Nuovo appuntamento, sabato 29 maggio su Rai 1 con ItaliaSì!

Nuovo appuntamento, sabato 29 maggio, con il podio del pomeriggio di Rai1, alle 16.45, con Marco Liorni che conduce ItaliaSì!. 
Al suo fianco vari personaggi dello spettacolo e della cultura si metteranno in gioco confrontandosi sui temi delle persone comuni e, grazie al loro spirito a volte allegro e a volte brusco, conquisteranno il pubblico in collegamento e quello a casa.
In questa puntata Regina, una ragazza nigeriana rimasta senza genitori quando era piccola, si sposa accompagnata all’altare da Antonio, il poliziotto che la salvò; poi Don Banzato, che sale sul podio per raccontare quando non voleva diventare sacerdote e non si sentiva in grado di farlo. 
In provincia di Trapani, con Gigi Miseferi e Fabrizio Bracconeri, Rocco, che ha un appello importante, a tutela del cannolo siciliano. Podio a Giulietta Revel come testimone delle storie di tante piccole vittime che hanno trovato nell’arte uno strumento di rinascita e di speranza, e a Marco Restaino – della Società Adriatica di Speleologia di Trieste – per raccontare come generazioni di speleologi stiano cercando il percorso sotterraneo del Timavo, uno dei fiumi più misteriosi al mondo.
Non mancherà un ricordo della grande Carla Fracci, con l’ultimo saluto di suo marito e della sua famiglia, degli amici comuni e non, e un’intervista rilasciata pochi mesi fa ad Alessandro Banchero, dove la grandissima etoile  racconta dell’importanza dell’amore.
Si affronteranno anche tematiche delicate e attuali: David Puente e le fake news, panoramica sulla libertà di espressione nel Web o forse è un’altra cosa?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...