Teatro Menotti: L’8 giugno al via la stagione estiva

L’8 giugno il Teatro Menotti rialzerà il sipario con una rassegna dedicata alla narrazione e alla contaminazione tra la parola e la musica.

Si partirà da un teatro completamente rinnovato, con spazi nuovi per arricchire l’esperienza teatrale e per nuove opportunità di condivisione. Andrà in scena il progetto FRAGILI COME LA TERRA con spettacoli e attività collaterali dedicati al pianeta blu e ai suoi abitanti:

POSSIAMO SALVARE IL MONDO PRIMA DI CENA (8-13 giugno), versione teatrale del best seller ecologista di JONATHAN SAFRAN FOER

MATTATOIO N.5 (15-20 giugno), manifesto antimilitarista di KURT VONNEGUT

UN MARZIANO A ROMA (22-24 giugno), racconto satirico di ENNIO FLAIANO.

A conclusione del progetto Fragili come la Terra, la straordinaria partecipazione di Monsignor MARIO DELPINI, arcivescovo di Milano, che interverrà nello spettacolo “UOMINI COL FUOCO DENTRO” da lui scritto per il coro interculturale ELIKYA. Una serata straordinaria di musica, parole di fratellanza e condivisione.

Molto corposa e articolata sarà poi la Rassegna Teatro Menotti in Sormani per tutto il mese di Luglio, con proposte di teatro musicale, teatro di narrazione, teatro di impegno civile e comicità d’autore per una visione e un pensiero che rimandano all’essenzialità del linguaggio teatrale, con il pubblico disposto attorno all’azione scenica illuminata solo dalla luce naturale del tramonto.

Alcune serate saranno dedicate alle produzioni teatrali e musicali milanesi, scelte in sinergia con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano come preciso segnale di sostegno e ripartenza per le compagnie, la cui attività è stata per troppo sospesa dall’emergenza sanitaria.

“Ripartenza. Forse è la parola più bella tra quelle usate in questo tempo colpito dall’emergenza sanitaria ancora in corso.

Ripartenza. Parola carica di luce e speranza, ma anche di responsabilità a cui non possiamo sottrarci. Dobbiamo infatti ridefinire nell’immediato le modalità del nostro lavoro, abbiamo bisogno e subito del rapporto diretto con il pubblico, abbiamo bisogno di allontanare disagi e paure che inevitabilmente graveranno sulle abitudini dei cittadini, abbiamo bisogno di compiere i primi passi verso una nuova e straordinaria normalità, perché non è più il tempo di tentennamenti e riflessioni.

Il mondo dell’arte, della musica, dello spettacolo dal vivo ha subito più di altri settori le morse dell’emergenza sanitaria, in una sospensione surreale della propria possibilità espressiva.

Eppure non ha sospeso la propria creatività, non ha smesso di riflettere sul tempo presente, come se, sotto le macerie di questa guerra ancora da combattere e da soffrire, i costruttori di bellezza siano stati e siano ancora impegnati a creare il mondo che verrà.

Ci piace pensare di contribuire in minima parte con questa nostra lunga stagione estiva che, tra il Teatro Menotti e la Corte d’onore di Palazzo Sormani, prevede circa sessanta appuntamenti. Una ripartenza vera, appunto”, ha dichiarato Emilio Russo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...