I concerti di gennaio all’Opera Rock Café di Jerago con Orago (Va)

Pop, folk, heavy metal, country-blues, ovviamente rock ma non solo: tornano, dopo una brevissima pausa per le festività di fine anno, gli appuntamenti con la musica dal vivo all’Opera Rock Cafè di Jerago con Orago (Va). Nei prossimi giorni, il palco del locale di via Varesina vedrà alternarsi tribute e cover band, nomi illustri della scena nazionale e gruppi emergenti. Ecco, nel dettaglio, tutti gli eventi in programma fino a fine gennaio.

I CONCERTI DI GENNAIO (inizio live ore 22.30; ingresso gratuito con prima consumazione a 10 euro; cena 15 euro)

Venerdì 4 gennaio

Sensazione Modà feat. Enrico Zapparoli

Enrico Zapparoli, chitarrista dei Modà, sarà sul palco di Opera Rock accompagnato dalla Sensazione Modà, formazione che omaggia la band lombarda. Chitarrista elettrico ed acustico, Zapparoli ha suonato con alcuni dei più grandi professionisti della scena italiana. I Sensazione Modà sono Stefano Governali (voce), Marco Corbetta (basso), Davide Mombrini (chitarra elettrica solista), Alberto Gallazzi (chitarra acustica ed elettrica), Fabio Pagano (batteria) e Alessio Tibiletti (batteria elettronica).

Sabato 5 gennaio

NTB – Negrita Tribute Band

Rock’n’roll rigorosamente tricolore per questa formazione che omaggia i Negrita, ai quali chiunque suoni rock italiano deve qualcosa. La colonna portante del gruppo è il chitarrista StratoSandro. Muni (voce, chitarra acustica e armonica) assomiglia in modo sorprendente a Pau, il leader dei Negrita. In scaletta i più grandi successi della band toscana, da “Mama maè” a “Hollywood”, da “Magnolia” a “Radio Conga”, passando per “Gioia infinita” e, ovviamente, “Rotolando verso Sud”.

Venerdì 11 gennaio

Numbers from the beast – Iron Maiden Tribute Band

Dopo il concerto con il grande Blaze Bayley dello scorso novembre, non poteva mancare a Opera Rock un’altra serata nel segno degli Iron Maiden. Ecco, quindi, il live dei Numbers from the beast, formazione che riproporrà i più grandi successi della band inglese, tra le più importanti a livello mondiale della scena heavy metal.

Sabato 12 gennaio

4UB – U2 tribute band

Achtung Baby! Dopo numerosi concerti in Italia e all’estero, sul palco dell’Opera Rock si esibiranno i 4UB, formazione che da sempre omaggia con fedeltà assoluta gli U2. Ogni singolo componente dei 4UB interpreta dalla A alla Z il proprio personaggio, sia dal punto di vista artistico (indossando gli stessi abiti di scena utilizzati dalla rock band irlandese) sia sotto il profilo musicale, con la stessa strumentazione, gli stessi suoni e lo stesso metodo di esecuzione di Bono e compagni.

Venerdì 18 gennaio

Shooting Stars

Le Shooting Stars sono una rock cover band esclusivamente femminile, nata dalla passione di cinque musiciste (Giulia Dagani, Roberta Raschellà, Alessia Castelli, Daniela Marelli, Fiamma Cardani) per il rock. Le cinque ragazze rompono gli stereotipi per cui “solo gli uomini sanno suonare rock”, proponendo una nuova visione del concetto di cover e dimostrando come anche i più noti successi pop hanno, in realtà, un’anima rock latente, che aspetta solo di essere evocata. Le Shooting Stars caricano con polvere da sparo (da qui “shooting”, nel senso di “sparare”) le loro esecuzioni live, dissolvendo i canoni delle stelle (stars) del rock a cui disobbediscono.

Sabato 19 gennaio

Urlo

Ironici, travolgenti, trasgressivi e… trash: non sono molte le band che sanno coniugare buona musica e senso dello spettacolo. Fanno eccezione, per l’appunto, gli Urlo che, grazie ad arrangiamenti e medley divertenti e a un look che non si dimentica, sanno coinvolgere il pubblico come pochi altri. Il loro repertorio spazia dagli 883 a Jovanotti, da Zucchero a Eros Ramazzotti, senza dimenticare Articolo 31, Ricky Martin, Alvaro Soler, The Kolors e moltissimi altri. Una serata tutta da ballare (e cantare).

Venerdì 25 gennaio

Andrea Verga & Mr. Bigoni

I due musicisti condividono da sempre la stessa passione per la musica americana di un tempo (Ragtime, Bluegrass, Hillbilly, Old-time, Folk, Country-blues) e la loro collaborazione li vede dividersi tra banjo, mandolino, chitarra acustica e stomp in un repertorio fatto di vecchi brani tradizionali e inediti.

Seppur molto giovani, Andrea Verga e Stefano Bigoni hanno collaborato e condiviso il palco con artisti del calibro di Daniel Romano, Lucinda Williams, Michael McGoldrick, Milky Chance, Bandabardò, Pan del Diavolo e Luigi Grechi. Dal 2016 hanno iniziato a suonare con Davide Van De Sfroos, collaborazione che si è concretizzata nel FOLKCooperaTour, per il quale il noto cantautore lombardo ha scelto gli Shiver (altra formazione in cui militano entrambi) come band.

Sabato 26 gennaio

Hokuto No Vanta

È una serata-tributo alle band degli anni ’90, rigorosamente italiane: Litfiba, Timoria e Negrita su tutte, senza dimenticare BluVertigo e AfterHours. La band è composta da Ivan Carletta (voce), Davide Ermellini (chitarra), Gianantonio Felice (basso), Andrea Della Misericordia (tastiere) e Marco Mengoni (batterie e cori).

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...