SANREMO 2021: “Che ne So” di Elena Faggi vince il Premio Soundies Awards

La 71ma edizione del Festival della Canzone Italiana è davvero singolare, ha cambiato persino il modo di vivere la kermesse canora più amata dagli italiani. Il pubblico non è in platea, non affolla le strade. Difficile incontrare gli artisti, impossibile incrociare personaggi dello spettacolo. In una Sanremo quasi spettrale, ciò che davvero non si ferma non è solo la musica all’interno del teatro Ariston ma anche Casa Sanremo che da 14 anni è la Casa del Festival.

Trasformata in un digital hub, ha offerto al pubblico da casa, con dati di ascolto sorprendenti, la possibilità di far vivere le emozioni “negate” quest’anno dalla pandemia.

Sono stati digitalizzati tutti gli appuntamenti tradizionali che hanno sempre caratterizzato l’offerta d’intrattenimento e tra questi anche i “Soundies Awards”, il primo premio nella storia italiana dedicato ai videoclip delle canzoni in gara al Festival, nato sei anni fa da un’idea di Vincenzo Russolillo, presidente Gruppo Eventi e Patron di Casa Sanremo.

Sul podio, il video che racconta la bellezza dell’adolescenza: Soundies Awards 2021 a “Che ne so” di Elena Faggi, un brano ed un video che parlano dell’inizio dell’innamoramento, di quel momento in cui ancora i sentimenti sono confusi.

La consegna del premio, realizzato dal maestro orafo Michele Affidato, si è svolta ieri alle 18.00, in diretta streaming, durante la trasmissione “We have a dream da Casa Sanremo” condotta da Red Ronnie, da sempre impegnato a dare spazio ai sogni dei giovani artisti, dal patron Russolillo e dal Dott. Francesco Pisano delegato dall’Assessore all’Agricoltura della Regione Calabria Gianluca Gallo.

Il riconoscimento, infatti, consentirà alla Faggi di realizzare un nuovo videoclip in Calabria nei prossimi dodici mesi, grazie ai servizi di ospitalità messi a disposizione proprio dalla Regione Calabria.

I premiati delle scorse edizioni: Marco Sentieri e Tecla (2020), Ex-Otago (2019), Lo Stato Sociale e Mudimbi (2018), Fabrizio Moro e Maldestro (2017), Rocco Hunt  e Ermal Meta (2016).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...