Cortina 2021: sfuma una medaglia azzurra anche nello slalom gigante femminile

Siamo quasi al termine dei Mondiali di Sci Alpino di Cortina 2021 e la gara più attesa si chiude con un’altra grande delusione azzurra, l’ennesima. In Coppa del Mondo in questa stagione nella specialità le nostre atlete non sono mai scese dal podio, ma oggi proprio non è andata.

La medaglia d’oro va all’elvetica Lara Gut Behrami, al terzo podio in questa rassegna iridata. La sciatrice elvetica ha dimostrato lo stato di grazie in cui si trova con una prova solida e recupera così dalla terza posizione della prima manche.

Al secondo posto, anche lei alla terza medaglia nella rassegna di Cortina 2021, Mikaela Shiffrin che perde l’oro per due miseri centesimi, ma che esulta comunque per un risultato eccellente. In attesa dello slalom dove può recitare nuovamente un ruolo da super protagonista.

Terzo gradino del podio per l’austriaca Katharina Liensberger che, dopo l’ottimo oro in parallelo, sfiora l’impresa anche tra le porte larghe. Per lei fatale un piccolo errore che le ha fatto perdere l’ha privata del metallo più prezioso per soli 9 centesimi.

Al quarto posto staccata di 73 centesimi dalla vetta la neozelandese Alice Robinson e al quinto Ramona Sibenhofer con 1.26. Ottimo sesto posto e miglior piazzamento in carriera per la polacca Maryna Gasienica-Daniel a 1.53.

Solo settima Tessa Worley, ottava Wendy Holdener, nona Ragnhild Mowinckel e decima Nina O’Brien.

Un grave errore relega all’undicesimo posto Michelle Gisin, mentre Petra Vhlova si accontenta del dodicesima piazza e non sfrutta il tracciato della seconda manche di Livio Magoni.

Male Marta Bassino che sulla pista di Cortina non ha trovato la chiave di interpretazione e dopo una prima manche chiusa al 15° posto nella seconda recupera solo 2 posizioni e termina 13°

Delusione per Federica Brignone che, dopo una buonissima prima parte di prima manche, è caduta dicendo addio ai sogni di gloria e chiudendo di fatto il Mondiale senza medaglie. Una situazione che la sciatrice valdostana ha analizzato senza nascondere la grande amarezza per l’occasione sfumata in una stagione dove troppe cose non vanno per il verso giusto.

Non bene nemmeno Elena Curtoni che in una prova così tecnica ha messo in risalto le sue lacune tecniche, in una specialità che ha ripreso a frequentare solo in questa stagione.

Così così anche Laura Pirovano che, dopo una prima manche difficile, ha cercato di sfruttare al meglio la partenza della seconda manche, ma che ha recuperato solo 4 posizioni piazzandosi 26°

Va così in archivio una gara che ci lascia davvero con l’amaro in bocca. Il GS femminile è la specialità nella quale negli ultimi anni siamo stati la squadra da battere e una gara come quella di oggi a livello di risultati non si vedeva da parecchi anni. Una disdetta in un Mondiale che ci sta regalando molti dolori e poche, pochissime gioie.

Al femminile, poi, inutile aggrapparsi allo slalom speciale femminile, perchè si tratta della specialità dove da parecchio tempo fatichiamo moltissimo, troppo.

di Simone Zamignan

credit foto Cortina 2021

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...