Ermal Meta, un 2018 da grande protagonista

Tra i grandi protagonisti musicali del 2018 c’è indubbiamente Ermal Meta, che ha trionfato al Festival di Sanremo con “Non mi avete fatto niente” insieme a Fabrizio Moro, con cui ha rappresentato l’Italia all’Eurovision, un brano contro il terrorismo in cui ci ricorda che “contro ogni terrore che ostacola il cammino il mondo si rialza col sorriso di un bambino”. Ermal ha pubblicato il disco certificato platino “Non abbiamo armi”, forse il piu’ bello dei tre fatti finora, in un fluire di brani di grande verità e umanità che ti travolge, che arriva dritto al cuore e all’anima, raccontando storie e sensazioni in cui tutti ci sentiamo rappresentati.

Come un fine pittore Ermal, con sensibilità e veridicità, ha colorato questo album con pennellate di poesia e con suoni di grande varietà, creando quadri musicali che si succedono come in un film bellissimo in cui al centro c’è l’amore, quello vero, quello che a volte fa soffrire, quel sentimento di cui però non possiamo fare a meno, nonostante tutto, perchè è il motore che muove tutto ed è il porto sicuro in cui tornare.

Ermal Meta ha poi attraversato l’Italia con un lungo tour, collezionando sold out, scaldando i cuori di centinaia di migliaia di “Lupi” e colorando l’estate di quella bellezza e di quelle emozioni che le sue canzoni sanno regalare, in qualunque posto le canti.

Ma Ermal vive per la musica e non si ferma mai. Per il 2019 ha già annunciato tre grandi sorprese: il nuovo singolo “Un’altra volta da rischiare” in duetto con J-Ax, in radio dal 4 gennaio, l’uscita prevista per il 25 gennaio di “Non Abbiamo Armi, Il Concerto”, il nuovo cofanetto che conterrà il DVD dell’indimenticabile live del 28 aprile 2018 al Forum di Assago, un disco live e anche due inediti. Infine un tour nei teatri che prenderà il via il 2 febbraio insieme agli GnuQuartet, che vestiranno i brani del cantautore con esclusivi abiti da sera, cuciti su misura da nuovi arrangiamenti per viola, violino, violoncello e flauto.

“La musica è la lingua dello spirito. La sua segreta corrente vibra tra il cuore di colui che canta e l’anima di colui che ascolta” diceva Kahlil Gibran. Ed è quello che accade ascoltando le canzoni di Ermal Meta.

di Francesca Monti

credit foto Andrea Brusa

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...