Intervista con la Regina del biathlon Dorothea Wierer: “Non mi sono resa conto di aver vinto la Coppa del Mondo fino a quando non ho tagliato il traguardo”

Grinta, cuore, classe e un talento straordinario: Dorothea Wierer ha scritto pagine meravigliose della storia del biathlon conquistando la sua seconda Coppa del Mondo consecutiva, coronando una stagione eccellente in cui ha vinto anche quattro medaglie ai Mondiali di Anterselva, due ori (nell’inseguimento e nella gara individuale) e due argenti  (nella Mass Start individuale e nella staffetta mista insieme a Lisa Vittozzi, Lukas Hofer e Dominik Windisch) e la sfera di cristallo nella Mass Start.

In questa intervista che ci ha gentilmente concesso la campionessa iridata ci ha raccontato le emozioni vissute a Kontiolahti, ci ha parlato di come sta trascorrendo queste giornate e del suo sogno nel cassetto.

Dorothea, a Kontiolahti, in Finlandia, hai conquistato la seconda Coppa del Mondo consecutiva, al termine di una gara mentalmente non facile. Ci racconti le emozioni vissute quando sei arrivata al traguardo?

“Non mi sono resa conto di aver vinto fino a quando non ho tagliato il traguardo. Ero molto arrabbiata con me stessa per la Sprint del giorno prima, pensavo di aver buttato via le possibilità di rivincere la Coppa del Mondo. Per cui avevo deciso di gareggiare dando tutto quello che avevo senza fare calcoli e senza badare alla mia avversaria. Per fortuna è andata bene”.

Ai Mondiali di Anterselva hai scritto una pagina di storia del biathlon, conquistando quattro medaglie, due d’oro e due d’argento, davanti al tuo pubblico in festa. Se ripensi a quei momenti qual è la prima immagine che ti viene in mente?

“Il fatto di tagliare il traguardo davanti alla mia famiglia, ai miei amici, ai miei tifosi. Ancora oggi quando ci penso mi viene la pelle d’oca. Sono nata come atleta proprio lì. E’ stata una gioia immensa”.

Dopo la sprint di Coppa del Mondo di Kontiolahti hai espresso la tua opinione riguardo al fatto che tutti gli sport invernali fossero fermi per l’emergenza coronavirus tranne il biathlon. Nello sport in generale non dovrebbe contare maggiormente la salute degli atleti rispetto al business?

“Ero molto arrabbiata con l’IBU, noi atleti eravamo tutti molto preoccupati per le notizie che arrivavano dall’Italia. Tutti gli sport erano stati fermati, solo noi eravamo ancora in gara. In questo caso bisognava pensare alla tutela della salute e non agli interessi economici”.

Negli sport invernali le ragazze azzurre hanno portato in alto il tricolore regalandoci indimenticabili vittorie, penso a te, a Michela Moioli nello snowboard e a Federica Brignone nello sci alpino. Si parla spesso di professionismo femminile ma rimane un obiettivo ancora da raggiungere. Cosa ne pensi a riguardo?

“Penso che il professionismo nello sport sia un tema da affrontare con cautela perché noi siamo una disciplina olimpica e come tale dobbiamo avere lo status di dilettante. Poi io faccio parte del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle. Moioli e Brignone hanno scritto pagine memorabili, sono state fantastiche”.

doro1

Tra tutte le medaglie che hai conquistato finora ce n’è una a cui sei piu’ legata?

“Sento molto mie le quattro medaglie dei Mondiali di Anterselva”.

Quante ore di allenamento giornaliere ci sono dietro ai tuoi successi?

“Giornate intere di allenamento. Praticamente siamo in attività tutto l’anno. Facciamo tanta preparazione fisica e atletica”.

Che consigli daresti a un giovane che vuole iniziare a praticare il biathlon?

“Di non porre limiti ai propri sogni. Con la forza di volontà e l’impegno si possono raggiungere i propri obiettivi”.

Come stai trascorrendo queste giornate a casa?

“Tanto divano, un po’ di lavoro al computer, ed esercizi di work out in casa. Tra pochi giorni mi arriverà un treadmill della Technogym così potrò correre in casa”.

Un sogno nel cassetto che vorresti realizzare…

“Avere una famiglia con tanti figli (arrivo da una famiglia numerosa) e fare una vita serena”.

di Francesca Monti

credit foto Ufficio Stampa Dorothea Wierer

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...