SANREMO 2020 NUOVE PROPOSTE: intervista con gli Eugenio In Via Di Gioia in gara con Tsunami: “Ci piacerebbe partecipare alla colonna sonora del prossimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo”

Gli Eugenio in Via Di Gioia sono in gara tra le Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2020 con il brano “Tsunami”, che è contenuto nel nuovo disco in uscita il 31 gennaio “Tsunami (Forse Vi Ricorderete Di Noi Per Canzoni Come)”, che raccoglie le canzoni più amate dai fan della band torinese composta da Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo Di Gioia e Lorenzo Federici.

L’album sarà pubblicato in una speciale edizione in carta erba, biodegradabile e al 100% riciclabile e non solo. Infatti, oltre alla musica originale e innovativa nei suoni e nei testi, l’attenzione per l’ambiente e la sostenibilità da sempre sono una priorità della band.

Gli Eugenio In Via Di Gioia intraprenderanno diverse attività durante il Festival per continuare il percorso iniziato lo scorso anno con il progetto di crowfunding legato alla loro canzone Lettera al Prossimo (brano tratto dal disco “Natura Viva”) con cui, in meno di due settimane, è stato raccolto il denaro necessario per piantare una foresta a Paneveggio, notoriamente conosciuta come la foresta degli abeti di risonanza degli Stradivari.

Il supporto ricevuto al progetto “Lettera al Prossimo” degli Eugenio in via di Gioia, ha dimostrato chiaramente quanto con un obiettivo comune e l’impegno collettivo sia possibile ottenere grandi risultati.

Abbiamo incontrato gli Eugenio In Via Di Gioia a pochi giorni dal Festival di Sanremo 2020. Ecco cosa ci hanno raccontato.

Quali sono le vostre sensazioni a pochi giorni dal Festival di Sanremo 2020? 

“Le sensazioni sono molteplici, siamo felicissimi, agitatissimi, alla vigilia siamo tutti abbastanza costipati, vogliamo svelarci ma al tempo stesso vogliamo anche dimostrare alle persone che ci conosceranno a Sanremo che siamo molto di piu’ di una band che partecipa alla kermesse. La nostra storia inizia dalla strada e vogliamo rendere giustizia al percorso fatto suonando anche per strada nei giorni del Festival. Vogliamo raccontarci nel miglior modo possibile e far conoscere tutte le nostre sfaccettature”.

Parliamo di “Tsunami”, il brano che porterete sul palco dell’Ariston…

“Tsunami è un brano nato come un esperimento perchè Eugenio e Lorenzo hanno per la prima volta mischiato i loro mondi, quello piu’ verboso e prolisso di Eugenio e quello piu’ essenziale di Lorenzo. La produzione è affidata a Dardust con il contributo degli altri membri del gruppo”.

Ci raccontate come mai avete scelto “Tsunami (Forse Vi Ricorderete Di Noi Per Canzoni Come)” come titolo per il vostro disco?

“Volevamo che fosse il piu’ possibile riassuntivo di chi siamo ma anche che ponesse l’attenzione su Tsunami che è il brano che porteremo a Sanremo. La citazione è di Troy McClure dei Simpson e l’abbiamo scelta perchè ci aiutava a far capire che ognuno può ricordarsi di noi per una canzone diversa a seconda del momento in cui ci ha incontrati. Ci sono fan che ci seguono dal 2012 e si ricordano di noi come artisti di strada che cantavano “Emilia” e facevano scenette teatrali. Tutti i nostri mondi sono raccolti in questo disco”.

Tra le tracce c’è anche “L’unico sveglio” che fa parte della colonna sonora della web serie “Involontaria”. Che esperienza è stata? Vi piacerebbe in futuro scrivere una canzone per un film o una fiction?

“Sarebbe bellissimo. Ci piacerebbe partecipare alla colonna sonora del prossimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo. E’ stata un’esperienza incredibile, collaboriamo con Officine Buone da anni, abbiamo suonato in vari ospedali d’Italia e alle serate che organizzano e questa canzone è stata la ciliegina sulla torta”.

L’attenzione per l’ambiente e la sostenibilità sono tematiche importanti che da sempre affrontate attraverso le vostre canzoni e che porterete anche a Sanremo…

“Ogni persona ha una battaglia da portare avanti, noi facciamo parte di questa generazione che sente ancora di piu’ la necessità di sensibilizzare sui temi dell’ambiente e iniziare ad agire. Per anni gli scienziati di tutto il mondo hanno cercato di farsi sentire senza riuscirci, finalmente una ragazzina di 16 anni, Greta Thunberg, è riuscita a dare voce e amplificare temi così importanti che sembravano quasi scontati. Vogliamo portare avanti il messaggio già ampiamente affrontato nei nostri dischi. Quale occasione migliore di Sanremo per ribadire questo modo di vivere, di affrontare la quotidianità facendo delle piccole scelte che possono indirizzare la direzione dello tsunami”.

Dopo Sanremo quali sono i vostri prossimi progetti?

“Ai primi di marzo ci saranno quattro date live, a Torino (il 10 marzo al Teatro Concordia), a Milano (il 12 marzo all’Alcatraz), a Bologna (il 15 marzo all’Estragon) e a Roma (il 16 marzo all’Atlantico). Poi tra aprile e maggio ci sarà la piantumazione della foresta a Paneveggio, in provincia di Trento. Documenteremo il tutto e ci sarà un degno finale per la nostra campagna di crowdfunding legata alla canzone Lettera al Prossimo, iniziata a settembre e durata dieci giorni, in cui abbiamo raccolto del denaro per questo progetto”.

mintpack_Eugenio_tsunami.indd

Questa la tracklist del disco:

Se gli animali parlassero e Pinocchio

La Punta dell’Iceberg

Tsunami

Lettera al Prossimo

Giovani Illuminati

Non ancora

Cerchi – live @ Padova 2019

Chiodo Fisso

Altrove

Obiezione

Emilia

Pam

Sette Camicie

Perfetto Uniformato

L’Unico Sveglio (dalla serie Tv involontaria)

di Francesca Monti

credit foto copertina Laura Baiardini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...