Intervista con Teresa Pascarelli, ideatrice e conduttrice di “Fumbleland! Mi è scappato un errore!”, programma per bambini in onda tutti i giorni su Rai Yoyo

Le giornate da trascorrere in casa in questo periodo di isolamento dovuto alle misure di contenimento adottate contro la diffusione del Covid-19 possono risultare pesanti soprattutto per i bambini. E’ nata così una nuova iniziativa per continuare a imparare l’inglese giocando, un progetto totalmente gratuito frutto della creatività della JB Productions di Teresa Pascarelli per sostenere le famiglie che si trovano per la prima volta a dover intrattenere i propri figli tutto il giorno restando in casa e per continuare a stimolare i bambini offrendo loro la possibilità di imparare divertendosi in compagnia dei loro beniamini televisivi: i Fumbles, le creature diventate note grazie alla serie televisiva “Fumbleland! Mi è scappato un errore!” in onda tutti i giorni su Rai Yoyo e su Dea Junior e sempre disponibile su Rai Play.

L’iniziativa permette a tutti i bambini di intraprendere fin dalle prime ore del mattino un vero e proprio percorso ludico didattico, totalmente gratuito, utilizzando semplicemente i canali social dei Fumbles ovvero Youtube, Facebook e Rai Play. Per più di 12 settimane, partendo da un post quotidiano sulla pagina Facebook Fumbles & Fumbleland, si verrà guidati alla fruizione di video e materiali scaricabili Fumbles utili per divertire e fissare nella memoria le nozioni di lingua inglese. Ogni giorno la JB Productions proporrà un’attività diversa da fare in casa: giochi, balli, esercizi didattici più o meno impegnativi, test, messaggi video dei Fumbles e di Mrs Spelling che coinvolgeranno bambini e genitori. I genitori potranno seguire il programma quotidiano oppure consultarlo liberamente quando vogliono, avendo tutti i materiali comunque sempre a disposizione.

Abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con Teresa Pascarelli, attrice, autrice e produttrice specializzata nella creazione di sitcom musicali per l’introduzione della lingua inglese ai ragazzi, che ci ha parlato di questa bella iniziativa.

1569609596918_2048x1152

Teresa, ci racconta com’è nata l’idea di “Fumbleland! Mi è scappato un errore!”?

“”Fumbleland! Mi è scappato un errore!” è un programma che avvicina i bambini alla lingua inglese permettendo loro di imparare una serie di vocaboli ed espressioni fino ad arrivare ad apprendere la lingua attraverso l’estensione di attività che possono essere fatte a casa. Il programma si presenta come puro intrattenimento ma in realtà è educativo perchè i protagonisti sono errori di ortografia che prendono vita all’interno di una sitcom musicale. Quando i bambini fanno uno sbaglio nasce un personaggio sul quaderno. Per esempio se invece di scrivere airplane scrivono hairplane spunta l’aereo capellone. Sono tutti fumbles che volano per scappare in quanto non vogliono essere corretti, allora il bambino e la maestra Mrs. Spelling devono acchiapparli, convincerli a restituire la lettera sbagliata e a indossare quella giusta. La visione dell’episodio Fumbleland in tv è il punto di partenza di un percorso di apprendimento che condurrà il bambino a seguire i suoi Fumbles nell’activity book, nel board game, fino all’immersione nel mondo virtuale, cioè il set della serie”.

Da cosa trae ispirazione per scrivere queste serie tv?

“Nascono dalla mia ricerca di situazioni divertenti che possano insegnare l’inglese, questa è una delle piu’ accattivanti perchè i personaggi sono buffi, dispettosi, non vogliono essere corretti ed è bello seguire le loro avventure. Come qualsiasi autore cerco di inventare sempre storie nuove. Arrivo dal teatro, poi ho iniziato a scrivere per la tv e da 20 anni sono creatrice di sitcom musicali”.

Questo programma trasmette anche un messaggio importante: commettere errori permette ai bambini di crescere e imparare…

“Assolutamente sì, noi tendiamo nella nostra cultura a demonizzare l’errore, a sottolinearlo con la matita rossa, soprattutto per i piccoli delle elementari credo che un approccio piu’ morbido porti a risultati migliori piuttosto che sgridarli o punirli. Se partiamo dal fatto che tutti possiamo sbagliare e imparare dai nostri errori sicuramente è piu’ educativo e i bambini, giocando, apprendono meglio le cose. L’errore rilassa molto, il fatto che siamo tutti un po’ imperfetti ci fa sentire accettati. In fondo tutti noi siamo come bambini che hanno paura di sbagliare”.

Teresa Pascarelli @FotoFabrizio De Blasio

Cosa ci racconta invece riguardo questa bella iniziativa che permette alle famiglie in quarantena di intrattenere i propri figli continuando ad imparare l’inglese in tv o sui social?

“Tutti i miei progetti nascono con la visione di un percorso da seguire. Quando crei uno spettacolo teatrale o un programma devi renderlo accattivante in modo che i bambini continuino a lavorare anche a casa. Andando in onda su Rai YoYo e avendo un’audience alta in questo periodo molti genitori ci hanno scritto sui social chiedendo di organizzare qualcosa per rallegrare i bambini. Perciò abbiamo inventato un percorso su Facebook in cui ogni settimana è dedicata a un personaggio diverso, con una sua lezione, la Fumble Lesson”.

Come si articola questo percorso?

“E’ un percorso guidato che va da lunedì a venerdì. Ad esempio c’è Nosebook, il quaderno nasone che deriva da Notebook, con la s messa per errore al posto della t. Il lunedì sulla nostra pagina Facebook la gente si collega e trova il post numero uno con le istruzioni da seguire a casa ogni giorno relative a quel tema, con la didattica, gli esercizi, i giochini, le canzoni, i video fatti in animazione virtuale, con cui i bambini possono divertirsi e imparare. La mamma può ad esempio dedicare un’ora al giorno al percorso con i Fumbles e creare un’aspettativa nel bambino per l’appuntamento successivo. Venerdì poi c’è lo Spelling test con un video in cui i ragazzi vedono il personaggio che stanno studiando e possono interagire con lui. Se i genitori non hanno tempo durante la settimana possono utilizzare i materiali il sabato oppure ricercare in archivio il corso facendo attività online quando e come si vuole. Finora abbiamo avuto un ottimo riscontro. Le mamme sono felici perchè sul canale Youtube hanno a disposizione gratuitamente tutto il materiale, ma la cosa piu’ importante per noi è che i bambini non restino fermi davanti alla tv. Infatti con i Fumbles colorano, fanno coreografie, danzano, recitano, disegnano, mettono in ordine gli oggetti nominandoli. In questo modo si distraggono e trascorrono la giornata in allegria”.

A quali progetti sta lavorando?

“Nel mondo dei Fumbles c’è sempre tanto lavoro da fare, abbiamo già diverse serie tv pronte e continueremo a produrne. Speriamo poi di arrivare a vendere alla grande distribuzione a prezzi bassi anche i libretti dei Fumbles”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...