Intervista con il cantautore e polistrumentista Francesco Morrone: il disco “Ripartendo Adesso”, il tour in bici per l’Italia e i progetti futuri

Francesco Morrone ha 22 anni, è di origini calabresi, è un cantautore e polistrumentista versatile e di grande talento, e lo scorso giugno ha pubblicato per Honiro Ent il nuovo disco “Ripartendo Adesso”, in cui ispirandosi alla tradizione cantautorale italiana, ha raccontato la sua verità e la sua prospettiva sul mondo.

Per presentare il progetto l’artista ha scelto un tour originale, ha infatti girato l’Italia in bicicletta, partendo da Torino, attraversando luoghi, incontrando persone, attingendo dalle culture locali,  assaporandone la poesia. Un’esperienza particolare che ha permesso a Francesco Morrone di unire il viaggio alla musica, sconfiggendo le sue paure.

Seduti in un bar del centro di Milano abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con l’artista parlando del suo nuovo disco, del suo tour in bici e dei prossimi progetti.

Francesco, è uscito “Ripartendo adesso”, il tuo nuovo album, cosa ci racconti a riguardo?

“E’ una base solida per il mio prossimo progetto, abbiamo cercato di dare una linea temporale a quelli che sono stati i miei brani precedenti, che hanno segnato un’impronta fondamentale nel mio percorso, che ho scritto qualche anno fa raccontando la mia adolescenza. Questo disco è una fragranza a mille odori”.

Tra le tracce qual è quella a cui sei piu’ legato? 

“Sono legato a tutti i brani, ma in particolare a “Paure a metà”, perchè racconta quello che viviamo nella società odierna che è sempre piu’ tecnologica”.

Quest’estate hai girato l’Italia in bicicletta con il tour “Cantautore su due ruote”. Com’è nata questa originale idea?

“E’ nata per necessità fisiche e mentali, perchè arrivavo da un periodo in cui non mi sentivo tranquillo. Lo scorso anno ho fatto un tour a piedi girando l’Italia con un carrellino e dormendo in tenda e lì sono iniziate le prime paure, quindi per sconfiggerle quest’anno ho optato per un tour che potesse rivoluzionare il mio aspetto fisico e mentale. L’idea mediatica e musicale è stata originale, forse nessuno sarebbe così “pazzo” da fare un tour di questo tipo. Ho intrapreso questa avventura un po’ per incoscienza ma anche per la voglia di sporcarmi le mani, di sentire l’essenza del sudore e della fatica per raggiungere una meta, anche se a 22 anni non mi pongo obiettivi, voglio far arte e musica serenamente”.

Avevi già fatto viaggi in bicicletta in precedenza?

“In realtà no, l’idea della bicicletta è nata nella mia stanza a Roma, dopo che avevo visto un carrellino per gli animali e ho pensato di metterci gli strumenti, lo zainetto e fare un viaggio ecologico, soprattutto ora che c’è il problema dell’inquinamento e del surriscaldamento globale con Greta Thunberg che sta combattendo questa importante battaglia, supportata da tante altre persone. A Londra ho un gruppo di amici musicisti che fanno parte di un movimento della ribellione e suonano davanti alle istituzioni per sensibilizzare sulle tematiche ambientali. Non vedo l’ora di unirmi a loro”.

LPF_9808

Qual è stato il momento piu’ difficile e quello piu’ bello di questo lungo viaggio per l’Italia?

“Sono stato aiutato dalla pedalata assistita perchè il carrello pesava 70 kg e pedalare in certe zone, soprattutto in Costiera Amalfitana e in Liguria è stato complicato. Il momento piu’ difficile l’ho vissuto a Genova perchè ho dormito due giorni in un campeggio, per arrivarci dovevo usare tutte le forze accumulate per percorrere 15 minuti di salita e un giorno hanno anche provato a derubarmi. E’ stato un po’ traumatico. L’esperienza piu’ bella è legata alle persone che ho incontrato e ai posti che ho visitato che hanno divorato i miei occhi. Ho scoperto un’Italia bella, a volte trasandata ma con bellezze uniche che vanno valorizzate. Ho visitato diversi Paesi in Europa e nel mondo, ci sono posti strabilianti, ma l’Italia ha dei paesi eccezionali, come ad esempio Maralunga, vicino Lerici, che è meraviglioso”.

All’orizzonte c’è nuova musica?

“Certamente, ho un sacco di etnie dentro il mio corpo, frutto degli incontri e delle culture assaporate nel mio viaggio, c’è molto fermento, c’è la necessità di chiudermi in studio insieme al mio produttore Matteo Costanzo e scrivere testi e musiche nuove. Ogni volta ho idee diverse che cerco di portare a termine”.

Partecipare al Festival di Sanremo è tra i tuoi programmi futuri?

“Ho provato a partecipare ad Amici e X Factor un paio di anni fa ma ho capito che non era la mia strada quella del talent. Invece mi piacerebbe andare al Festival di Sanremo perchè è l’unica vetrina che permette di presentare la tua musica e poi su quel palco sono passati i piu’ grandi interpreti italiani. Vorrei andare a Sanremo con la mia casa discografica Honiro per mettermi in gioco con tanti campioni in una gara che è una specie di Olimpiade della musica italiana”.

RIPARTENDO ADESSO Cover jpg

Ascoltando “Ripartendo adesso” si percepisce l’influenza del grande cantautorato. Quali sono gli artisti a cui ti ispiri?

“De Gregori, De Andrè, Rino Gaetano, Lucio Battisti sono i cantautori che amo di piu’. Martedì 15 ottobre ad esempio suonerò a Roma in una serata dedicata a De Gregori e canterò dei brani miei e un pezzo del suo repertorio. Sicuramente si sente l’influenza della loro musica nel mio disco, ora però ho capito che, come ha detto Motta in un’intervista, bisogna iniziare a fare nuova musica, parlare di nuove cose. E’ quello che vorrei fare, spero di riuscirci per me stesso, per quelli che mi ascoltano. Ci vorrà del tempo ma preferisco fare le cose per bene. Se non avessi avuto pazienza non avrei fatto nemmeno questo tour in bici”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...