Gp d’Austria 2020 – le qualifiche: Bottas espugna il Redbullring davanti a Hamilton, terzo Verstappen

Pole position e doppietta per la Mercedes in qualifica. Bene Verstappen, Ferrari imbarazzante

Dodici millesimi di secondo. Questo il gap che separa le Mercedes che occuperanno la prima fila del Gp d’Austria, primo appuntamento iridato di un travagliato 2020. Alla fine, pur con un’escursione di tipo rallistico nell’ultimo tentativo, il “boscaiolo” Bottas ha la meglio su Hamilton e sulla Redbull di Verstappen, consistente terzo con il vantaggio di partire con gomma intermedia e poter così allungare il primo stint. Dietro di loro una velocissima McLaren con Norris, quindi Albon, Perez.

Leclerc settimo va anche oltre i limiti di una monoposto rossa imbarazzante, costantemente più lenta nei rettilinei (anche di oltre 10 km/h), inefficiente aerodinamicamente e con poco grip meccanico, precedendo Sainz, Stroll e Ricciardo. Vettel non va oltre l’undicesimo posto, cosa che non gli accadeva dal Gp di Russia 2014.

Q1

McLaren in gran spolvero insieme alla Racing Point, mentre Verstappen inizialmente si issa in cima alla lista dei tempi con apparente facilità. Profondo rosso per i motorizzati Ferrari, con entrambe le Alfa Romeo escluse dal q2, in compagnia della Haas di Magnussen. La pole virtuale è di Stroll, davanti ad Hamilton e Bottas. I propulsori del Cavallino sembrano a corto d’ossigeno nelle foreste austriache, con una preoccupante carenza di potenza e velocità massime irrisorie un po’ su tutte le monoposto.

Q2

Clamorosa eliminazione di Vettel a parte, il q2 si caratterizza per il tentativo riuscito di Verstappen di qualificarsi con gomma intermedia, garantendosi così un vantaggio strategico sui due piloti dell’astronave con la stella a tre punte campeggiante sul musetto. La Racing point, clone della Mercedes dello scorso anno, ottiene un’ottima seconda fila virtuale. Stupefacente Norris, che lotta per le prime posizioni con una McLaren galvanizzatissima.

Q3

Incorona Bottas come poleman. Sempre che domenica regga psicologicamente per molti giri alla pressione del sa-campeao Hamilton, eventualità di cui non sarei così convinto. Verstappen conclude il podio delle qualifiche.

Sperando che un gp d’Austria non faccia da prodromo per tutta la stagione, il Gp di domenica si presenta come un’impervia scalata allo Spielberg per i due alfieri della Ferrari, che dovranno vedersela da una parte con le agguerrite McLaren di Norris e Sainz, dall’altra con le Racing point di Perez e Stroll e, occasionalmente, contro la Renault di Ricciardo. Urge correre ai ripari, se non si vuole che la stagione sia segnata di nero e argento ancor prima di cominciare.

di Nicolò Canziani

credit foto Twitter Formula 1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...