“LE BARACCOPOLI” è il titolo della sesta e ultima puntata di “PIACERE MAISANO”, in onda su TV8 mercoledì 9 dicembre

Si conclude il primo ciclo di puntate della seconda stagione di “Piacere Maisano”, una produzione originale EndemolShine Italy. Il sesto e ultimo episodio, dedicato alle baraccopoli, va in onda su TV8, domani, mercoledì 9 dicembre, in seconda serata dopo X Factor.

Dopo aver approfondito temi come l’energia, la moda, l’immigrazione, il complottismo e la quarta età questa volta Marco Maisano pone l’accento sull’importanza di avere una dimora soprattutto quando si è costretti a rimanere confinati tra le pareti domestiche.

Col decreto ministeriale dei primi mesi del 2020 l’Italia si è di fatto rifugiata in casa. Ma come diventa la tua vita se per Legge sei costretto a rimanere chiuso nelle tue “quattro mura”, che in realtà sono cartoni e lamiere di eternit? È proprio da questa spinosa domanda che prende le mosse l’inchiesta di Marco Maisano.

Le grandi crisi, come lo è quella indotta dal Coronavirus, creano un distacco ancor più netto tra i ricchi e i poveri. E tutte quelle persone che fino al 2019 riuscivano a tirare la cinghia e ad arrivare alla fine mese pagando l’affitto, oggi rischiano di dover trovare alternative diverse. Quali? Le baracche.

Marco Maisano inizia il suo viaggio nel cuore del problema, partendo da Roma, dove visita la baraccopoli di via della Foce dell’Aniene; l’etnia principale che abita questo posto è filippina. Proprio qui circa 50 famiglie hanno ricreato un piccolo quartiere che molto assomiglia a quelli nei sobborghi di Manila. Molte delle persone che vivono in questo contesto lavorano nelle case dei benestanti romani come domestici o nei centri commerciali come magazzinieri.

Sempre nella Capitale, Maisano visita la più grande baraccopoli abitata da persone di etnia rom. Si tratta di un “campo” che ospita migliaia di persone: un vero e proprio paese. Marco si sposta poi a Messina, dove dal 1908 esistono circa 72 baraccopoli sparse in tutta la città. Alcune ospitano poche famiglie altre invece centinaia, In questa città circa 8 mila persone, tutte italiane, vivono nelle baraccopoli. Insieme a Pino, attivista del comune di Messina, Marco visita le case di queste persone per capirne i disagi, le difficoltà e le possibili soluzioni. Seppur in un contesto disagiato in queste dimore non manca l’allegria e lo spirito tipico di questa regione d’Italia.

Infine, Maisano intervista Linda Laura Sabbadini, Direttore Centrale dell’Istat, per capire quali siano state le reali conseguenze della pandemia sugli strati sociali più deboli della società.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...