Addio al grande fotografo Giovanni Gastel

Si è spento a Milano a 65 anni Giovanni Gastel, tra i più grandi fotografi italiani. Era ricoverato da qualche giorno all’ospedale Fiera di Milano dopo aver contratto il covid.

Uomo gentile, generoso ed elegante, fotografo illuminato e geniale, che in ogni scatto metteva passione e poesia, figlio di Giuseppe Gastel e Ida Visconti di Modrone, nipote di Luchino Visconti, aveva iniziato a fotografare negli anni ’70 nello scantinato di casa completando l’apprendistato a Londra dove ha poi lavorato per Christie’s. Nel 1981, grazie alla sua agente Carla Ghiglieri, è diventato fotografo di moda e sono arrivati i primi lavori per diverse riviste, tra cui Vogue Italia, e a seguire per le campagne pubblicitarie di importanti marchi quali Versace, Missoni, Tod’s, Trussardi, Krizia, Ferragamo, Dior, Nina Ricci, Guerlain. Successivamente si è dedicato alla realizzazione di progetti artistici fotografando tanti personaggi celebri dello sport, del cinema, dello spettacolo, della politica come Barack Obama, Maradona, Fiorello, Bebe Vio, Monica Bellucci, Pino Daniele, Johnny Depp, solo per citarne alcuni. Nel 1997 ha esposto la sua prima personale alla Triennale di Milano, curata dal critico Germano Celant.

Nel 2015 Gastel per i suoi 60 anni aveva pubblicato un’autobiografia, “Un eterno istante. La mia vita” (Mondadori). Ha chiuso pochi giorni fa invece la mostra “The people I like” esposta al MAXXI, in prima assoluta, con oltre 200 “ritratti dell’anima” del maestro fotografo alle persone che più lo hanno colpito.

credit foto Stefano Guindani

Rispondi