Venerdì 1 febbraio, in prima serata su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”: gli omicidi di Marco Vannini e di Stefania Crotti

Venerdì 1 febbraio – in prima serata, su Retequattro – nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Si parte dalla vicenda di Marco Vannini, il ragazzo di 21 anni ucciso il 18 maggio 2015. Autore del delitto Antonio Ciontoli, padre di Martina, la fidanzata del giovane di Ladispoli (Roma).
Martedì scorso la sentenza d’Appello ha ridotto la condanna per Ciontoli da 14 a 5 anni, mentre sono stati confermati i 3 anni per il resto dei componenti della famiglia (la moglie e i due figli). Una sentenza che ha indignato i genitori di Marco, che in aula hanno urlato tutta la loro rabbia.

Il programma, a cura di Siria Magri torna anche sulla vicenda della morte di Stefania Crotti, la donna di Gorlago trovata carbonizzata il 18 gennaio a Erbusco, nelle campagne bresciane.
Per l’omicidio è stata accusata Chiara Alessandri, ex amante del marito della vittima, Stefano Del Bello. La donna, dal carcere continua a negare di aver bruciato il corpo della 42enne. Intanto, dalle analisi dell’autopsia è emerso che Stefania respirava ancora mentre veniva appiccato il fuoco.

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, sono sempre attivi il centralone e l’account di Facebook Messenger del programma.
Inoltre, prosegue la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, fil rouge di questa edizione: gli spettatori possono inviare un selfie con l’emblematica “scarpa rossa” sugli account social di “Quarto Grado”.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...