Martedì 12 novembre su Rai 1 andrà in onda il film “Enrico Piaggio. Un sogno italiano” con Alessio Boni, Enrica Pintore, Roberto Ciufoli, Francesco Pannofino, Violante Placido, Beatrice Grannò. Le dichiarazioni del cast

Martedì 12 novembre in prima serata su Rai 1 andrà in onda il film “Enrico Piaggio. Un sogno italiano”, una coproduzione Rai Fiction – Moviheart, per la regia di Umberto Marino, con protagonisti Alessio Boni nei panni di Enrico Piaggio, Enrica Pintore in quelli della moglie Paola, Beatrice Grannò nelle vesti di Suso, Francesco Pannofino nel ruolo di Rocchi-Battaglia, Roberto Ciufoli nei panni di Corradino D’Ascanio e con la partecipazione straordinaria di Violante Placido nel ruolo di Livia Rivelli. Il soggetto è di Roberto Jannone e Francesco Massaro che firmano anche la sceneggiatura insieme a Franco Bernini.

Alessio Boni nel corso della presentazione stampa ha dichiarato: “Attraverso questo film abbiamo raccontato la storia di un imprenditore di successo e di un’idea in grado di rilanciare la vita economica e civile del Paese che, nel Dopoguerra, aveva voglia di rialzare la testa. La Vespa è stata un po’ un simbolo per tutti noi, io stesso sono un appassionato. Se Enrico Piaggio non avesse avuto al suo fianco Corradino D’Ascanio non sarebbe riuscito in questa impresa. Il lavoro di gruppo e la sintonia delle idee sono molto importanti nell’imprenditoria. Il marchio Piaggio è ancora oggi completamente italiano. Dovremmo essere orgogliosi dell’artigianato italiano e tutelarlo, invece davanti ai soldi ci inchiniamo”.

Violante Placido interpreta Livia: “Arriva da una famiglia agiata ma in realtà è quasi sull’orlo del fallimento. E’ una donna emancipata, che riesce perfettamente a muoversi in un contesto prevalentemente maschile”.

Francesco Pannofino è Rocchi-Battaglia: “E’ un personaggio inventato che rappresenta tutti i nemici di Piaggio. Abbiamo raccontato una storia bella, quella di un’eccellenza italiana”.

Enrica Pintore veste i panni di Paola la moglie di Piaggio: “E’ una donna modesta e riservata. Non avevo mai guidato un motorino e ho fatto la mia prima esperienza su una Vespa grazie ad Alessio Boni. Non è stato difficile imparare e non ho nemmeno fatto danni (scherza)”.

Roberto Ciufoli è infine Corradino D’Ascanio: “E’ un ingegnere aeronautico che ad un certo punto ha il compito di creare un veicolo per gli italiani. Corradino odiava le moto ma è riuscito a realizzare una Vespa con tutte le caratteristiche necessarie e che mancavano ad una moto, come una sella comoda per le donne”.

Il film racconta la storia di un imprenditore, Enrico Piaggio che con coraggio e determinazione riesce a vincere la sua sfida professionale e umana contro la crisi economica del secondo dopo guerra. Per affrontare le enormi difficoltà attraversate dalla sua azienda di aeroplani e salvare dal lastrico i tanti operai che vi lavorano Piaggio comprende la necessità di trasformare la produzione e di immettere sul mercato un mezzo di trasporto innovativo, agile e soprattutto alla portata di tutte le tasche. Un’impresa immensa, resa possibile dall’incontro con un’altra genialità, quella di Corradino D’Ascanio che con la sua abilità progettistica e rivoluzionaria visione creativa sintetizza in uno scooter – la Vespa – un vero “miracolo italiano”. Un progetto ambizioso, ma molto difficile da realizzare. Ad osteggiarlo il banchiere Rocchi-Battaglia che per impossessarsi della fabbrica di Piaggio non si farà scrupoli a colpire basso, prendendo di mira famiglia e affetti del suo avversario. Ma la storia non racconta solo il mondo in fermento della fabbrica Piaggio, ma anche i sentimenti, gli amori e le amicizie che hanno legato tutti coloro che hanno partecipato e reso possibile la realizzazione di quel grandioso progetto. Enrico ha anche un’altra fondamentale intuizione, quella di affidare al cinema il compito di trasformare quel piccolo mezzo di trasporto in un immortale sogno di libertà e troverà in Suso, la sua fidata segretaria, la persona giusta per rendere indelebile il marchio Piaggio.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...