Teatro Carcano Milano: il cartellone della Stagione 2020-2021

In controtendenza nell’epoca del distanziamento, il Teatro Carcano si apre alla socialità e battezza la stagione 2020 – 2021 con un gioco di parole – Legittimo assembramento – che sottolinea l’essenza stessa del teatro, uno “sport di contatto” dove l’assembramento è non solo legittimo, ma necessario e sempre in sicurezza.

Con il varo del nuovo cartellone, ricco di appuntamenti di prosa e danza, cultura narrata e nuova drammaturgia, teatro al femminile e favole per i più piccoli, il Carcano lancia un messaggio di speranza e ottimismo invitando il pubblico a rinnovare e ritrovare il piacere di stare insieme, riunirsi, confrontarsi, fare gruppo.

“Perché abbiamo voluto intitolare un’intera stagione con una parola così contingente, così legata a una crisi difficile, ma che tutti speriamo temporanea e superabile? Perché in quella parola e ancor di più nell’aggettivo che le abbiamo attribuito risiede la motivazione più importante del teatro di ogni tempo e di ogni luogo: la riunione del gruppo, il confronto, la capacità di stare insieme. Il teatro è nella sua essenza uno “sport di contatto”, dove l’assembramento è non solo legittimo ma necessario.

Nell’incertezza del momento, la stagione 2020 – 2021 del Teatro Carcano segnala necessariamente un momento di passaggio: abbiamo pertanto tenuto a freno le nostre capacità produttive, non rinunciando però a lanciare messaggi e suggestioni per il prossimo futuro, innanzitutto recuperando alcuni appuntamenti della stagione scorsa; poi costruendo un calendario dove continuasse il confronto tra le diverse modalità di affrontare la comunicazione artistica; infine immaginando una più intima e organica collaborazione con le personalità e i gruppi artistici di nuova generazione che ci hanno regalato alcuni dei migliori spettacoli di questi anni”, spiega la direzione del Teatro Carcano.

In evidenza in cartellone:

gli appuntamenti già programmati per la primavera 2020 e cancellati a causa dell’emergenza sanitaria, ovvero RAFFAELLO con Vittorio Sgarbi; LE VERITÀ DI BAKERSFIELD con Marina Massironi e Giovanni Franzoni; INNAMORATI con Davide Lorenzo Palla; DONNE SCATENATE, rassegna di teatro al femminile; per le produzioni/coproduzioni di casa: SHERLOCK HOLMES e i delitti di Jack lo Squartatore, coprodotto con Ginevra Media Production; LE GATTOPARDE di e con le Nina’s Drag Queens, coproduzione insieme a Aparte, Teatro Metastasio di Prato e Emilia Romagna Teatro Fondazione; DON GIOVANNI, l’incubo elegante di e con Michela Murgia, realizzato in collaborazione con Mismaonda; INNAMORATI, adattamento de Gl’Innamorati di Goldoni diretto da Riccardo Mallus e prodotto dal Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano; la ricchezza e varietà delle sezioni Ex Novo e La cultura narrata, con un inedito ciclo di serate sulla drammaturgia italiana contemporanea organizzato e animato dal gruppo di Proxima Res e il ritorno delle lezioni di Storia di Editori Laterza, degli history telling di Paolo Colombo e delle serate scientifiche con Piergiorgio Odifreddi.

Come d’abitudine, viene mantenuta la suddivisione del cartellone per generi.

LA PROSA – Teatro dell’intelligenza, teatro del gradimento

Ad aprire la stagione una nuova magistrale performance di Vittorio Sgarbi che, dopo il successo di Caravaggio, torna al Carcano con il suo spettacolo su RAFFAELLO, di cui nel 2020 ricorrono i cinquecento anni dalla morte. Nella cornice di suggestive scenografie video, accompagnato dalle musiche dal vivo di Valentino Corvino, il nostro più celebre critico d’arte guiderà il pubblico in un percorso dotto ma accessibile attraverso le opere di uno dei più grandi artisti di ogni tempo, la cui influenza è giunta fino ai nostri giorni (3 – 8 novembre 2020, produzione Corvino Produzioni).

Ormai di casa al Carcano, l’attore-mattatore Davide Lorenzo Palla si lancia in una avventura teatrale non più in solitaria affrontando uno dei capolavori di Carlo Goldoni, Gl’innamorati, per l’occasione ribattezzato più semplicemente INNAMORATI. Diretto da Riccardo Mallus, affiancato dai giovani attori Irene Timpanaro e Giacomo Stallone e dal fido musico Tiziano Cannas Aghedu, Palla svelerà al pubblico una storia d’amore dietro la quale si nascondono tensioni che poco hanno a che fare con l’amore romantico e con la commedia goldoniana (12 – 22 novembre 2020, produzione Centro d‘Arte Contemporanea Teatro Carcano).

Ispirato a fatti realmente accaduti, LE VERITÀ DI BAKERSFIELD dello statunitense Stephen Sachs è un dramma comico ambientato in un’America percorsa da forti divari sociali. Maude, cinquantenne disoccupata, cela nella sua caotica roulotte un possibile tesoro, un presunto quadro di Jackson Pollock. La comparsa di un esperto d’arte a livello mondiale che si occuperà di fare l’expertise dell’opera, innesca un dialogo irresistibile sul tema del vero e del falso, fino ad un epilogo inaspettato. Sul palco, diretti da Veronica Cruciani, Marina Massironi e Giovanni Franzoni (26 novembre – 6 dicembre 2020, produzione Nidodiragno / Coop. CMC – Sara Novarese – Pickford).

Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta sono gli interpreti de LA PARRUCCA, tratto da Paese di mare e La parrucca, due atti unici di Natalia Ginzburg che sembrano l’uno la prosecuzione dell’altro. Nel primo incontriamo un marito, perennemente insoddisfatto e con velleità artistiche, e una moglie, ingenua e incline alla depressione e alla noia, alle prese con un trasferimento problematico in un piccolo paese sulla costa. Nel secondo, ritroviamo i nostri eroi in un alberghetto isolato, a fare i conti con un matrimonio che non funziona più. Comico, drammatico, vero, il testo è scritto con l’ironia e la leggerezza che rendono la Ginzburg unica nel panorama della narrativa e della drammaturgia italiane. La regia è di Antonio Zavatteri. (7 – 17 gennaio 2021, Produzione Nidodiragno/CMC – Sara Novarese).

Uno studente viene sospeso dalle lezioni e torna a casa pieno di lividi: è vittima di un atto di bullismo o è lui stesso un molestatore? Al centro de IL NODO della giovane drammaturga statunitense Johnna Adams due donne forti, una madre e un’insegnante, a fronteggiarsi in un intenso confronto che parla di bullismo e di rapporti genitori-figli; Ambra Angiolini e Ludovica Modugno dirette da Serena Sinigaglia danno vita ad un dialogo incandescente alla ricerca delle ragioni più profonde alla base di un fenomeno sociale diffuso e dagli esiti spesso tragici. (26 – 31 gennaio 2021, produzione Società per Attori | Goldenart Production).

La Londra vittoriana è sconvolta da una serie di efferati delitti che coinvolgono giovani prostitute. L’Ispettore Lestrade decide di ingaggiare il celebre detective Sherlock Holmes e il suo inseparabile compagno dottor Watson per tentare di dare un volto al misterioso assassino soprannominato Jack lo Squartatore. Scritto da Helen Salfas (pseudonimo sotto il quale si cela un notissimo drammaturgo inglese) e basato sugli scritti e i personaggi di Sir Arthur Conan Doyle, al tempo effettivamente ingaggiato da Scotland Yard come consulente, SHERLOCK HOLMES e i delitti di Jack lo Squartatore si avvale della regia di Ricard Reguant e dell’interpretazione di Giorgio Lupano, Francesco Bonomo e Rocìo Muñoz Morales affiancati da Barbara Folchitto, Giada Lorusso, Tommaso Minniti, Giulia Morgani, Emiliano Ottaviani, Luciano Roman, Marco Zanutto. (4 – 14 febbraio 2021, coproduzione Ginevra Media Production | Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano).

Libro di culto che trabocca di passione e ironia, verità e gioia di vivere, tradotto in circa settanta lingue, il Diario scritto da Anne Frank è una delle testimonianze più importanti sui crimini del nazismo, adattato per la scena nel 1955 da Frances Goodrich e Albert Hackett che ne hanno fatto uno dei capolavori del teatro del ‘900. Carlo Emilio Lerici dirige IL DIARIO DI ANNE FRANK come un lungo piano-sequenza in cui gli attori raccontano, in una coralità scenica e narrativa, la quotidianità dei personaggi in un sottile equilibrio tra tragedia e leggerezza. Sul palco Antonio Salines, Eleonora Tosto, Raffaella Alterio, Francesca Bianco, Veronica Benassi, Vinicio Argirò, Tonino Tosto, Susy Sergiacomo, Fabrizio Bordignon, Roberto Baldassari. (18 – 28 febbraio 2021, coproduzione Teatro Belli | Compagnia Mauri Sturno).

Pirgopolinice, personaggio principale del MILES GLORIOSUS – Gli adulatori sono simili agli amici come i lupi ai cani di Tito Maccio Plauto, è un fantastico sbruffone, esagerato, spudorato, vanitoso, che ha due debolezze: le donne, meglio se sposate, ed essere adulato. Sua principale occupazione, tediare chi lo circonda millantando senza posa meriti e imprese. Naturale che non incontri le simpatie di nessuno e che ai suoi danni si ordisca una tragicomica beffa da cui uscirà malconcio.  Marinella Anaclerio firma l’adattamento del testo e la regia di uno spettacolo di vitale e giocosa comicità, che ben si accorda ai tempi di grandi commedianti e vantoni in cui viviamo. Sul palco Flavio Albanese, Stella Addario, Antonella Carone, Claudio Castrogiovanni, Patrizia Labianca, Loris Leoci, Tony Marzolla, Luigi Moretti, Dino Parrotta. (11 – 21 marzo 2021, produzione Compagnia del Sole).

Liberamente tratto dall’opera omonima di Friederich Schiller, MARIA STUARDA di Dacia Maraini ne rovescia la vicenda moltiplicando i ruoli femminili per descrivere il rapporto tra Maria Stuarda e Elisabetta d’Inghilterra e il loro diverso atteggiamento nei confronti del potere. Le due sovrane emergono dal passato come ombre non pacificate, attraversate da passioni violente, in uno scambio continuo delle parti, protagoniste di un gioco spiazzante e perturbante. Sul palco due “regine” del teatro, Lina Sastri e Galatea Ranzi dirette da Daniele Salvo (8 -18 aprile 2021, produzione Palcoscenico Italiano in collaborazione con Golden Show Trieste).

In una mensa per artisti negli studios hollywoodiani due attori alla deriva se ne dicono e ne fanno di tutti i colori mentre sono occupati nella preparazione convulsa dei loro hamburger. Inanellano aneddoti sui titoli mitici in cui la loro parte è stata sempre tagliata o in cui hanno lavorato senza essere mai riconoscibili e sgocciolano i nomi delle star più famose come fossero intimi amici. Sono vittime di un crudele destino oppure solo dei mitomani? Protagonisti di HOLLYWOOD BURGER di Roberto Cavosi in un crescendo di risate, tensioni e rivelazioni, Enzo Iacchetti e Pino Quartullo (anche regista) sono gli esilaranti, tragicomici clown beckettiani nell’eterna attesa di un Jack Nicholson/Godot che non arriva mai … Accanto a loro Fausto Caroli. (22 aprile – 2 maggio 2021, produzione La Contrada – Teatro Stabile di Trieste in collaborazione con Festival Teatrale di Borgio Verezzi).

Le Nina’s Drag Queens, già protagoniste di successo al Carcano con Queen LeaR, firmano e interpretano LE GATTOPARDE – L’ultima festa prima della fine del mondo guardando al Gattopardo di Tomasi di Lampedusa come a una parte del nostro immaginario, un monumento italiano, un’icona nazional-popolare. Rivoluzionarie o forse reazionarie, vincitrici o forse vinte, le Gattoparde del titolo potrebbero invece rivelarsi entità nuove alla vigilia di un cambiamento epocale. Uno spettacolo che sarà una grande festa, colorato ed eccessivo, avvolto da musiche, danze, marcette, barocco siciliano e pop scatenato; una libera follia in forma di teatro che mescola sacro e profano, letteratura e canzonette nel più puro stile drag queen. Autori e interpreti Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò, che firma la regia. Lo spettacolo ha avuto il suo debutto nazionale a settembre 2020 nell’ambito della Biennale di Venezia/Teatro. (6 – 16 maggio 2021, coproduzione Aparte Soc. Coop. | Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano | Teatro Metastasio di Prato | Emilia Romagna Teatro Fondazione).

PER SERGIO: il senso di una vita. Per ricordare Sergio Fantoni, codirettore artistico del Teatro Carcano scomparso lo scorso aprile, mercoledì 25 novembre 2020 si terrà una serata che vedrà riuniti quanti lo hanno amato e stimato per ricostruire il percorso esistenziale di un attore, un imprenditore artistico, un intellettuale che ha onorato il teatro, il cinema e la televisione italiani.

DANZA E NON SOLO. La cultura del corpo

Tre e tutti italiani gli appuntamenti dedicati alla danza e al teatro fisico, primo dei quali ROMEO E GIULIETTA del Balletto del Sud, già applaudito al Carcano in Carmen e La Bella Addormentata. Una delle storie d’amore più popolari di ogni tempo e luogo, archetipo dell’amore perfetto ma avversato dalla società, ha ispirato al coreografo Fredy Franzutti uno spettacolo che, fin dal debutto nel 1998, ha riscosso un vivissimo successo di critica e pubblico. Merito anche dell’accuratezza delle scene che, ispirate ai dipinti di Giotto, Piero della Francesca e Cimabue, rimandano a un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante. (18 – 20 dicembre 2020).

Scatenati, fantasiosi, divertentissimi, i BLACK BLUES BROTHERS, cinque magnifici acrobati/ballerini kenyoti, incendiano i palcoscenici di tutto il mondo con il loro irresistibile tributo al mitico film di John Landis, un gustosissimo cocktail di rythm ‘n’ blues, fisicità e comicità. Il loro straordinario repertorio di virtuosismi atletici, fatto di capriole, piramidi umane, numeri con il fuoco, richiami a suoni e movenze africani, traghetterà in allegria nel 2021 gli spettatori di tutte le età. (30 dicembre 2020 – 3 gennaio 2021, produzione Circo e Dintorni).

Danza, tecnica e innovazione sono i punti di forza di INDACO e gli illusionisti della Danza presentato da RBR Dance Company Illusionistheatre. Al servizio di uno spettacolo di grande attualità che pone al centro il tema dell’ambiente e del rispetto per il nostro pianeta, un allestimento di grande suggestione che alterna proiezioni su originali fondali, giochi di luce e soluzioni registiche altamente tecnologiche. I danzatori appariranno, scompariranno e si moltiplicheranno grazie ad illusioni ottiche che lasceranno gli spettatori a bocca aperta. Le coreografie sono firmate da Cristiano Fagioli, Cristina Ledri e Alessandra Odoardi, mentre la regia è di Cristiano Fagioli e Gianluca Magnoni. (26 – 28 marzo 2021).

LA CULTURA NARRATA

Dopo due stagioni di grandi successi con Capitani coraggiosi e Muro contro muro, torna al Carcano Paolo Colombo, professore ordinario di Storia delle Istituzioni politiche all’Università Cattolica di Milano, con una nuova proposta di history telling intitolata CONTROCORRENTE: tre incontri al lunedì alle 20.30 per raccontare argomenti e vicende fuori dagli schemi, che pongono al centro la volontà di non conformarsi alle aspettative generali, di dire “no” quando ci si aspetterebbe un “sì”. Storie, appunto, controcorrente. Si parte con Cos’altro vi serve da queste vite? Il Congo: lo sfruttamento del “continente nero”: una storia avvincente e drammatica sull’“identità nera” e l’imposizione di modelli “bianchi” a popolazioni lontanissime da essi; sullo sfruttamento europeo delle terre africane; sull’ipocrisia delle versioni di comodo predisposte da chi detiene il potere. Al nucleo del racconto, il mitico incontro di pugilato che nel 1974 vide sfidarsi a Kinshasa, capitale dell’allora Zaire, ex Congo belga, Muhammad Ali (campione della volontà di riscatto nera) e George Foreman (incarnazione del nero americano che sposa i valori e i modelli del mondo in cui vive). (11 gennaio 2021).

Al centro di Born to be alive. Disco music e comunità gay negli anni ’70, la storia poco conosciuta che lega la nascita della disco music al coming out dei gay a livello sociale. Una storia fatta di lotte contro l’emarginazione e la discriminazione (che accomunano agli omosessuali gli afroamericani, le donne, gli italoamericani), di grandi personaggi della musica (Barry White, Donna Summer, i Bee Gees), di rivoluzione culturale (le radio, le discoteche, la moda). Una storia di libertà e liberazione, di divertimento e perdizione, di creatività e business. (1 febbraio 2021).  L’ultimo appuntamento, Gli Internati Militari Italiani. I soldati che dissero no al nazifascismo, scritto da Valentina Villa e Paolo Colombo, tratterà dei seicentomila soldati italiani che, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, vennero fatti prigionieri dagli ex alleati tedeschi e deportati in Germania. Nonostante l’offerta di tornare in Italia a combattere per la Repubblica Sociale di Mussolini, la quasi totalità rifiuterà, preferendo il lager e i lavori forzati a un nuovo consenso ai nazi-fascisti. Il pudore per gli orrori visti e vissuti e la tiepida accoglienza al ritorno freneranno gli IMI dal raccontare la loro storia, tuttora poco conosciuta. Con i disegni dal vivo di Michele Tranquillini (1 marzo 2021).

Il nuovo ciclo di Lezioni di Storia di Editori Laterza, al Carcano per la terza stagione consecutiva, è intitolato IL RACCONTO DEL POTERE: cinque lezioni condotte da eminenti professori universitari e storici per raccontare un potere che non si basa mai solo sulla forza, ma anche sul consenso, e la società che lo esprime. Al centro cinque figure che in modo assai diverso hanno lasciato un segno sul loro tempo: PERICLE con Laura Pepe (18 gennaio 2021); DANTE ALIGHIERI con Alessandro Barbero (24 gennaio e 15 febbraio 2021); GIOVANNA D’ARCO con Maria Giuseppina Muzzarelli (15 marzo 2021); MARTIN LUTHER KING con Paolo Naso (12 aprile 2021); NELSON MANDELA con Emilio Gentile (26 aprile 2021).

DONNE SCATENATE (Punti, appunti e spunti al femminile)

Dal 3 all’8 marzo, nella settimana della Festa della donna, sul palcoscenico del Carcano si avvicenderanno tre spettacoli al femminile tra impegno e leggerezza. Lucilla Giagnoni, una delle voci più energiche, poetiche e spirituali del nostro teatro, è autrice e interprete di due titoli: nel primo, VERGINE MADRE, la lettura di sei canti della Divina Commedia – probabilmente i più noti – compone un ricco percorso di storie costeggiato da figure parentali che vanno a formare il disegno di una famiglia, delineando il principio del “Femminile”, forza che può l’impossibile. (3 marzo 2021 – produzione TPE – Teatro Piemonte Europa); nel secondo, MAGNIFICAT, l’attrice compie un viaggio attraverso la storia e gli archetipi del pensiero umano – dalla Bibbia a San Francesco, dai miti classici a Dante – alla scoperta del principio femminile come armonia e forza rigeneratrice del mondo. (4 marzo 2021 – produzione TPE- Teatro Piemonte Europa | Centro Teatrale Bresciano).

Ironico e dissacrante viaggio nell’universo sessuale femminile, APPUNTI G vede in scena tre note attrici comiche di generazioni differenti – Lucia Vasini, Alessandra Faiella, Rita Pelusio – affiancate dalla giornalista Livia Grossi. Tra monologhi e pezzi corali, risate e pagine di cronaca, un’occasione per riflettere su un tema dalle mille sfaccettature e implicazioni (5 – 8 marzo 2021 – produzione Nidodiragno / Coop CMC | Collettivo ApPunti G | Sara Novarese).

EX NOVO – Esplorando un teatro diverso

SITUAZIONE DRAMMATICA – Il copione è un inedito progetto in sette serate ideato dall’Associazione “Situazione Drammatica” di Tindaro Granata, Carlo Guasconi e Ugo Fiore dedicato alla drammaturgia italiana contemporanea con la partecipazione di autori, attori e pubblico. In ciascun appuntamento, gli autori (tutti premiati o segnalati nell’ambito dei più prestigiosi premi letterari nazionali), introdurranno le loro opere agli spettatori che, armati del copione che verrà loro consegnato all’ingresso, potranno seguire la lettura drammatizzata da parte degli attori, scelti tra i più apprezzati e interessanti delle ultime generazioni. Al termine, autori e spettatori si confronteranno approfondendo le tematiche affrontate. Prodotto da Associazione “Situazione Drammatica”, Proxima Res e Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano, è un’occasione straordinaria per scoprire la bellezza e la magia della trasformazione della parola scritta in parola recitata. In programma: ULTIMA SPIAGGIA di Riccardo Favaro (autore vincitore Premio Scenario 2019), con Federica Fracassi, Angelo Di Genio, Petra Valentini, Sebastian Luque Herrera (16 novembre 2020); MADRI di Diego Pleuteri (menzione speciale Premio Inedito – Colline di Torino 2020), con Valentina Picello, Alfonso De Vreese (14 dicembre 2020); PLAY di e con Caroline Baglioni (autrice vincitrice Biennale di Venezia 2019 / 19 gennaio 2021); FANTASMI di Tommaso Fermariello (autore vincitore premio Tondelli 2019), con Arianna Scommegna, Massimiliano Speziani, Giusto Cucchiarini; Francesco Maruccia (8 febbraio 2021); LA MACCHIA di Fabio Pisano (autore vincitore Premio Hystrio 2019), con Mariangela Granelli e Angelo Di Genio (29 marzo 2021); TRITTICO DELLE BESTIE di Niccolò Matcovich (autore segnalato Premio Hystrio 2017 e vincitore Premio Scenario Infanzia 2020), con Carlotta Viscovo, Sergio Leone, Francesco Aricò, Emanuele Turetta (19 aprile 2021); L’OFFICINA di Angela Demattè (autrice vincitrice Premio Riccione 2009), con Francesca Porrini, Christian La Rosa, Olga Rossi, Giuliano Comin (10 maggio 2021). Tutti gli appuntamenti si terranno alle 20.30.

Dopo il successo delle serate sulla conquista della luna e sulle matematiche dei Greci e degli Indiani, torna al Carcano Piergiorgio Odifreddi con IL GRANDE RACCONTO DELL’ASTRONOMIA, tre appuntamenti di argomento scientifico prodotti dal Teatro Pubblico Ligure in collaborazione con Corvino Produzioni, in scena al lunedì alle 20.30. Ciascuna serata sarà dedicata ad un gigante dell’astronomia: Galileo Galilei – Rivoluzione in cielo e in terra, in cui si ripercorrerà la strada che ha portato alla vittoria dell’eliocentrismo (30 novembre 2020); Isaac Newton – Sulle spalle di un gigante, alla scoperta di un genio assoluto della scienza, personaggio ostico, paranoico e intollerante (25 gennaio 2021); Albert Einstein – Il padre della relatività, in cui verranno affrontate alcune delle pagine divulgative da lui scritte e in particolare aspetti e applicazioni sorprendenti della teoria della relatività (22 marzo 2021).

Con DON GIOVANNI, l’incubo elegante, Michela Murgia torna al teatro portando in scena la sua personale passione per il melodramma. Melomane esperta, la Murgia riscrive il Don Giovanni di Mozart svelando attraverso i suoi personaggi la propria esperienza in tema di rapporti di coppia. Una sorta di seduta psicanalitica con un interlocutore invisibile per riflettere, come davanti ad uno specchio, sulle infinite sfaccettature della psicologia maschile e sull’incontro/scontro con l’universo femminile. Il tutto sulle immortali pagine musicali di Mozart, eseguite dalla fisarmonica di Giancarlo Palena e da due giovani cantanti operistici. (10 – 13 dicembre 2020, coproduzione Mismaonda | Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano. In collaborazione con Parmaconcerti).

Nella società della comunicazione permanente l’intero spazio del dialogo è saturo, monopolizzato dalla maggioranza, non più silenziosa ma chiassosa. Spariscono le voci dei singoli e soprattutto quelle dei non rappresentati, degli ultimi, di chi non riesce ad ottenere nemmeno un minimo palco. LE VOCI DEGLI ALTRI è un progetto in due puntate a cura di Veronica Cruciani (anche regista) e Christian Raimo e prodotto da Nidodiragno in cui alcuni importanti intellettuali italiani dialogheranno alla ricerca di un metodo che sappia dare attenzione agli inascoltati. Nel primo appuntamento, La verità senza paure, Aboubakar Soumahoro, sindacalista italo-ivoriano e cofondatore della Coalizione Internazionale Sans-Papiers, Migranti e Rifugiati, e Gad Lerner, giornalista, autore e personaggio televisivo, parleranno di caporalato e sfruttamento, del dramma delle trasformazioni subite dal mondo del lavoro, della necessità di recuperare la dignità del lavoro contro chi ha distrutto il senso stesso della nostra comunità (22 gennaio 2021); nel secondo, Le storie di chi non ha voce, lo storico e saggista Carlo Ginzburg e l’accademico e critico musicale Alessandro Portelli si confronteranno sui temi della “microstoria”, ovvero le testimonianze dei protagonisti più umili – contadini, analfabeti, eretici – attraverso le quali si può arrivare a conoscere lo spirito di un’epoca, e della “controstoria”, racconto alternativo degli avvenimenti ricavato dalle memorie orali di chi ha vissuto grandi e piccoli eventi del Novecento. (3 maggio 2021).

Perché l’uomo non riconosce il cambiamento climatico? Forse perché per anni si è crogiolato dando credito a storie inventate, panzane consolatorie, bufale? Mettendo in scena AL CLIMA NON CI CREDO Mario Tozzi, geologo, ricercatore del CNR, autore e personaggio televisivo, e Lorenzo Baglioni, cantante, attore e matematico, hanno deciso di smontarle e, con l’ausilio di immagini, video e musiche, cercheranno di convincere il pubblico che per arrestare i danni dei mutamenti climatici non c’è più davvero tempo. Regia di Francesco Brandi.  (22 febbraio 2021, produzione Mismaonda).

Si sa che in tutte le discipline sportive la testa gioca un ruolo decisivo e che sono sempre più numerosi gli sportivi che si affidano a un mental coach. In NELLA MENTE DEI CAMPIONI Mauro Berruto, ex allenatore della nazionale italiana di pallavolo, bronzo all’Olimpiade di Londra 2012, parlerà dell’attitudine mentale di alcuni grandi campioni dello sport e azzarderà curiosi e divertenti paralleli tra atleti, artisti, poeti. Perché tutti fanno parte della stessa squadra, uno spazio in cui ogni individuo può esprimere il proprio talento e costruire il proprio personale capolavoro. La regia è di Roberto Tarasco, che cura anche immagini e musiche. (9 marzo 2021, produzione Nidodiragno).

LE FAVOLE A TEATRO

Gli scatenati attori e ballerini di Fantateatro – stagione dopo stagione ormai una presenza fissa in cartellone – intratterranno bambini e famiglie con i Fantaweekend, cinque appuntamenti con le favole al sabato pomeriggio e alla domenica mattina: LA SIRENETTA (domenica 10 gennaio 2021 ore 11.00); IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI (sabato 23 gennaio 2021 ore 15.00); I MUSICANTI DI BREMA (domenica 7 febbraio 2021 ore 11.00); PINOCCHIO (sabato 20 febbraio 2021 ore 15.00 / Speciale Carnevale); LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO (domenica 21 febbraio 2021 ore 11.00 / Speciale Carnevale). Testi e regia di Sandra Bertuzzi.

È APERTA LA VENDITA DEGLI ABBONAMENTI

Le seguenti tipologie di abbonamenti sono valide fino al 30 dicembre 2021:

  • 10 / 9/ 6 spettacoli a scelta € 270,00 / € 252 / € 174,00 con riduzioni per gruppi, over 65, under 26 e insegnanti
  • 3 oppure 5 spettacoli a scelta per studenti € 39,99 / € 65,00 – per insegnanti € 51,00 / € 85,00
  • Tessera a scalare per 4 ingressi € 120,00

Informazioni su abbonamenti, biglietti, voucher 2019/20 e orari su www.teatrocarcano.com

In ottemperanza alle attuali disposizioni governative, la capienza della sala del Teatro Carcano verrà ridotta e le piante dei posti verranno riconfigurate tenendo conto dell’obbligo del distanziamento fisico.

All’interno del Teatro Carcano – botteghino, foyer, corridoi, sala – è obbligatorio indossare la mascherina. L’accesso agli spettacoli è consentito previa rilevazione della temperatura corporea.

Causa la presente emergenza sanitaria, la programmazione 2020/21 del Teatro Carcano  potrà subire variazioni/cancellazioni in corso d’opera.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...