qualche minuto per se stessi, questo brano è un buon antidoto contro il malumore, è un pezzo allegro e semplice”.

Nel tuo programma in onda su Radio Monte Carlo “Monte Carlo Nights” in questi anni hai ospitato tantissimi artisti italiani e internazionali. Ce n’è uno che ti è rimasto piu’ nel cuore?

“Sì, mentre ti parlo sto guardando un manifesto di Pino Daniele, lui è rimasto nel mio cuore e quando sento la sua musica è come se fosse ancora qui con noi. E’ stato ospite diverse volte nel mio programma ed è sempre stata un’emozione. Mi manca tanto. Una volta è venuto in radio per un’intervista e mi ha portato una canzone pensata per me Le onde del mare con lui che suonava la chitarra sopra le onde del mare e mi ha detto Nick questo è un pensiero per te, questo sono io che suono”.

Per il prossimo anno stai programmando un tour?

“Adesso ci concentriamo su questi appuntamenti pre-natalizi, l’anno prossimo invece faremo un tour per l’Italia per presentare questo nuovo progetto, con date nei club, nei teatri e parteciperemo anche ad alcuni festival. Amo molto viaggiare e suonare in diversi posti. Non vedo l’ora”.

di Francesca Monti

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...