“Danza con me” di Roberto Bolle, in onda martedì 1 gennaio alle 21.25 su Rai1: “E’ uno show speciale e unico al mondo”. Le novità di questa edizione e gli ospiti. Foto e video

Danza, arte, musica, eccellenza italiana sono gli ingredienti di “Danza con me”, il grande show di Roberto Bolle, in onda martedì 1 gennaio alle 21.25 su Rai1. Dopo il successo di critica e pubblico dell’edizione dello scorso anno e dopo aver vinto il Rose D’Or come miglior programma di entertainment a livello europeo, l’“Étoile dei due mondi” porta nuovamente la danza in prima serata con uno show, prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi Multimedia e Artedanza, che unisce ballo e contemporaneità, classicità e innovazione, arte e ironia.

Centrale in questa edizione l’elemento narrativo che arricchisce la danza con storie e racconti: una ‘danza parlata’ che si avvale della collaborazione ai testi dello scrittore Stefano Massini ed è affidata allo stesso Roberto Bolle e ai suoi amici e ospiti ‘narratori’. A tenere le fila del programma Pif – Pierfrancesco Diliberto. Ad affiancarlo, Valeria Solarino e un ricco parterre di ospiti: Stefano Accorsi, Fabio De Luigi nelle insolite vesti di esperto di danza, Luca e Paolo, Ilenia Pastorelli, e poi i “Moschettieri del Re” Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo. E Cesare Cremonini, con il quale Roberto Bolle duetterà in modi inaspettati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto FM

Ad aprire la presentazione è stata la direttrice di Rai 1 Teresa De Santis, in collegamento telefonico: “Danza con me ha per noi un duplice valore: illumina Rai 1 con la bellezza e aiuta a superare l’idea polverosa e antica che si ha della danza. Roberto Bolle ha fatto vivere la danza in luoghi diversi e l’ha fatta conoscere a un pubblico ancora piu’ vasto. Nel 2018 ci sono stati grandi risultati d’ascolto, quasi 5 milioni di spettatori, questo ci fa capire quanto è stato importante il lavoro fatto“.

Claudio Fasulo ha raccontato alcune novità di questa edizione:Questa edizione di Danza con me è atipica, è uno storyboard, un film. Diamo 5 settimane di riprese e giriamo tutto come fosse un film, con tanta tecnologia e ogni passaggio è regolato e scritto sulla carta. Ci sono tanti ospiti importanti, è uno show unico al mondo con un talento assoluto come Roberto Bolle. Anche quest’anno abbiamo alzato l’asticella e andremo in onda il 1 gennaio, è una scelta augurale. Il nostro buon proposito è dimostrare che un tipo diverso di televisione è possibile. Voglio personalmente ringraziare la Ballandi Entertainment e Arte Danza“.

Quindi ha preso la parola Roberto Bolle:Sono felice e orgoglioso di presentarvi la nuova edizione di Danza con me. Innanzitutto ringrazio la Rai, Ballandi e voglio dedicare questa edizione a Bibi, lui ha sempre creduto in me quando nessuno credeva che avrei potuto fare un programma tv, io per primo. Ricordo che l’idea di Danza con me è nata dopo la mia partecipazione a Sanremo 2016. Senza Bibi e la sua visione lungimirante non saremmo qui a parlare di questo programma, che è fatto da un gruppo di lavoro molto affiatato, in cui ognuno ha dato il meglio di sé. E’ uno show dove c’è tanto impegno e tanta voglia di mettersi in gioco e superare i nostri limiti, perchè i limiti non esistono, siamo noi che ce li autoponiamo. Abbiamo un cast straordinario, con tanti ospiti, tra cui Cesare Cremonini, che è la punta di diamante, non solo è uno straordinario performer, ma si è messo in gioco e insieme faremo un omaggio ai musical iconici del Novecento. Pif sarà il mio compagno di viaggio in questa edizione. Ci sarà anche Alessandra Ferri con cui tornerò a ballare dopo tanto tempo, infatti è dal 2007 che non ci esibiamo insieme”.

Sono tante le novità di quest’anno:Innanzitutto gli studi sono quelli del Portello e speriamo che questo spazio possa trasformarsi in un punto creativo della Rai. Rispetto all’anno scorso ci saranno molti numeri corali in più e anche più allievi dell’Accademia. Abbiamo voluto dare un maggior peso ai testi, con una scrittura particolare che aiutasse il racconto. Quello che riscontro maggiormente e che ho visto anche con On Dance e con la premiazione della seconda edizione di Danza con Me con il Rose d’Or è un grande entusiasmo da parte della gente verso tanti tipi di balli diversi e un grande interesse anche da parte dei giovani. Per la prima volta quest’anno ci saranno due date all’Arena di Verona, il 16 e 17 luglio 2019. Mi auguro che anche questa trasmissione abbia lo stesso successo dell’anno scorso, ma il percorso credo sia segnato, è in atto un cambiamento a livello culturale. Sicuramente il successo dell’anno scorso mi ha dato una grandissima carica, la squadra è stata riconfermata in toto e da lì siamo ripartiti. Rispetto alla scorsa edizione in cui avevo timore di non saper fare alcune cose, quest’anno mi sono sentito più a mio agio in tv, ho voluto mettermi più in gioco e mi sono divertito. Credo di essere cresciuto rispetto all’anno scorso. Penso che Danza con me sia una trasmissione speciale e unica al mondo. Abbiamo imparato da quei punti che potevano essere migliorati: i testi, le scene di massa e una qualità ancora maggiore per chi è stato ospite. Abbiamo alzato l’asticella rispetto allo scorso anno“, ha dichiarato l’étoile dei due Mondi.

Fulcro di tutto, anche quest’anno, la grande danza di Roberto Bolle e dei suoi Friends – star internazionali del balletto – che si misurano con le coreografie contemporanee di grandi nomi come John Neumeier, Christopher Wheeldon, Wayne Mc Gregor, Christian Spuck e Mauro Bigonzetti. Non mancano le incursioni nel classico, con – tra tutti – Lo Schiaccianoci, nella versione pensata per le giovani dell’Accademia della Scala di Milano di Frédéric Olivieri. Tra le grandi partner di Bolle in questa nuova avventura Alessandra Ferri, con la quale si esibirà per la prima volta in tv in uno struggente passo a due. E poi Polina Semionova (Prima Ballerina del Teatro di Berlino e interprete del sensuale “Passage”), Melissa Hamilton (Prima Solista al Royal Ballet di Londra), Elisa Badenes (Prima Ballerina del Balletto di Stoccarda), Nicoletta Manni e Virna Toppi (entrambe Prime Ballerine del Teatro alla Scala di Milano) e Alexander Riabko (Primo Ballerino del Balletto di Amburgo).

Roberto Bolle si dedicherà poi alla sua “OnDance”, la grande festa della danza che ha istituito nell’estate del 2018 a Milano. Protagonisti delle ‘altre danze’ saranno anche Neguin, campione mondiale di street dance della Red Bull Bc One e Vincenzo Fesi & Remy Kouakou Kouame, acclamati danzatori di swing.

Tra i pezzi inediti un tributo a Niccolò Paganini, che diventa omaggio ad una città intera, Genova. Qui Bolle, coreografato da Mauro Bigonzetti, interpreta le 11 variazioni del Capriccio 24: una successione serrata di note ed emozioni che si rifà direttamente all’installazione della Mostra “Paganini Rockstar”, ideata e organizzata da Palazzo Ducale di Genova.

Come sempre attento alla contemporaneità e all’innovazione, anche in questo appuntamento Roberto Bolle giocherà con la tecnologia con un pezzo inedito per la tv italiana: un passo a due con una macchina – un braccio meccanico di oltre una tonnellata e mezza normalmente utilizzato nell’industria – che nell’interazione con l’Étoile rivela un animo antropomorfo, a tratti tenero: “E’ qualcosa di particolare che abbiamo voluto per sondare il rapporto tra uomo e macchina, che fa sempre più parte del nostro tempo. Era bello avere un robot come partner anzichè una persona, con cui fare questo duetto sulle note de La Cura di Battiato che regala un’emozione particolare. Con la macchina abbiamo creato una sincronia perfetta nei movimenti, una sorta di dialogo tra noi. Nel programma c’è ironia, ma ci sono anche momenti di riflessione come questo sulla modernità o come quello con Luca e Paolo dedicato a Genova e alla tragedia del Ponte Morandi“, ha concluso Bolle che ha confermato la seconda edizione della settimana della danza a Milano a maggio 2019 e che ha spiegato perchè questo show viene fatto in una sola puntata: “Fare due puntate vorrebbe dire sminuire l’ironia, la poesia, e l’intensità del programma“.

Tanti anche i contenuti extra per i social, con un “Libretto di Sala virtuale” nel quale trovare curiosità e informazioni sulla danza rappresentata.

“Danza con me” è realizzato negli spazi ex fieristici del Portello di Milano che hanno permesso la creazione di uno studio di oltre 1200 mq di superficie (60×20) e un palco principale di 300 mq, contribuendo così a riaccendere i riflettori su uno dei luoghi simbolo della città, presto al centro della riqualificazione annunciata dalla Rai.

DANZA CON ME è un programma di Roberto Bolle, prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi Multimedia e Artedanza srl, scritto da Roberto Bolle, Pamela Maffioli, Luca Monarca con Carlo Crocchiolo, Silvia Righini, Chiara Salvi. Collaborazione ai testi di Stefano Massini. La direzione artistica è di Roberto Bolle.  Le scene sono di Luca Sala. La fotografia è di Fabio Brera. La regia di Cristian Biondani. Ideazione Grafica e Messa in Scena Cristina Redini e Massimiliano Bettoni. Coreografie originali di Massimiliano Volpini. Musiche di Leonardo De Amicis. Direttore di produzione Antonio Fontana. A cura di Rita Verrecchia. Produttore Esecutivo Rai Sandra Nicola. Produttore Esecutivo Ballandi Claudio Tarquini.

di Francesca Monti

 

Annunci

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...