VITTORIO SGARBI ALLA BIENNALE MILANO: “Bisogna assicurare a tutti il diritto alla creatività”

Grande successo di pubblico per la terza giornata della Biennale Milano, mostra di arte contemporanea organizzata e ideata da Salvo Nugnes e presentata da Vittorio Sgarbi. Più di duecento persone si sono accalcate sabato pomeriggio all’interno degli spazi del Brera Site di via delle Erbe 2, a Milano, per assistere all’intervento del presentatore della rassegna, l’istrionico critico d’arte Vittorio Sgarbi.

«In Italia ci può essere la mafia a Milano o Palermo, ma sicuramente c’è la mafia nel mondo dell’arte che apre le Biennali e le Triennali solo a pochi artisti, quelli che hanno un rapporto con il mercato – spiega Sgarbi -. Al padiglione Italia io portai 300 artisti, oggi ci entrano solo 3 persone. Quelli che vengono decisi dai mercanti dell’arte».  Proprio in quest’ottica il tema dell’edizione di Biennale Milano è “Ars Democratica, la democrazia nell’arte”. Dare la possibilità a più di 200 artisti, non famosi, di esporre. «Qui c’è un produttore che vi invita a scommettere su di voi – ha detto Sgarbi, indicando Salvo Nugnes – per esistere ed esprimersi davanti al resto del mondo. Nell’arte c’è una grande illusione: che tutti si possano esporre. Bisogna abilitare il diritto alla creatività. Le istituzioni vi devono dare uno spazio dove poter esporre».

«Rispetto ad altre rassegne, in cui possono esporre solo certi artisti – ha confermato il curatore Salvo Nugnes -, alla Biennale di Milano abbiamo da sempre voluto dare spazio a tanti artisti molto promettenti, ma che in alcuni casi non hanno ancora raggiunto un grande successo di pubblico. E’ questo il senso di voler portare la democrazia all’interno dell’arte».

L’esposizione continuerà fino a lunedì 14 ottobre. 200 gli artisti in mostra, per la maggior parte donne, provenienti da 40 paesi. Nei giorni scorsi ad allietare il pubblico, tra gli altri, Edoardo Bennato, che ha anche una ventina di opere esposte in mostra, Francesco Alberoni, Massimo Giletti e Morgan.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...