Il linguaggio della discriminazione a “Le parole per dirlo” su Rai3

Il vocabolario del razzismo ha sempre coniato un proprio lessico per esprimere l’odio verso il diverso. La puntata di domenica 17 gennaio, del settimanale di Rai3 “Le parole per dirlo”,  in onda alle 10.15, dedicato alla lingua italiana e condotto da Noemi Gherrero, esplora il linguaggio della discriminazione con lo scrittore e insegnante Eraldo Affinati, da anni impegnato, con i suoi libri e con una intensa azione di volontariato, nella difesa dei diritti dei migranti e delle minoranze. Attraverso una galleria di filmati che testimoniano come le forme verbali della discriminazione si siano evolute e di come il “politicamente corretto” abbia esercitato una sua, importante e a volte ambigua funzione, i linguisti Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, presenze fisse del programma, analizzano parole e nodi grammaticali e rispondono alle domande del pubblico e dei ragazzi collegati con lo studio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...