Intervista con Benedetta Cimatti, tra le interpreti della serie “Bella da morire”: “E’ fondamentale unire le nostre forze per poter essere di aiuto ad altre donne”

Benedetta Cimatti è tra le protagoniste di “Bella da morire”, la nuova serie crime in onda la domenica sera su Rai 1, che vuole contribuire a sollevare veli su un tema tristemente attuale come quello dei femminicidi, attraverso una storia di donne forti, emancipate, appassionate del loro lavoro, che cercheranno insieme di scoprire la verità e fare giustizia per Gioia e le altre donne a cui è stata tolta la voce e la vita.

La giovane e talentuosa attrice faentina che abbiamo avuto modo di apprezzare in serie di successo quali Fuoriclasse 2, L’Ispettore Coliandro, La Strada di Casa, La Porta Rossa 2, in “Bella da morire” interpreta la giovane mamma-single Rachele, sorella dell’ispettrice di polizia Eva Cantini (Cristiana Capotondi).

Abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con Benedetta Cimatti, parlando non solo del suo personaggio ma anche dell’importanza della solidarietà femminile e di come sta trascorrendo queste giornate a casa per l’emergenza coronavirus.

BenedettaCimatti_CristianaCapotondi

Benedetta, nella serie tv “Bella da morire” interpreti Rachele. Cosa puoi raccontarci riguardo il tuo personaggio?

“E’ una ragazza-madre con una personalità difficilissima. E’ il figlio Matteo che in realtà si prende cura di lei, anche se dovrebbe essere il contrario e nonostante sia giovane ha alle spalle un passato piu’ grande di lei. E’ un personaggio un po’ fuori dagli schemi e nel corso delle puntate della serie uscirà tutto il suo vissuto”.

Cosa ti ha affascinato di questo personaggio così ricco di sfaccettature?

“Rachele ha mille colori, c’è un contrasto continuo, da una parte è stato il personaggio piu’ difficile da interpretare, perchè nasconde una storia forte dietro alla sua infantilità, dall’altra ho potuto toccare corde diversissime tra di loro ed è stato bello. E poi è la prima volta che interpreto il ruolo di una giovane madre. E’ stato gratificante come attrice”.

La serie affronta una tematica importante e purtroppo attuale come la violenza sulle donne. Quanto la televisione e le arti in generale possono fare per veicolare messaggi socialmente utili a smuovere le coscienze?

“Noi attori abbiamo una responsabilità enorme perchè entriamo nelle case della gente senza essere interrotti e abbiamo la possibilità di lanciare un messaggio diretto. Credo che in questo caso ci siamo riusciti perchè è una serie che sta dalla parte delle donne dal primo all’ultimo minuto e che combatte i pregiudizi. Spero che questa lotta che abbiamo intrapreso tutti insieme per dare un messaggio forte contro la violenza sulle donne possa essere vinta e che possa arrivare al pubblico”.

Le protagoniste di questa serie sono donne forti, determinate, coraggiose, ma sono anche molto unite per raggiungere un comune obiettivo. Emerge quindi anche un messaggio di solidarietà femminile…

“Assolutamente sì, è una storia al femminile con donne forti, determinate a fare giustizia, che combattono instancabilmente per restituire una dignità o la parola a chi non non l’ha piu’. Anche in questo senso è importante trovare all’interno dell’universo femminile un sentimento di collettività. Dobbiamo parlare soprattutto alle donne, sensibilizzarle anche per un discorso di prevenzione e farle sentire meno sole affinché capiscano che c’è la possibilità di uscire da certe situazioni. Se questo messaggio viene dato da una persona del tuo stesso sesso credo che possa arrivare ancora piu’ forte. E’ fondamentale unire le nostre forze per poter essere di aiuto ad altre donne”.

Paolo Stucchi

La serie si intitola “Bella da morire”. In una società in cui si dà spesso piu’ importanza all’apparenza, all’estetica, come traspare innanzitutto dai social, secondo te la bellezza può essere un’arma a doppio taglio?

“Sì, purtroppo soprattutto sui social la bellezza è quotidianamente oggetto di particolari commenti. Nel mio piccolo mi sono spesso sentita dire: hai fatto questo lavoro perchè sei una bella ragazza”, questo sminuisce totalmente ciò che una donna possiede, cioè una identità, un’interiorità, un mondo di sentimenti, di affetti, la realizzazione personale, l’indipendenza, si limita tutto al contenente piuttosto che guardare il contenuto. E’ il primo messaggio da dare soprattutto alle nuove generazioni: fare sempre apparire una bellezza puramente estetica attraverso le foto postate sui social secondo me è sbagliato. Noi donne che da sempre combattiamo per i nostri diritti dovremmo cercare sempre piu’ di far uscire la nostra identità piuttosto che l’involucro esteriore”.

Quali sono le tue attrici di riferimento?

“Il mio modello è sempre stata Anna Magnani, poi ci sono tante attrici bravissime, ma lei è stata il mio primo grande amore”.

Come stai trascorrendo queste giornate a casa?

“Facendo cose semplici, leggendo libri. Sono sola in casa ma cerco di sentire il piu’ possibile amici, famigliari, il mio compagno, grazie alla tecnologia che diminuisce il senso di lontananza. La cosa che ho pensato è che in tutto questo tran tran lavorativo non mi ero resa conto di quante cose non funzionassero in casa, dalla lampadina a una cornice rotta, e sto provvedendo ad aggiustarle. E poi sto riscoprendo me stessa, stando così tanto tempo da sola ho modo di riflettere, di pensare, e ho capito che finita questa emergenza darò importanza alle cose davvero fondamentali che magari si sottovalutano. Ora vorrei soltanto un abbraccio e spero di poterlo dare il prima possibile alle persone che amo”.

Quale libro consiglieresti ai nostri lettori tra quelli che stai leggendo in questi giorni?

“Sto leggendo Alessandro Baricco, un autore che mi piace tantissimo. Consiglio “Oceano mare”, un romanzo meraviglioso, estremamente poetico, che mi fa emozionare tantissimo e mi fa sentire meno sola”.

di Francesca Monti

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...