Intervista esclusiva all’attrice americana Alice Lussiana Parente: “Il mio sogno? Spero un giorno di dar vita ad un personaggio per un lungometraggio”

Di Patrizia Faiello

La redazione di Spettacolomusicasport ha intervistato in esclusiva per voi la spumeggiante e talentuosa attrice americana Alice Lussiana Parente. Alice è nata e cresciuta in Italia ma da diversi anni risiede a New York. L’attrice ha studiato recitazione e danza sin dall’età di 9 anni e qualche anno dopo ha iniziato la sua formazione artistica con la scuola “Il piccolo teatro d’arte”. Successivamente ha iniziato a frequentare numerose e importanti scuole di recitazione tra le quali la “London Academy of Music an Dramatic Art” e nel 2014 la “Stella Adler Studio of Acting” di New York. Al Cinema ha debuttato con Peter Greenaway in Peopling the Palace e tra I suoi più importanti lavori: Life Bites (Disney Channel), Richard the Lionheart (Stefano Milla/Lionsgate Home), Lo Smemorato di Collegno (RAI-TV), Onirica di Luca Canale Brucculeri, Miracle Tunes (Cartoonito/Mediaset), Gorchlach (Fabio Cento) che le fa vincere Best up&comer actress ai prestigiosi US Hollywood International, Golden Film Awards. Lavora come Voice Over Talent per Audible e per il Mickey Mouse Shorts (Disney), per il MET, e l’ultimo film di Ron Howard “Pavarotti” e per Salvatore Ferragamo diventando la voce ufficiale del profumo “Signorina. Da diversi anni Alice Lussiana Parente è anche la conduttrice della serata di gala del Festival cinematografico ”Oniros Film Awards”, la rassegna  dedicata al cinema indipendente con sede a Aosta, che celebra i film indipendenti provenienti da tutto il mondo con premi in diverse categorie e generi ideato da Fabio Cento e Charles E. Pellissier.

69254966_10217358005716107_4852457216411697152_n (1)

Alice quali sono state le tue prime esperienze artistiche importanti?

“A 16 anni sono stata scritturata per il mio primo film: “Peopling the Palace” di Peter Greenaway. A diciotto anni invece per il mio primo spettacolo teatrale. Si trattava dello spettacolo “Pippi Calzelunghe” al Teatro Argentina di Roma, diretto da Fabrizio Angelini con la supervisione di Gigi Proietti, dove ho interpretato Annika, una dei tre protagonisti, in tournèe in tutta Italia per due anni!”.

Qual è stato il tuo primo approccio con il mondo del doppiaggio?

“Ho cominciato molto più tardi rispetto al teatro. In Italia avevo fatto un corso annuale e avevo cominciato a fare qualche piccolo lavoretto per video e pubblicità, ma è stato a New York che ho iniziato a lavorare molto con la mia voce. Ho dato voce ad un personaggio Disney per i Mickey Mouse Shorts, è sempre stato un mio grande sogno! E sono diventata la voce ufficiale della serie di profumi “Signorina” di Salvatore Ferragamo”.

 Tra le attrici straniere a cui non hai mai prestato la tua voce, c’è qualcuno che ti piacerebbe doppiare?

“Sì! Scarlett Johansson. Penso di avere una qualità di voce molto simile”.

Tu, come molti altri doppiatori , sei anche un’attrice: preferisci essere in sala di doppiaggio o sul set?

“Patrizia è difficile scegliere. Amo entrambi!  Forse se dovessi scegliere direi il set, perchè mi offre la possibilità di creare un personaggio a 360° e non “solamente” dargli voce”.

39005198_10214553806972891_1458785547597119488_n (1)

Per quanto riguarda  la tua carriera davanti alla macchina da presa, sia in ambito televisivo che cinematografico, c’è una serie un film al quale sei particolarmente legata?

“Sono legata a quasi tutti i progetti a cui ho preso parte. Sono molto selettiva riguardo a cosa accetto, specialmente negli ultimi anni. Tra gli ultimi sicuramente “Gorchlach” diretto da Fabio Cento che mi ha dato la possibilità di vincere il mio primo premio come best Up&Comer Actress agli US Hollywood international ma anche il lungometraggio “Onirica” di Luca Canale Brucculeri, dove ho interpretato il ruolo di Jessica ispirato a Suspiria di Dario Argento, un film che ho guardato centinaia di volte crescendo con lo scopo di celebrare e valorizzare il cinema indipendente di qualità in tutte le sue sfaccettature”.

Da diversi anni ti vediamo alla conduzione del Festival Cinematografico, “Oniros Film Awards”, ispirato al modello americano, ideato da Fabio Cento e Charles E. Pellissier….

“Sì esattamente Patrizia sono lusingata e felicissima di questa collaborazione con Fabio Cento e Charles Pellissier. Per me ogni edizione del Festival è un’esperienza meravigliosa dove ho la possibilità di conoscere e premiare artisti internazionali e di grandissimo talento”.

Dal punto di vista di attrice, cosa pensi del cinema italiano contemporaneo?

“Penso che sia limitato e che il miglior cinema italiano sia quello dei giovani artisti che però nessuno produce. Amo moltissimo i film indipendenti e sperimentali e credo che per i registi emergenti l’Italia sia un terreno veramente difficile. Ciò non toglie che ci siano ancora opere di grande qualità. Vivendo all’estero è difficile per me vedere molti film italiani ma ultimamente mi sono piaciuti moltissimo: “Sulla mia Pelle” di Alessio Cremonini e “Dogman” di Matteo Garrone”.

Hai qualche consiglio per i numerosi appassionati che vogliono diventare                attori o doppiatori?

“Studiare e lavorare tanto e non mollare mai! Se si vuole veramente fare questo lavoro, bisogna stringere i denti e andare avanti, senza scendere a compromessi. Sarà la strada più difficile, ma quella che darà più soddisfazioni e che alla lunga, come dicono qui negli States WILL PAY OFF!”.

Alice qual è oggi il tuo più grande sogno?

“E’ quello di doppiare un film d’animazione della Disney. Mi ci sono avvicinata con i corti di Topolino, spero un giorno di dar vita ad un personaggio per un lungometraggio!”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...