Il viaggio di “Lineabianca” si conclude tra l’Etna e lo Stromboli

Dall’Etna allo Stromboli: l’ultimo appuntamento di “Lineabianca”, con Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi, in onda sabato 24 aprile alle 14.00 su Rai1, sarà un viaggio in Sicilia, alla scoperta dei vulcani più spettacolari d’Europa. La puntata si aprirà su un’ampia depressione di oltre 35 km2 ricoperta da nere colate laviche: a quota 2700 metri sul livello del mare, sul bordo della valle del Bove, nella maestosa cornice dell’Etna in piena attività eruttiva, con il conduttore, Lino Zani ed una guida alpina. L’Etna fra scenografiche esplosioni, cenere e disagi: in prossimità del rifugio Sapienza, dopo un mese di eruzioni, il racconto del super lavoro dei tecnici dell’INGV per il monitoraggio della “Muntagna”. Non solo manifestazioni pirotecniche: in località Belpasso, alle pendici dell’Etna, l’incontaminata bellezza di un territorio da godere sulle due ruote. Piccola, dolce, succosa, leggermente acidula e profumata, con spiccate proprietà antiossidanti: sul Monte Pomiciaro, la coltivazione della Mela Gelato Cola, la più rappresentativa del territorio etneo, entrata nel 2016 nella mappa del Presidio Slow Food.
Sua “maestà” il vulcano che comanda sull’isola: a Stromboli, nell’arcipelago delle isole Eolie, circondati da un mare blu cobalto, una straordinaria ascesa al cratere di una delle caldere più attive al mondo. E, infine, a Trecastagni, con Santo Fragalà, giovane veterinario 31 enne, che ha realizzato un sogno unico nel suo genere, quello di creare un allevamento di dromedari, che da semplice passione si è trasformato in un’eccellenza europea. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...