A Speciale Tg1 “Quel giorno a San Pietro”

Due proiettili colpirono Papa Wojtyla, 40 anni fa, in piazza San Pietro. Non lo uccisero ma lo legarono indissolubilmente al compimento del terzo segreto di Fatima. Un cammino di dolore per il Pontefice polacco, oggi Santo, che contribuì alla dissoluzione del blocco comunista dell’Est. È questo l’argomento al centro dell’appuntamento con Speciale Tg1 di Paolo Di Giannantonio e Ignazio Ingrao, “Quel giorno a San Pietro”, in onda domenica 16 maggio alle 23.40 su Rai1.
Chi armò la mano del suo attentatore, Alì Agca? Fu un complotto internazionale, questo è certo, ma ancora si cerca la verità. Così come si cerca di sapere che fine hanno fatto quelle due ragazze quindicenni, Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, sequestrate per uno scambio – si disse – con il killer. Per il giudice Martella, che istruì il processo sulla “pista bulgara”, a concepire la trama furono i bulgari e i tedeschi dell’est. Paolo Di Giannantonio e Ignazio Ingrao ne parlano con Mons. Rino Fisichella, il giudice Ilario Martella, Lech Walesa, già presidente della Polonia, Arturo Mari, il fotografo che era sulla Campagnola del Papa quando Giovanni Paolo II fu colpito, suor Letizia, che bloccò l’attentatore, Pietro Orlandi, fratello di Emanuela Orlandi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...