Domenica 14 luglio a Mira (Ve) verrà presentato il libro “Il pentagramma dell’anima” della giornalista e scrittrice Stefania Bonomi

Domenica 14 luglio a Mira (Ve) verrà presentato il libro “Il pentagramma dell’anima” della giornalista e scrittrice Stefania Bonomi, nell’ambito dell’evento “The Circle of Life” al B&B Espressione Arte (via Malpaga, 140) alle ore 19.

Nella scrittura di questa sua seconda opera, Stefania Bonomi ha scelto una doppia narrazione, nella creazione di una storia i cui spunti di riflessione, nel corso dello svolgimento della trama, sono davvero tanti e particolari. I quattro personaggi che si “incontrano” nel romanzo vivono in luoghi diversi: due su questo pianeta (Maria Sole e Lucas Prandi) e due in una dimensione energetica e spirituale dove si arriva una volta terminato il percorso terreno (Leonardo Alfieri e Amanda).
Mondi connessi dove chi è di là e anela al ritorno, ha il compito di aiutare chi, di qua, si è perso, o ha perso la forza per condurre una vita che sia degna di questo nome.

Un “Pentagramma dell’anima” condiviso da tutti e quattro i protagonisti che li condurrà verso la purificazione e la riscoperta dell’amore.

La musica dell’anima è la vera protagonista di questo romanzo. Una favola moderna in cui l’autrice ha ricordato uomini che della propria arte hanno vissuto prima e dopo la fine.

In un’intervista realizzata da Emanuele Bellato per Il Popolo Veneto l’autrice ha raccontato com’è nata la trama del libro: “L’idea di scrivere ‘Il pentagramma dell’anima’ nasce nel 2016, la notte di San Lorenzo. Siccome sentivo l’esigenza di ritornare a scrivere, guardando il cielo stellato, ho pensato che avrei voluto creare una storia dove due sconosciuti, ma con un vissuto di solitudine simile, per coincidenza o destino, si dovevano incontrare. Così sono nati Maria Sole e Lucas. Lei è una pianista inconsapevole del proprio talento, con un passato difficile: abbandonata da bambina dalla madre resta presto da sola dopo la scomparsa del padre. Disillusa, Maria Sole si lascia andare ad una vita dissoluta e di eccessi. L’altro personaggio, Lucas Prandi, è un bravo ragazzo, noto realizzatore di videoclip musicali, che si innamora di una donna molto più vecchia di lui e quando viene lasciato non riesce a superare il trauma dell’abbandono e diventa un alcolizzato e sbandato. A questo punto, creati i due personaggi ‘terreni’, ho pensato: adesso ci vuole una forza soprannaturale, un’energia, che viene da quello che io chiamo universo cosmico, dove il loro compito è quello di tornare per mettere ordine nell’umanità, ossia riportare tutti quei valori fondamentali nella vita che sono la felicità, le emozioni e l’amore. Uno di questi personaggi dell’aldilà si chiama Leonardo Alfieri ispirato – me ne sono accorta solo durante il lavoro creativo – dall’amico Giorgio Faletti. Leonardo, nella sua missione di far incontrare Lucas e Maria Sole, è aiutato dalla guida spirituale Amanda. La musica sarà la chiave per aprire le loro anime“.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...