VENEZIA76: Presentato alle Giornate degli Autori “Mio fratello rincorre i dinosauri” di Stefano Cipani, con Alessandro Gassmann e Isabella Ragonese: “Questo film è rivolto ai bambini con la speranza che imparino a vedere la disabilità con occhi nuovi”

E’ stato presentato alla 76a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel corso delle Giornate degli Autori “Mio fratello rincorre i dinosauri”, opera prima di Stefano Cipani, con protagonisti Alessandro Gassmann e Isabella Ragonese, che arriverà al cinema il 5 settembre, distribuito da Eagle Pictures.

Tratto dall’omonimo libro di Giacomo Mazzariol, edito da Einaudi, il film è prodotto da Paco Cinematografica, Neo Art Producciones con Rai Cinema.

Nel cast troviamo anche Rossy De Palma, Francesco Gheghi, Roberto Nocchi, Saul Nanni e per la prima volta sullo schermo Lorenzo Sisto.

“Mio fratello rincorre i dinosauri racconta la storia di Jack, che ha sempre desiderato un fratello maschio con cui giocare. Quando nasce Gio i suoi genitori gli raccontano che suo fratello è un bambino “speciale”. Da quel momento, nel suo immaginario, Gio diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare. Quando Jack arriva al liceo e si innamora di Arianna, decide di nascondere alla ragazza e ai nuovi amici l’esistenza del fratello. Ma non si può pretendere di essere amati nascondendo una parte così importante di sé. La verità verrà presto a galla e alla fine Jack riuscirà a farsi travolgere dall’energia e dalla vitalità di Gio, che grazie al suo originale punto di vista riuscirà a trasformare il mondo, proprio come un supereroe.

“La commedia viene usata per affrontare argomenti importanti, dalla comunicazione alla vergogna, e ci fa conoscere una famiglia che con la nascita di Gio è costretta ad ascoltarsi maggiormente. Se ci fossero più famiglie così il nostro Paese sarebbe migliore”, ha dichiarato Alessandro Gassmann che interpreta il padre Davide. “In una società dove la disabilità e la diversità sono spesso vissute con paura, chiusura e aggressività questo film aiuta a far capire che la diversità non è un ostacolo. Tutti siamo stupendamente diversi”.

“Questa famiglia nonostante i problemi che si trova ad affrontare riesce a rimanere unita, a farsi forza insieme e è un bel messaggio in un’epoca votata all’individualismo. L’unione fa la forza. Vedendo questo film capisci che è inutile continuare a lamentarsi ma bisogna agire per provare a cambiare le cose”, ha detto Isabella Ragonese che interpreta la madre Katia.

“Già in passato avevo trattato il tema della disabilità. Questo film è rivolto innanzitutto ai bambini con la speranza che imparino a vedere la disabilità con occhi nuovi, senza paura o vergogna”, ha concluso il regista Stefano Cipani.

F.M.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...