L’epoca d’oro del tennis italiano è appena iniziata

Se 15 anni fa avessimo dato uno sguardo alla classifica ATP avremmo trovato solo due tennisti italiani tra i primi 100 ed entrambi avrebbero bazzicato dalla 40a posizione in giù. Ora, invece, sono ben 10 gli azzurri all’interno della TOP 100 e tutti stanno dimostrando di poter ulteriormente migliorare il proprio ranking. Matteo Berrettini e Jannik Sinner sono di gran lunga tra i tennisti più in forma del circuito ed entrambi sognano di poter conquistarsi il pass per le ATP FINALS che da quest’anno verranno giocate a Torino.

Matteo Berrettini vince a Belgrado e si porta a casa il primo torneo stagionale

Matteo Berrettini, romano classe 1996, da due anni a questa parte sta dimostrando di essere tra i migliori tennisti al mondo. Nonostante un 2020 da dimenticare, l’alfiere romano è ancora stabilmente a ridosso della TOP 10 e si sta mostrando continuo e competitivo su ogni superficie. Dotato di un servizio tra i migliori del circus e di un dritto devastante, Matteo ha ancora enormi margini di miglioramento sul rovescio e la sensazione è che se dovesse riuscire a migliorare anche questo fondamentale potrà puntare con decisione alla vittoria di un Slam. Già nel 2019, agli US Open, Berrettini aveva raggiunto le semifinali ma in quell’occasione fu costretto a piegarsi sotto i colpi di uno straordinario Rafael Nadal. Quest’anno, invece, sta dimostrando di essere competitivo anche sulla terra rossa e dopo la vittoria all’ATP 250 di Belgrado, secondo le quote scommesse, è tra i principali indiziati per la vittoria del prossimo Roland Garros a cui Nadal, come di consueto, si presenta come l’uomo da battere.

Jannik Sinner, Sonego e Musetti: il nuovo che avanza

Il secondo italiano che fa ben sperare i tifosi azzurri per i prossimi 15 anni è Jannik Sinner, altoatesino di San Candido che a soli 19 anni è già riuscito a scalare la classifica ATP e attualmente è in TOP 20. Dopo aver raggiunto la finale sul cemento del MASTERS 1000 di Miami, Sinner si è messo in mostra anche all’ATP 500 di Barcellona dove si è piegato solo in semifinale sotto i colpi di uno straordinario Tsitsipas. Sinner e Berrettini, a ogni modo, sono in buona compagnia in quanto oltre al solito Fabio Fognini anche Lorenzo Sonego continua a risalire posizioni in classifica e in questo 2021 è già riuscito a portarsi a casa un torneo ATP 250 giocato sulla terra battuta di Cagliari. C’è poi Lorenzo Musetti che a soli 18 anni è già in TOP 100 e che può fare affidamento su delle qualità tecniche che raramente si sono viste in un tennista italiano. Lorenzo dovrà crescere molto dal punto di vista fisico e dal punto di vista della “pesantezza” di palla, ma la sensazione è che lo spezzino abbia a propria disposizione tutti i mezzi per diventare uno dei futuri dominatori del tennis mondiale.

Dopo anni di buio assoluto, il tennis italiano vede la luce e l’impressione è che nei prossimi anni i nostri ragazzi potranno lottare stabilmente per la vittoria di uno Slam.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...