“Giselle” dal Teatro alla Scala con la supervisione di Carla Fracci

Una storia d’amore, tradimento e redenzione, tra gioiose feste contadine e il bianco stuolo di willi, tanto affascinanti quanto spietate. È Giselle, il balletto romantico per eccellenza, che il Teatro alla Scala di Milano e Rai Cultura propongono in streaming su http://www.raiplay.it, http://www.raicultura.it e http://www.teatroallascala.org sabato 30 gennaio alle 20.00. Lo spettacolo, registrato il 28 e 29 gennaio, propone la versione di Yvette Chauviré, dell’indimenticabile coreografia di Coralli-Perrot. Sul podio, a dirigere l’Orchestra della Scala, il Maestro Koen Kessels. 
Il direttore del Corpo di Ballo della Scala, Manuel Legris, ha pensato la produzione appositamente per questa trasmissione e per questo nuovo omaggio a Yvette Chauviré, che unisce diverse generazioni di artisti in un tributo alla danza italiana. 
Il Maestro Legris ha voluto coinvolgere nella preparazione dello spettacolo Carla Fracci per celebrare una grande étoile che ha fatto di Giselle una delle sue più leggendarie interpretazioni. La grande ballerina è stata protagonista di due masterclass in cui ha approfondito i ruoli principali con i giovani protagonisti, e porterà la sua testimonianza su Giselle e su Yvette Chauviré in una conversazione con Manuel Legris nell’intervallo.  
Due saranno i cast che si esibiranno nei ruoli principali, in una occasione eccezionale che permetterà, in una sola recita, di apprezzare più artisti nell’interpretazione dei ruoli principali e che coinvolge in totale otto primi ballerini della Compagnia, accanto ai solisti e artisti di punta del corpo di ballo. Il primo atto vedrà protagonisti nei ruoli di Giselle e Albrecht i primi ballerini Martina Arduino (al debutto nel ruolo) e Claudio Coviello; il secondo atto sarà affidato a Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko. Accanto a loro, e agli artisti del corpo di ballo, saranno anche i primi ballerini Virna Toppi nel ruolo di Myrtha, Marta Romagna come la Principessa Bathilde, Mick Zeni come il Duca di Courland e Antonella Albano nel passo a due dei contadini con Nicola Del Freo. A Marco Agostino sarà affidato il ruolo di Hilarion. 
Giselle racchiude tutti gli elementi del balletto romantico, li esalta in una storia universale e in una struttura esemplare. Il Corpo di Ballo scaligero porta di nuovo in scena l’indimenticabile coreografia di Coralli-Perrot nella ripresa di Yvette Chauviré, che proprio con la cura e la raffinatezza di ruoli come Giselle ha esaltato la tradizione classica in tutta la sua purezza e consegnato la sua fama al mondo. La sua versione, per la prima volta alla Scala nel 1950, la vide proprio nel ruolo della sfortunata giovane di campagna che sognava l’amore e amava danzare. 

Ph. Marco Brescia & Rudy Amisano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...