CALCIO: il campionato di Serie A tra polemiche, rinvii e confusione

Dopo le polemiche degli ultimi giorni a causa dei rinvii delle partite della 26a giornata del campionato di Serie A, su tutte il Derby d’Italia Juventus-Inter, il 4 marzo la Lega Serie A si riunirà per trovare una soluzione a quella che sta diventando una situazione molto complicata e confusa.

La cosa che lascia senza parole però è che il mondo del calcio si sia fatto trovare impreparato nella gestione dell’emergenza coronavirus, che si protrae ormai da oltre dieci giorni. Ci si chiede quindi perchè non sia stata convocata subito un’assemblea con tutti i Presidenti delle società per discutere il problema e trovare una soluzione condivisa, invece di cambiare continuamente decisione, tra botta e risposta polemici, scarsa collaborazione e assurde accuse di un Calciopoli 2. Il campionato rischia di essere falsato, certo, ma semplicemente perchè non è corretto far giocare alcune partite e rinviarne altre, quando sarebbe stato opportuno attuare una strategia univoca, rimandando tutte le gare.

Non è infatti pensabile che ai tifosi dell’Atalanta ad esempio venga in pochi giorni prima concesso, poi negato, quindi concesso nuovamente di seguire la squadra a Lecce creando loro numerosi disagi nell’organizzazione della trasferta o che alla Fiorentina venga comunicato il rinvio del match con l’Udinese quando già si trovava ad Udine, città a cui tra l’altro è purtroppo legata la tragedia della prematura scomparsa del capitano viola Davide Astori, di cui il 4 marzo ricorrerà il secondo anniversario.

Porte aperte, porte chiuse, calendari intasati, sicurezza: la verità è che oggi, nel calcio, contano unicamente il business e gli interessi di sponsor e tv in primis, mentre tutto il resto viene messo in secondo piano.

Ora la soluzione probabile è che nel weekend dal 7 al 9 marzo si giochino le gare rimandate nel 26° turno, quindi Juventus-Inter potrebbe disputarsi lunedì 9 marzo. Restano invece confermate le semifinali di ritorno di Coppa Italia Juventus Milan (a porte semiaperte con ingresso vietato per i tifosi provenienti dalle regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, e dalle province di Savona e Pesaro e Urbino) e Napoli-Inter che si giocheranno mercoledì 4 e giovedì 5 marzo mentre la finale del trofeo è stata spostata al 20 maggio. Sempre che non ci siano nuovi colpi di scena…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...