CINEMA: I 20 FILM PIU’ BELLI DEL DECENNIO 2010-2019

Si sta per chiudere un decennio che è stato caratterizzato da moltissime pellicole di qualità, italiane e internazionali. Ne abbiamo scelte 20 (riportate in ordine casuale) che spaziano dalla commedie al drama, dal musical al biopic e che a nostro giudizio hanno lasciato un segno nella storia del cinema.

Buon anno e viva il cinema!

La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino

Nel cast Toni Servillo, Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Carlo Buccirosso, Iaia Forte, Pamela Villoresi, Galatea Ranzi, Anna Della Rosa, Giovanna Vignola, Roberto Herlitzka, Massimo De Francovich, Giusi Merli, Giorgio Pasotti, Massimo Popolizio, Isabella Ferrari, Franco Graziosi, Sonia Gessner, Luca Marinelli, Dario Cantarelli, Ivan Franek, Anita Kravos, Luciano Virgilio, Vernon Dobtcheff, Serena Grandi, Lillo Petrolo.

Dame dell’alta società, parvenu, politici, criminali d’alto bordo, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti tessono trame di rapporti inconsistenti, fagocitati in una babilonia disperata che si agita nei palazzi antichi, le ville sterminate, le terrazze più belle della città. Ci sono dentro tutti. E non ci fanno una bella figura. Jep Gambardella, sessantacinque anni, scrittore e giornalista, dolente e disincantato, gli occhi perennemente annacquati di gin tonic, assiste a questa sfilata di un’umanità vacua e disfatta, potente e deprimente. Tutta la fatica della vita, travestita da capzioso, distratto divertimento. Un’atonia morale da far venire le vertigini. E lì dietro, Roma, in estate. Bellissima e indifferente. Come una diva morta.

La La Land di Damien Chazelle

La La Land, film vincitore di sei Premi Oscar, con Emma Stone, Ryan Gosling, J.K. Simmons, per la regia di Damien Chazelle.

Il film racconta la storia d’amore tra un musicista jazz e un’aspirante attrice. Mia sogna di recitare a Los Angeles e, tra un provino e l’altro, serve caffè e cappuccini alle star. Sebastian è un musicista jazz che suona nei piano bar. I due si incontrano e nasce una travolgente passione, nutrita anche dalla comune volontà di realizzare i propri sogni, ma quando il successo arriverà cosa accadrà alla loro relazione?

“Lion -La strada verso casa” di Garth Davis

“Lion -La strada verso casa”, di Garth Davis. Basato sul libro di memorie La lunga strada per tornare a casa, racconta la storia vera di Saroo Brierley, interpretato da Dev Patel. Insieme a lui un cast stellare formato da Nicole Kidman, Rooney Mara, David Wenham.

Il film è stato girato a Calcutta, in India, e nelle città di Melbourne e Hobart, in Australia.

Il piccolo Saroo vive con la mamma e i due fratelli in un villaggio indiano. La famiglia è molto povera, la mamma trasporta pietre per guadagnare qualche soldo e i due figli, Guddu e Saroo devono darsi da fare. Proprio per seguire Guddu che ha trovato un lavoro fuori dal villaggio, Saroo all’età di 5 anni sale per sbaglio su un treno che lo conduce a Calcutta, lasciandosi alle spalle la famiglia e il piccolo villaggio indiano dove è nato. Sperduto nella caotica metropoli, Saroo sopravvive per strada fino a che non viene portato in orfanotrofio e poi adottato da una coppia di coniugi australiani. Così il bambino parte alla volta della Tasmania. Per tutta la sua vita Sue e John saranno un’amorevole coppia di genitori, ma a un certo punto qualcosa scatta in Saroo e l’impellenza di ritrovare la mamma e il fratello è troppo forte. La sua vita esce improvvisamente dai binari, lascia Lucy, la sua ragazza, allenta i contatti con i genitori a cui non vuole parlare del progetto per paura di ferirli. Dopo molte ricerche su Google Earth Saroo riesce ad identificare il suo villaggio di origine e parte alla volta dell’India per trovare finalmente una risposta alle sue domande e ritrovare la pace.

Roma di Alfonso Cuaron

Alfonso Cuarón è tornato in Concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con “Roma”, un film intimo che è ambientato agli inizi degli anni Settanta in un quartiere di Città del Messico chiamato Colonia Roma e che racconta la storia di Cleo (Yalitza Aparicio), giovane collaboratrice domestica di una famiglia benestante in un’epoca in cui il Messico stava attraversando una profonda fase di cambiamento politico e sociale.

Dunkirk di Christopher Nolan

“Dunkirk” ricostruisce la storia di centinaia di migliaia di soldati britannici e alleati circondati dalle forze nemiche, intrappolati sulla spiaggia con le spalle rivolte verso il mare.

La battaglia di Dunkerque si svolse tra il 26 maggio e il 3 giugno 1940 nella prima fase della grande offensiva in Occidente sferrata dalle truppe tedesche della Wehrmacht .

La disperata situazione delle forze alleate isolate, costrinse i comandi anglo-francesi a ordinare un ripiegamento verso le coste della Manica, dove le truppe alleate superstiti (oltre 400.000 soldati) vennero in gran parte evacuate via mare attraverso il porto di Dunkerque.

Il cast di “Dunkirk” comprende Fionn Whitehead, Tom Glynn-Carney, Jack Lowden, Harry Styles, Aneurin Barnard, James D’Arcy e Barry Keoghan, con Kenneth Branagh, Cillian Murphy, Mark Rylance e Tom Hardy.

Non essere cattivo di Claudio Caligari

 

Non essere cattivo, film con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Silvia D’Amico, Roberta Mattei

Sinossi: 1995, Ostia. Vittorio e Cesare hanno poco più di vent’anni e non sono solo amici da sempre: sono “fratelli di vita”. Una vita di eccessi: notti in discoteca, macchine potenti, alcool, droghe sintetiche e spaccio di cocaina. Vivono in simbiosi ma hanno anime diverse, entrambi alla ricerca di una loro affermazione. L’iniziazione all’esistenza per loro ha un costo altissimo e vittorio col tempo inizia a desiderare una vita diversa: incontra Linda e per salvarsi prende le distanze da Cesare, che invece sprofonda inesorabilmente. Si ritrovano qualche tempo dopo e Vittorio cerca di coinvolgere l’amico nel lavoro. Cesare, dopo qualche resistenza, accetta: sembra finalmente intenzionato a cambiare vita, frequenta Viviana (una ex di Vittorio) e sogna di costruire una famiglia insieme a lei. Ancora una volta però il richiamo della strada avrà la meglio sui suoi propositi. Nonostante le continue cadute dell’amico – e anche a dispetto delle discussioni che deve affrontare con linda su questo punto – Vittorio non abbandonerà mai veramente Cesare, in virtù del legame fortissimo che li unisce e nella speranza di poter guardare al futuro con occhi nuovi. Insieme.

Il Capitale Umano di Paolo Virzì (2013)

Il capitale umano è un film diretto da Paolo Virzì, liberamente ispirato al romanzo omonimo di Stephen Amidon, è interpretato da Fabrizio Bentivoglio, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Gifuni e Valeria Golino.

Su una strada provinciale della Brianza, un ciclista viene investito da un SUV. L’uomo è un cameriere, che quella sera tornava a casa dopo aver lavorato ad un evento tenutosi in una scuola privata. La storia poi racconta, attraverso tre diversi punti di vista, ciò che è successo nei sei mesi prima dell’incidente chiarendo le circostanze della tragedia. Un quarto capitolo è dedicato alla conclusione della storia.

The Post di Steven Spielberg

I premi Oscar® Steven Spielberg, Meryl Streep e Tom Hanks per la prima volta insieme nella loro lunga ed incredibile carriera in un film evento.

Ambientato nel 1971, The Post vede protagonisti Katharine Graham (Streep), prima donna alla guida del The Washington Post, e Ben Bradlee (Hanks), testardo direttore del suo giornale. L’indagine che intraprendono e il loro coraggio provocheranno la prima grande scossa nella storia dell’informazione con una fuga di notizie senza precedenti, svelando al mondo intero la massiccia copertura di segreti governativi riguardanti la Guerra in Vietnam durata per decenni (i “Pentagon Papers”).

Animali Notturni di Tom Ford (2016)

Nel cast Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Isla Fisher, Laura Linney.

Sette anni dopo A Single Man, lo stilista Tom Ford torna alla regia dimostrando di essere un cineasta vero e non occasionale. Leone d’argento all’ultima Mostra del cinema di Venezia, Animali notturni è un noir dell’anima di sostanziale forza narrativa, fra atmosfere torbide, lampi di tensione, deviazioni, scorciatoie e zone di desolati rimpianti.

Susan Morrow riceve il manoscritto intitolato Nocturnal Animals dal suo ex marito Edward Sheffield, con cui si era separata vent’anni prima, in cui sono raccontate le tragiche disavventure di Tony Hastings, un uomo in vacanza con la famiglia. Sentendosi chiamata in causa dal manoscritto, Susan sarà costretta a riflettere sul proprio passato e su alcuni lati oscuri della sua personalità.

Joker di Todd Phillips  (2019)

“Joker” di Todd Phillips, vincitore del Leone d’Oro per il Miglior Film alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, con protagonista uno straordinario Joaquin Phoenix e distribuito dalla Warner Bros.

Da sempre solo in mezzo alla folla, Arthur Fleck cerca un contatto. Mentre cammina per le strade fuligginose di Gotham City e attraversa le rotaie dei trasporti pubblici pieni di graffiti di una città ostile, brulicante di divisione e insoddisfazione, Arthur indossa due maschere. Una se la dipinge per svolgere il suo lavoro come pagliaccio durante il giorno. L’altra non se la può mai togliere: è la maschera che mostra nell’inutile tentativo di sentirsi parte del mondo che lo circonda, che nasconde l’uomo incompreso che la vita sta ripetutamente abbattendo. Senza un padre, Arthur ha una madre fragile, probabilmente la sua migliore amica, che lo ha soprannominato ‘Felice’, un appellativo che ha scaturito in Arthur un sorriso che nasconde un’angoscia interiore. Ma, da quando è stato vittima di bullismo da parte di adolescenti per le strade, o deriso per i suoi abiti in metropolitana, o semplicemente preso in giro dai suoi compagni pagliacci al lavoro, quest’uomo solitario si è distaccato ancor di più dalla gente che lo circonda.

Wonder di Stephen Chbosky

Il film vede protagonisti Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin, Ali Liebert, Daveed Diggs e Sonia Braga.

August Pullman, detto Auggie è un bambino nato con una rara malattia e si trova ad affrontare il mondo della scuola per la prima volta. Come sarà accettato dai compagni e dagli insegnanti?

L’amore della sua meravigliosa famiglia, il suo grande coraggio e la sua gentilezza lo aiuteranno a trovare il suo posto nel mondo e nel cuore dei compagni di scuola.

Dolor y Gloria di Pedro Almodovar

“Dolor y Gloria”, il nuovo film di Pedro Almodóvar con protagonisti Antonio Banderas, Asier Etxeandia, Leonardo Sbaraglia, Nora Navas e con la partecipazione speciale di Penélope Cruz.

“Dolor y Gloria” racconta i ricongiungimenti di Salvador Mallo, un regista cinematografico sul viale del tramonto, fisici o attraverso i ricordi, partendo dalla sua infanzia negli anni ’60 quando emigrò con i genitori a Paterna, un comune situato nella provincia di  Valencia, in cerca di fortuna, passando per il primo desiderio e il primo amore da adulto nella Madrid degli anni ’80 per arrivare al dolore per la fine di questa storia e alla scrittura come unica terapia per dimenticare, ma anche alla scoperta del cinema ed il senso del vuoto, causato dall’impossibilità di continuare a girare film.

Latin Lover di Cristina Comencini

“Latin lover” vede nel cast l’indimenticabile Virna Lisi, qui alla sua ultima apparizione, insieme a Marisa Paredes, Angela Finocchiaro, Valeria Bruni Tedeschi, Candela Pena, Pihla Viitala, Nadeah Miranda, Francesco Scianna, Lluis Homar, Neri Marcorè, Claudio Gioè, Toni Bertorelli e Jordi Molla.

In un paesino della Puglia viene celebrato il decimo anniversario dalla morte di Saverio Crispo, attore simbolo del grande cinema italiano ed eterno latin lover. Alla cerimonia partecipano le sue cinque figlie che arrivano da tutto il mondo e due ex mogli, quella italiana e quella spagnola. Segreti, rivalità e nuove passioni porteranno le donne a scoprire un passato inaspettato e a rivedere la propria vita.

Mia madre di Nanni Moretti

“Mia madre” di Nanni Moretti  con Margherita Buy e John Turturro.
Margherita è una regista. Sta girando un film sul mondo del lavoro, e ha chiamato come protagonista un eccentrico e bizzoso attore americano. Ma Margherita ha anche una madre ricoverata in ospedale, che assiste assieme al fratello Giovanni. La madre di Margherita e Giovanni, dicono i medici, non ha molto tempo. Tra le riprese di un film che si rivelano più complicate del previsto, una figlia 13enne con problemi col latino (quello stesso latino che insegnava la madre), e il dolore per un lutto che si sa imminente e non si sa come gestire, Margherita confonde realtà, sogno, ricordo e deve trovare la sua strada in tutta quella sofferenza.

J’accuse di Roman Polanski

Il film vede protagonisti Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Grégory Gadebois

Il 5 gennaio 1895 il capitano Alfred Dreyfus, giovane e promettente ufficiale dell’esercito francese accusato di essere un informatore dei tedeschi, viene degradato e condannato alla deportazione a vita nell’Isola del Diavolo nell’Oceano Atlantico, al largo delle coste della Guyana francese. Tra i testimoni della sua umiliazione c’è Georges Picquart, promosso a capo dell’unità di controspionaggio che lo ha accusato. Quando però Picquart scopre che le informazioni riservate continuano a essere passate ai tedeschi, viene attirato in un pericoloso labirinto di inganni e corruzione, che minaccia non soltanto il suo onore, ma la sua stessa vita.

A star is born di Bradley Cooper

«A Star Is Born», il film che ha segnato il debutto alla regia di Bradley Cooper e ha definitivamente consacrato come attrice Lady Gaga, cantautrice superstar, indomita attivista LGBT, sostenitrice Dem e filantropa.

Presentato fuori concorso a Venezia (dove Germanotta si è presentata in una magnifica nuvola di tulle rosa firmata Valentino) nel 2018, l’opera è un remake del musical È nata una stella del 1937 ed è il terzo rifacimento, dopo quello del 1954 ed il musical-rock del 1976: al centro del racconto, la storia di un musicista alcolizzato e drogato (Cooper), che scopre e si innamora di una giovane e talentuosa cantante (Gaga), diventandone il mentore e poi il…

Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno

“Nessuno mi può giudicare”, con Paola Cortellesi e Raoul Bova. Alice ha 35 anni, un marito imprenditore e un figlio, Filippo, di 9 anni. Donna superficiale, antipatica e classista, vive in una bella villetta di Roma nord che gestisce con tre domestici extra-comunitari. La sua è un’esistenza dorata, senza alcun problema. Tutto ciò fino alla morte di suo marito. Alice, infatti, eredita un grosso debito da saldare e rimane sul lastrico. Sarà quindi costretta ad abbandonare la sua casa e i suoi agi per trasferirsi in periferia, ma soprattutto dovrà trovare un modo per guadagnare nel più breve tempo possibile il denaro necessario a garantire a se stessa e a Filippo un tenore di vita adeguato…

Mine vaganti di Ferzan Ozpetek

“Mine vaganti” con Riccardo Scamarcio, Nicole Grimaudo, Alessandro Preziosi, Lunetta Savino, Ennio Fantastichini, Elena Sofia Ricci e Ilaria Occhini.

Stefania e Vincenzo aspettano con ansia il ritorno del figlio Tommaso. Anche zia Luciana, la nonna, sua sorella Elena e Alba, l’amica di sempre, non vedono l’ora di rivederlo. E tutti coltivano in segreto la speranza che Tommaso accetti di affiancare suo fratello Antonio nella gestione del pastificio di famiglia. Nessuno, però, ha fatto i conti con il destino e anche per questo Tommaso si troverà a rimanere a casa dei suoi genitori più a lungo di quanto aveva previsto.

Bohemian Rhapsody di Dexter Fletcher e Bryan Singer

Il biopic su Freddie Mercury, leader dei Queen, interpretato da Rami Malek.

Nel 1970, Farrokh Bulsara (Rami Malek), studente britannico di origine parsi, assiste all’esibizione della band Smile. Conclusa la serata, il frontman abbandona il gruppo e Farrokh si presenta al batterista Roger Taylor (Ben Hardy) e al chitarrista Brian May (Gwilym Lee), offrendosi di rimpiazzarlo. Quella stessa sera, il ragazzo si invaghisce di Mary Austin (Lucy Boynton).
Con l’ingresso del bassista John Deacon (Joseph Mazzello) la band è al completo e modifica il nome in “Queen”. Grazie al carisma di Farrokh, che cambia legalmente il suo nome in Freddie Mercury, il gruppo fa colpo su John Reid (Aidan Gillen), manager della casa discografica EMI.
La stravagante e futuristica sperimentazione musicale accresce l’interesse del pubblico e i Queen raggiungono la fama. Quando il dirigente Ray Foster (Mike Myers) rifiuta di presentare il loro quarto album, ‘A Night at the Opera’, con il lancio di ‘Bohemian Rhapsody’, la band abbandona la casa discografica.
Intanto Freddy sposa Mary ma inizia a provare dubbi sulla sua sessualità. Tormentato dall’amore che prova per sua moglie e dal giudizio della famiglia di fede zoroastriana, Freddie rischierà, ed intraprenderà una relazione con il suo manager Paul Prenter (Allen Leech).
Negli anni Ottanta, iniziano a nascere le prime tensioni e Paul allontana progressivamente Freddie dagli altri membri della band. Sotto consiglio di Paul, il cantante lascia i Queen e firma un contratto milionario con la CBS Records come solista, trasferendosi a Monaco.
La sua vita continua all’insegna degli eccessi, fino a quando la visita inaspettata di Mary lo convincerà a riprendere in mano la sua carriera.

Quo vado? di Checco Zalone

Quo vado?” è stato girato fra l’Italia (Puglia e Lazio) e la Norvegia (Ny-Alesund e Bergen). Nel cast troviamo anche Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco, Ludovica Modugno, Maurizio Micheli, Ninni Bruschetta, Paolo Pierobon, oltre a Lino Banfi in una partecipazione straordinaria.

“Quo vado?” racconta la storia di Checco (Checco Zalone), un ragazzo che ha realizzato tutti i sogni della sua vita. Voleva vivere con i suoi genitori evitando così una costosa indipendenza e c’è riuscito, voleva essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce l’ha fatta, ma soprattutto, sognava da sempre un lavoro sicuro ed è riuscito a ottenere il massimo: un posto fisso nell’ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita che fa invidia a tutti. Un giorno però tutto cambia. Il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi (Sonia Bergamasco), Checco è messo di fronte a una scelta difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa.

Per Checco il posto fisso è sacro e pur di mantenerlo accetta il trasferimento. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi ma Checco resiste eroicamente a tutto. La Sironi esausta rincara la dose e lo trasferisce al Polo Nord, in una base scientifica italiana col compito di difendere i ricercatori dall’attacco degli orsi polari. Proprio quando è sul punto di abbandonare il suo amato posto fisso, Checco conosce Valeria (Eleonora Giovanardi), una ricercatrice che studia gli animali in via d’estinzione e s’innamora perdutamente di lei. Inizia così un’avventura fantastica nella quale Checco scoprirà un nuovo mondo, aprendo la sua piccola esistenza a orizzonti lontanissimi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...