JMJ PANAMA 2019: LANCIATA LA NUOVA APP KEYS TO BIOETHICS

Keys to bioethics è la nuova app che il Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita ha presentato alla Giornata Mondiale della Gioventù a Panama. L’applicazione cerca di sensibilizzare e informare i giovani sulle questioni di bioetica.

“È la prima volta che viene creata un’app bioetica”, ha affermato la professoressa Gabriella Gambino, vicedirettore del Dicastero. “È necessario perché la scienza consente di ottenere molte cose, ma con questa sfida, non tutto è lecito”. La professoressa ha anche detto che “è importante essere in grado di dimostrare che ci sono valori e che la scienza e la fede sono perfettamente compatibili tra loro, purché la scienza sia guidata da questi valori”.

L’app è una sorta di manuale digitale con domande e risposte. È attualmente disponibile solo per Android, ma sarà presto disponibile anche su iOS in tre lingue (italiano, inglese e spagnolo). È stata creata insieme alla Fondazione Jérôme Lejeune di Parigi in collaborazione con la sua sede principale a Madrid. Questioni di genere, procreazione assistita, aborto, eutanasia, trapianto di organi, ricerca sulle cellule staminali e sessualità sono le questioni essenziali che creano domande e sfide per le quali è necessario dare urgentemente una risposta concreta, rapida e accessibile alle nuove generazioni attraverso lo strumento più usato oggi: lo smartphone.

E’ stato un privilegio che l’app sia stata lanciata durante la Giornata Mondiale della Gioventù, perché i giovani sono i principali destinatari di questa app che ha lo scopo di divulgare informazioni, spiegazioni scientifiche e il Magistero della Chiesa su argomenti molto complessi e difficili da comprendere per coloro che non si occupano regolarmente di questi temi.

Durante la conferenza stampa era presente anche un giovane volontario della Gmg, Antonio Garrido Salcedo, che ha spiegato che “i giovani oggi sono saturi di informazioni, ma non sappiamo come seguire le questioni fondamentali”. Per questo motivo, ha anche aggiunto che “abbiamo bisogno di ascoltare la voce della Chiesa”.

Ci sono state molte domande sulla questione dell’aborto e il professor Gambino ha risposto sottolineando l’importanza e la complessità dell’argomento che ha bisogno di risposte basate sulla verità della dimensione sessuale e relazionale dell’essere umano. Gambino ha anche affermato che “la maternità è un privilegio per le donne ed è importante affermare che, indipendentemente dalle difficoltà che possono sorgere, c’è sempre la possibilità di ricevere aiuto. Questo è il messaggio fondamentale che vogliamo trasmettere con questa app”.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...