Intervista con il cantautore Yosef: “Il singolo Cadillac nasce dopo un bacio sotto la pioggia a Milano”

Dopo il singolo d’esordio “Tevere”, prodotto con Michele Canova e promosso attraverso un tour estivo di performance dal vivo dalle terrazze di grandi città d’Italia, il talentuoso cantautore italo-tunisino Yosef ha pubblicato il suo nuovo singolo pop “Cadillac”, autoprodotto e distribuito da Artist First (edizioni Warner Chappell Music Italiana), disponibile su tutte le piattaforme digitali e nelle radio italiane.

Una notte di pioggia su Milano, i fari accesi delle macchine, solo un’automobile d’epoca ferma in un parcheggio, un bacio che ferma il tempo. “Cadillac” scatta fotografie con parole irrorate di gin e speziate di paprika, per raccontare la voglia di stringere ancora qualcuno tra le braccia senza preoccuparsi della più grande paura dell’uomo: il tempo che scorre via.

image (1)

Yosef, è uscito il tuo nuovo singolo “Cadillac”, com’è nato?

“Cadillac nasce appena dopo il lockdown, dopo un bacio sotto la pioggia a Milano. Il sound del brano segue perfettamente la mia emotività. Il pianoforte delicato e la drum mi riportano esattamente nel luogo dove ho cercato di fermare il tempo”.

Al centro del brano c’è il tema dello scorrere inesorabile del tempo. Che rapporto hai con il tempo che passa?

“Tutti abbiamo a che fare con il tempo. Ci sono momenti, come per me in “Cadillac”, che vorremmo fermare e immortalare per sempre ed altri che preferiremmo cancellare. Vi dirò: faccio tesoro di tutto quello che il tempo mi ha dato, anche le ferite che mi hanno fatto diventare quello che sono oggi”.

Come ti sei avvicinato alla musica?

“Mia madre racconta che la musica inizia a farsi spazio nella mia vita già in tenera età. Ho iniziato all’età di 8 anni a fare i miei primi spettacoli nei teatri in occasione di conferenze spettacolo di musicoterapia. Ho continuato a studiare e verso i 16 anni ho avuto le mie prime esperienze televisive”.

Quest’estate hai girato l’Italia con un tour di performance dal vivo, dalle terrazze di grandi città. Ci racconti le emozioni vissute?

“In occasione dell’uscita del mio primo singolo “Tevere” ci siamo inventati il “Tra le nuvole tour”, una serie di live registrati su tetti, terrazze, piani altissimi, a Milano, Torino e Roma, per lanciare la mia voce dall’alto delle città in lenta ripresa dai mesi di lockdown”.

Un artista con cui ti piacerebbe collaborare…

“In questi mesi ho scritto con tanti nomi importanti della musica italiana. Ho avuto il piacere di imparare e confrontarmi con grandi autori. Non vedo l’ora di farvi ascoltare i brani”.

“Cadillac” anticipa un nuovo disco?

“Sto cercando di concentrare tutto sulla mia musica. Le canzoni vengono prima di tutto, prima di qualsiasi “strategia” per costruire una carriera professionale. Stiamo lavorando al mio album d’esordio e il tema principale sarà il “viaggio”… intanto salite a bordo della mia Cadillac e attendete il videoclip insieme a me”.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...