Intervista con Marco Bonadei, protagonista del film “Comedians”: “Ho realizzato un sogno lavorando con Gabriele Salvatores”

Marco Bonadei è uno dei protagonisti del film “Comedians” di Gabriele Salvatores, nelle sale dal 10 giugno, dove interpreta il ruolo di Sam Verona, cinico proprietario di un night pronto a tutto pur di diventare un comico di successo. Nella stagione 2021 collabora con il duo comico Ale e Franz per il loro programma televisivo Fuori Tema, in onda su Rai2, mentre con la danzatrice e coreografa Chiara Ameglio, compagna nella vita oltre che nella ricerca teatrale, ha fondato la compagnia La variante umana, insieme ad Aureliano Delisi, Alessandro Frigerio e Vincenzo Zampa.

Marco debutterà il prossimo 7 luglio in prima nazionale al Teatro Elfo Puccini di Milano con lo spettacolo Nel Guscio, versione scenica dell’omonima opera di Ian McEwan, ideata da Cristina Crippa.

Classe 1986, negli anni ha preso parte a diverse produzioni teatrali del regista Daniele Salvo e ha lavorato con Mauro Avogadro, Marcela Serli, Daniele Pecci, Peppe Barra. Per il grande e piccolo schermo è stato diretto da Antonello Grimaldi (Baciato dal sole – 2014; Il Mostro di Firenze – 2009), Francesco Patierno (La Gente che sta bene – 2013), Monica Vullo (Un passo dal cielo 3 – 2014) e Alexis Sweet (Intelligence  – 2008).

È autore del format Il Menu della poesia, attivo dal 2010 e parallelamente ha sviluppato lo studio della maschera sia nella creazione scultorea che nella pratica teatrale che gli ha permesso nel 2019 di debuttare alla regia dello spettacolo di teatro danza Trieb_ L’indagine, in collaborazione con Chiara Ameglio: un’indagine sulla mostruosità portata sulla scena attraverso un linguaggio che unisce prosa e danza.

Qui la nostra video intervista con Marco Bonadei:

Marco, in “Comedians” interpreti Sam Verona, cinico proprietario di un night pronto a tutto pur di diventare un comico di successo. Puoi presentarci il tuo personaggio?

“E’ un giovane ebreo che gestisce il night del padre nella periferia milanese e ha il sogno come tutti gli altri partecipanti a questa classe serale di diventare un comico di successo. L’ultima sera del corso si presenta l’occasione con un comico famoso del mondo dello spettacolo e televisivo, nonchè produttore che si propone di assumere e dare spazio ad alcuni di questi amatori che hanno il desiderio della popolarità e dei soldi facili. Sam è quello che più incarna l’Italia arrivista, individualista dell’oggi, una figura che forse si potrebbe riassumere con l’affermazione, tornata purtroppo molto in voga, “me ne frego” degli altri, dell’etica, di un pensiero più profondo, ma che poi si vergogna di guardarsi allo specchio, di stare a tu per tu con il suo maestro e con gli altri compagni di corso. Possiede questa strafottenza ma cerca di nasconderla in alcune situazioni”.

Comedians_MARCO BONADEI

Com’è stato essere diretto dal regista Premio Oscar Gabriele Salvatores?

“E’ stato un sogno che si è realizzato, Salvatores è un maestro a tutti gli effetti. E’ stata un’esperienza grossa e privilegiata. Con gli altri attori del cast siamo stati insieme per un mese e mezzo a Trieste in piena pandemia, nel post estate quando i contagi stavano aumentando ancora, avendo la possibilità di conoscerci bene, con una produzione straordinaria che si è occupata di noi in tutto e per tutto e con Gabriele che ha una visione dell’artista speciale. E’ un regista che ha chiaro di fronte a sè cosa vorrà vedere ma è disposto e aperto ad ascoltare e prendere quello che l’attore gli propone. Ti chiede di essere vivo, di improvvisare, di generare vita così che lui possa coglierla”.

Questo film fa riflettere anche sul senso della risata e su quale sia il limite oltre il quale la comicità non può o non deve spingersi. Cosa ne pensi a riguardo?

“Non sono ossessionato dal politicamente corretto nè temo questa paura della censura che attualmente c’è. Penso che non si possa completamente scindere dal contesto sociale e culturale in cui ci si trova né da chi è a portare la comicità. E’ ovvio che se un comico ebreo fa battute antisemite vengono accettate più facilmente che se le faccio io ad esempio. Amo Louis C.K. che è un comico politicamente scorretto ma si pone nella posizione più bassa dell’americano medio, quasi un Peter Griffin e gli è permesso grazie anche al suo talento straordinario di fare certe battute che ad altri non sarebbero consentite”.

COMEDIANS1

Nel cast di “Comedians” ci sono anche Ale e Franz con cui collabori nel programma tv “Fuori Tema”…

“Fuori Tema nasce dall’incontro sul set con Ale e Franz. Proprio per il fatto che ci siamo trovati in un ambiente protetto, stando tutti i giorni a contatto si è creato un legame che ha rappresentato una forza aggiuntiva per raccontare un vero gruppo nel film ed è stato un bellissimo incontro con tutto il cast. Ci siamo amalgamati e conosciuti e ci siamo detti che se ci fosse stata l’occasione sarebbe stato bello lavorare ancora insieme, coinvolgendo non solo me ma anche altri attori del film come Walter Leonardi e Vincenzo Zampa. E così è stato”.

Nel Guscio 4 foto Marcella Foccardi

credit foto Marcella Foccardi

Sarai in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano con lo spettacolo “Nel guscio”, tratto dall’omonima opera di Ian McEwan, ideato da Cristina Crippa, in cui vestirai i panni di un feto. Cosa puoi anticiparci a riguardo?

“Sono ancora una creatura dell’acqua, interpreto un feto alto un metro e novantuno, di 35 anni, che noi raccontiamo partendo da una forma più rappresentativa che andiamo subito a rompere e con l’accordo con il pubblico riusciamo ad entrare in alcuni linguaggi scenici che si possono avvicinare allo stand up comedians perchè lavoro con un microfono in mano per quasi tutto il tempo, trasformando lo spazio scenico e quello dove stanno gli spettatori in un utero materno, con l’aiuto di un cast di otto attori che hanno prestato le loro voci esternamente. Insieme al sound designer abbiamo costruito un mondo con cui relazionarmi e interagire. La storia di base è quella di Amleto rivisitata da Ian McEwan, in cui il protagonista è questo Amletino feto all’ottavo mese di gravidanza, con una madre che ha una storia con lo zio e insieme ordiscono questo terribile omicidio che si consumerà all’interno dell’opera. Il piccolo feto deve poi confrontarsi con la realtà e decidere cosa fare nelle sue possibilità. Le tenterà tutte, compreso il suicidio, cosa che non gli riuscirà molto bene”.

Nel 2021 hai fondato la compagnia teatrale La variante umana, insieme a Chiara Ameglio, Aureliano Delisi, Alessandro Frigerio e Vincenzo Zampa. Quali sono i progetti in programma?

“Le due cose si sommano e una genera l’altra. La mia compagna Chiara Ameglio, che è danzatrice, performer e fondatrice della compagnia di danza Fattoria Vittadini mi ha coinvolto nel suo progetto, primo capitolo della trilogia sul mostruoso, dal titolo Trieb_ L’indagine per cui ho realizzato delle maschere e collaborato alla regia a quattro mani. Da lì è nata l’idea della creazione di La variante umana, attualmente siamo in cinque come nucleo fondante e abbiamo costituito questa compagnia il cui nome non è scelto a caso ma è inerente all’epoca che viviamo che per noi rappresenta una rinascita. Quando se non ora possiamo cercare di far ripartire tutto e di generare nuova vita artistica? Abbiamo già realizzato un monologo che debutterà presto e si chiama Apple banana ed è un lavoro sulla scelta della compagnia di cui fanno parte Vincenzo Zampa, che è anche nel cast di Comedians con cui ho lavorato in vari progetti, Aureliano De Lisi, giovane drammaturgo e Alessandro Frigerio, che fa da assistente alla regia, futuro regista e collaboratore dell’Elfo. Abbiamo in programma la realizzazione di un monologo-concerto, “Il mestiere più antico del mondo”, e la riscrittura de “Il giudice e il suo boia” di Friedrich Dürrenmatt”.

di Francesca Monti

Grazie ad Alessia Ecora

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...