Non convalidato il fermo di Marco Carta: “La magistratura ha riconosciuto la mia totale estraneità ai fatti. Sono una persona onesta”

Un vecchio proverbio diceva ‘male non fare, paura non avere’. Ho continuato a ripetermelo in attesa di vedere il magistrato e ho fatto bene a ripetermelo e ad aver fiducia nella magistratura che ha riconosciuto la mia totale estraneità ai fatti“, queste le prime parole del cantante Marco Carta, in una nota stampa, al termine del processo per direttissima che si è tenuto oggi dopo essere stato fermato venerdì sera insieme a una donna di 53 anni per il presunto furto di sei magliette firmate del valore di 1.200 euro alla Rinascente di Milano. Il giudice non ha convalidato l’arresto e non sono state disposte misure cautelari nei confronti dell’artista. E’ stata fissata a settembre la prima udienza del processo.

Sono molto scosso in questo momento e spero e mi auguro con tutto il cuore che la stampa e il web diano alla notizia della mia estraneità al reato di furto aggravato la stessa rilevanza che hanno dato all’arresto. In questi casi quando sai di essere ingiustamente accusato pensi alla tua famiglia e alle persone a te care che leggono notizie e si allarmano e soffrono inutilmente. Vi prego di restituire a loro la serenità che meritano. Sono una persona onesta e certamente non rubo. Grazie ancora e spero mi aiutiate, per me e per loro, a fare chiarezza’’, ha concluso l’artista.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...